E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Includi: tutti i seguenti filtri
× Genere Saggi
× Nomi Scoppola, Pietro <1926-2007>

Trovati 41 documenti.

Mostra parametri
Storia d'Italia
0 0 0
Monografie

Storia d'Italia : dall'unità al 2000 / testi di Valerio Castronovo, Renzo De Felice e Pietro Scoppola ; regia di Folco Quillici

[Roma] : Cinecittà Luce

Abstract: Storia d'Italia dal 1861 al 2000 in dieci DVD, con oltre 30 ore di filmatioriginali degli archivi dell'Istituto Luce, schede biografiche, contributimonografici, fotografie e illustrazioni d'epoca.

Storia d'Italia del XX secolo
0 0 0
Monografie

Storia d'Italia del XX secolo / regia di Folco Quilici

[Roma] : Luce ; [Milano] : Il giornale

Abstract: Una serie di filmati prodotti dell'Istituto Luce puntualizzano le fasi piu'salienti della storia patria.

Storia d'Italia
0 0 0
Monografie

Storia d'Italia : dall'unità al 2000 / regia di F. Quilici

Istituto Luce

Abstract: Storia d'Italia dal 1861 al 2000 in dieci DVD, con oltre 30 ore di filmatioriginali degli archivi dell'Istituto Luce, schede biografiche, contributimonografici, fotografie e illustrazioni d'epoca.

9: La politica estera del fascismo
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

9: La politica estera del fascismo / R. De Felice. Gli intellettuali e il fascismo / P. Scoppola

Abstract: Nel 1929 Dino Grandi diviene ministro degli Esteri e cio' segna una svoltanella politica estera del fascismo: Grandi tenta di far conquistare all'Italiail ruolo di arbitro nello "status quo" europeo e, al contempo, mira allacreazione di un impero coloniale. [La politica estera del fascismo] Per costruire il consenso e plasmare la societa' italiana secondo i suoi obiettivi il fascismo crea una serie di strumenti operativi: figura dominante in questa operazione culturale e', almeno fino al 1929, Giovanni Gentile, fondatore dell'Istituto fascista di cultura. [Gli intellettuali e il fascismo]

10: La "modernizzazione" fascista
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

10: La "modernizzazione" fascista / V. Castronovo. Gli italiani all'ombra del fascismo / P. Scoppola

Abstract: Fin dai suoi esordi il fascismo coniuga il tema del nazionalismo con quellodella modernita'. Attraveso la mobilitazione delle masse inculca il sensodell'autorita' e della gerarchia ed il gusto per l'esibizione di uno spiritogladiatorio [La modernizzazione fascista]. Negli anni Trenta, in un'Italia ancora povera, si sviluppano i consumi di massa: nascono i grandi magazzini ele nuove tecniche pubblicitarie, si diffonde l'uso dell'automobile e della radio, si registra un sensibilie spostamento della popolazione dalle campagne alle citta': per un regime che auspica la modernizzazione ma e' al contempo ideologicamente ruralista e ostile all'urbanizzazione, il contrasto fatalmente esplode [Gli italiano all'ombra del fascismo].

11: La fabbrica del consenso
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

11: La fabbrica del consenso / P. Scoppola. Un posto al sole / V. Castronovo

Abstract: Nel 1935, la campagna propagandistica che sollecita gli italiani ad offrire leloro fedi nuziali per far fronte alle spese della guerra in Etiopia, segna unodei momenti di massimo coinvolgimento popolare e consenso al regime. Nel 1937 nasce il Ministero della cultura popolare con lo scopo di raggiungere e inquadrare le grandi masse [La fabbrica del consenso]. Nel 1936, con la conquista dell'Etiopia, l'Italia celebra la creazione di un impero. Le speranze sulla ricchezza dell'Etiopia si rivelano pero' infondate e l'impegno in Africa comporta di fatto l'abbandono dell'Austria ed la perdita d'influenza suiBalcani [Un posto al sole].

14: Dal 25 luglio all'8 settembre 1943
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

14: Dal 25 luglio all'8 settembre 1943 / P. Scoppola. La disfatta : un paese umiliato / V. Castronovo

Abstract: Il 25 luglio 1943 Badoglio, incaricato da Vittorio Emanuele III, diventa capodel governo. La guerra continua ed il mantenimento dell'ordine interno e'l'obiettivo prioritario del nuovo governo. I tedeschi occupano la Penisola ed ibombardamenti alleati si intensificano: l'8 settembre viene annunciatol'armistizio [Dal 25 luglio all'8 settembre 1943]. Gli anglo-americani sbarcano in Sicilia nel luglio 1943: il Paese e' alla fame. Le strutture dello Statosono in fase di disgregazione e la liberazione del Paese avviene tra bombardamenti, aspri combattimenti e rappresaglie che non risparmiano la popolazione civile [La disfatta].

16: Morte e rinascita della nazione
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

16: Morte e rinascita della nazione ; Dalla monarchia alla Repubblica / P. Scoppola

Abstract: L'8 settembre 1943 segna il crollo di un sentimento di nazione per come erastato vissuto nell'Italia liberale e poi in quella fascista [Morte e rinascita della nazione]. Il 2 giugno 1946 si vota per scegliere tra repubblica e monarchia, arrivando alla soluzione del confronto tra partiti antifascisti e casato Savoia, iniziato con la fuga del re e la costituzione del CLN. La partecipazione e' altissima e segna la vittoria della repubblica [Dalla monarchia alla Repubblica].

18: Il centrismo di De Gasperi
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

18: Il centrismo di De Gasperi / P. Scoppola. Il miracolo economico / V. Castronovo

Abstract: Dopo la vittoria elettorale del 1948, la Democrazia cristiana da' luogo ad unacoalizone centrista che dura fino al 1953. In questo periodo, l'Italia entranella NATO, viene istituito l'ENI, creata la Cassa per il Mezzogiorno e vieneriformato il sistema tributario [Il centrismo di De Gasperi]. A meta' deglianni cinquanta l'Italia e' un paese in fase di grande espansione economica. Il boom interessa soprattutto le regioni settentrionali mentre, nell'Italia meridionale, la Cassa per il Mezzogiorno alza il tenore di vita ma non riescead innescare una reale crescita economica [Il miracolo economico].

19: Nord e sud
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

19: Nord e sud / V. Castronovo. La Chiesa da Pio XII a Giovanni XXIII / P. Scoppola

Abstract: Nel 1950 viene istituita la Cassa per il Mezzogiorno, allo scopo di sollevarele condizioni economiche e sociali dell'Italia del sud. L'IRI e l'ENI fannograndi investimenti e si affronta il problema della riforma agraria. Tuttavia,l'operazione non riesce: inizia la massiccia emigrazione verso il nord [Nord esud]. Negli anni successivi alla seconda guerra mondiale, la Chiesa cattolicadeve affrontare due grandi questioni: il radicamento del comunismo el'affermarsi della societa' del benessere. Pio XII indirizza i suoi sforziverso una mobilitazione capillare. Giovanni XXIII si concentra invece verso iproblemi politici e sociali contemporanei [La Chiesa da Pio XII a Giovanni XXIII].

21: L'Italia e la Comunità europea
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

21: L'Italia e la Comunità europea / V. Castronovo. La crisi del centrismo / P. Scoppola

Abstract: Il governo italiano e' convinto che lavorare all'integrazione europea possa essere uno strumento per la riabilitazione internazionale dell'Italia. Nel 1949 si costituisce il Consiglio d'Europa; nel 1951 la CECA e nel 1954 l'Unione europea occidentale; nel 1955 viene ammessa alle Nazioni Unite. Il punto d'arrivo e' la firma del Trattato di Roma nel 1957 che istituisce la Comunita' economica europea [L'Italia e la Comunita' europea]. Dopo le elezioni del 1953 la formula centrista perde la forza che aveva avuto. Con l'arrivo alla guida della Democrazia cristiana di Amintore Fanfani, inizia un nuovo periodo di riforme [La crisi del centrismo].

24: Politica e società negli anni 60
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

24: Politica e società negli anni 60 ; Terrorismo e solidarietà nazionale / P. Scoppola

Abstract: Ritratto della societa' e della politica italiana negli anni '60

25: Il "dopo Moro"
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

25: Il "dopo Moro" : la crisi dei partiti ; La fine di un sistema politico / P. Scoppola

Abstract: La politica italiana dall'uccisione di Aldo Moro fino ai giorni nostri

26: Dall'unità d'Italia al nuovo secolo
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

26: Dall'unità d'Italia al nuovo secolo / V. Castronovo. Il nuovo corso liberale : Giolitti tra socialisti e cattolici / P. Scoppola

Abstract: Due filmati illustrano il periodo della storia d'Italia che va dall'Unita'nazionale agli inizi del '900, soffermamdosi in particolare sul dissidio fraStato e Chiesa e sulla Questione meridionale [Dall'Unita' d'Italia al nuovo secolo]. Sintesi del disegno politico e dell'esperienza di governo di Giovanni Giolitti, lo statista piemontese che inaugura una prassi politica inedita tentando di coinvolgere socialisti e cattolici nel governo del Paese allo scopo di consolidare l'egemonia liberale [Il nuovo corso liberale].

27: Il decollo industriale e le trasformazioni sociali
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

27: Il decollo industriale e le trasformazioni sociali / V. Castronovo. Sviluppo, contraddizioni e crisi del giolittismo / P. Scoppola, V. Castronovo

Abstract: Tra il 1900 ed il 1911 in Italia si verifica una vera e propria rivoluzioneindustriale che interessa quasi esclusivamente le regioni settentrionali edacuisce il divario con il sud del Paese [Il decollo industriale e le trasformazioni sociali]. Allo scoppio della prima guerra mondiale, lo scontro tra neutralisti ed interventisti segna la fine della parabola giolittiana. Si sta affermando una classe politica nuova che ha in Mussolini il principale riferimento [Sviluppo, contraddizioni e crisi del giolittismo].

28: Stato e società nell'età giolittiana
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

28: Stato e società nell'età giolittiana / V. Castronovo. Cultura, politica e religione / P. Scoppola

Abstract: Nel primo decennio del Novecento diminuisce la distanza tra gli italiani e loStato. Giolitti tenta attenuare il conflitto sociale tra lavoratori edimprenditori e si propone di avviare il funzionamento della macchina statale [Stato e societa' nell'eta' giolittiana]. Il Novecento inaugura una stagione di intensa attivita' intellettuale: la denuncia dei limiti del positivismo si manifesta in Italia con la riflessione filosofica di Benedetto Croce; i futuristi gridano la loro protesta contro l'immobilismo, Chiesa e movimento modernista si scontrano e la cultura resta monopolio di un'elite intellettuale [Cultura, politica e religione].

17: La ricostruzione
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

17: La ricostruzione / V. Castronovo. Il patto costituzionale e la lacerazione politica / P. Scoppola

Abstract: Alla fine della seconda guerra mondiale l'Italia e' allo stremo. De Gasperi rompe la collaborazione con i partiti della sinistra. I governi centristi attuano il Piano Fanfani per la ricostruzione delle case, la riforma fiscale e quella agraria [La ricostruzione]. Il 25 giugno 1946 si riunisce l'Assemblea costituente, a cui spetta la redazione della costituzione che entrera' invigore il 1 gennaio 1948 [Il patto costituzionale e la lacerazione politica].

20: Dalla scelta occidentale al neoatlantismo
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

20: Dalla scelta occidentale al neoatlantismo / V. Castronovo. La cultura tra ideologie e trasformazioni sociali / P. Scoppola

Abstract: L'Italia nel 1949 entrannella NATO. Appoggia le iniziative volte a creare organismi europei. Dopo che,nnel 1955, entra nell'ONU, cerca di svolgere un'azione diplomatica che prevenga l'inasprirsi del clima e le permettarapporti di cooperazione economica. Il precipitare delle relazioni internazionali nel 1961, a seguito della creazione del Muro di Berlino, bloccai suoi tentativi [Dalla scelta occidentale al neoatlantismo]. Gli anni del dopoguerra vedono una vivace ripresa culturale dell'Italia. Si sviluppa, in verita', in quegli anni, una nuova cultura, consolidata nelle masse popolari, prodotta nei grandi mezzi di comunicazione e legata al consumo ed all'identita' sociale che se ne deriva [La cultura tra ideologie e trasformazioni sociali].

7: La Chiesa e il fascismo
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

7: La Chiesa e il fascismo / P. Scoppola. L'antifascismo e gli esuli / R. De Felice

Abstract: Rapporti fra Stato fascista e Chiesa riportati attraverso documentari,cinegiornali, fotografie e repertori iconografici. [La Chiesa e il fascismo]Tra la fine del 1926 e i primi mesi del 1927, a seguito delle misure repressive attuate dal governo, alcuni fra i piu' noti oppositori del fascismo sono costretti a fuggire all'estero. Parigi e' il principale centro di riferimento dell'emigrazione antifascista. [L'antifascismo e gli esuli]

3: La vittoria mutilata
0 0 0
Videoregistrazioni: VHS

3: La vittoria mutilata ; La rivoluzione impossibile / P. Scoppola

Abstract: In Italia, l'esultanza per la vittoria, lascia spazio ad un sentimento didelusione per i risultati ottenuti. La Conferenza della pace di Parigi nonconcede all'Italia gli sperati compensi territoriali [La vittoria mutilata]. La rivoluzione russa del 1917 ha acceso anche nel proletariato italiano lasperanza di un cambiamento radicale e immediato [La rivoluzione impossibile]