Sfruttamento

(Argomento)

نوٹ:
  • Utilizzazione abusiva o anche criminale di persone e di cose
Thesaurus
Più generale (BT)
Vedi anche (RT)

Opere collegate
شامل کریں: تمام مندرجہ ذیل فلٹر
× نام D'Adamo, Francesco <1949->

مل گئے 5 دستاویزات.

دیگر تحقیق سے نتائج: Rete Bibliotecaria Bergamasca

Antigone sta nell'ultimo banco
0 0 0
جدید کتابیں

D'Adamo, Francesco <1949->

Antigone sta nell'ultimo banco / Francesco D'Adamo

Giunti, 2019

  • کل کاپیاں: 23
  • ادھار پر : 11
  • بکنگ: 0

خلاصہ: In una cittadina del Nord, benestante e conformista, un po' noiosa, ogni anno all'inizio dell'estate arrivano i braccianti clandestini per lavorare alla raccolta dei meloni, una delle ricchezze della zona. Quasi tutti neri, malmessi, vengono da qualche parte dell'Africa. Li chiamano Quelli del Fiume perché vivono accampati sotto l'Argine Grande, in baracche improvvisate. In paese non li vuole nessuno: sono sporchi, rubano, danno fastidio alle donne: così si dice. Che lavorino e basta. Nel caldo soffocante di un giugno particolarmente torrido un ragazzo del Popolo del Fiume viene trovato morto. Si dice che abbia avuto un incidente mentre stava scappando dopo un furto, o che sia rimasto coinvolto in una rissa con altri clandestini, o che sia tutta una storia di droga. Intanto il corpo del ragazzo giace all'obitorio, senza nome, senza esequie: non spetta a noi occuparcene, dice il Sindaco, non è dei nostri. A provare dolore e pietà pare che siano in pochi: Jo la Peste, vivace, anticonformista, di pessimo carattere; il misterioso Cat Fly che di notte con le bombolette spray riempie i muri del paese di graffiti. Nel frattempo, i ragazzi della scuola media stanno per mettere in scena l'Antigone di Sofocle come saggio di fine anno. Può una recita teatrale diventare realtà?

Dalla parte sbagliata
0 0 0
جدید کتابیں

D'Adamo, Francesco <1949->

Dalla parte sbagliata : la speranza dopo Iqbal / Francesco D'Adamo

Giunti, 2015

  • کل کاپیاں: 76
  • ادھار پر : 4
  • بکنگ: 0

خلاصہ: Il 16 aprile 1995 veniva assassinato, in circostanze mai chiarite, il tredicenne Iqbal Masih operaio sindacalista pakistano che aveva portato alla ribalta del mondo la tragedia dello sfruttamento minorile in atto nel suo paese. La sua lotta aveva sensibilizzato l'opinione pubblica sui diritti negati dei bambini lavoratori pakistani. A seguito della sua morte, le autorità pakistane cominciarono a prendere provvedimenti, avviando un lento processo che è ancora da compiere appieno. La tragica ed eroica vicenda di Iqbal è stata raccontata in questo romanzo da Francesco D'Adamo, nel quale l'autore ha affiancato al protagonista realmente esistito alcune figure di fantasia, tra cui Fatima e Maria, piccole schiave che lo seguono nella ribellione e nella lotta. D'Adamo ci porta a seguire, a dieci anni dalla morte di Iqbal, le vite di Fatima e Maria, ormai ventenni. Una, Fatima, emigrata in Italia, lavora come domestica e vive sradicata in una terra che non l'accoglie, l'altra, Maria, rimasta in Pakistan, continua la lotta per i diritti, scontrandosi oltre che con lo sfruttamento economico, con il fondamentalismo che si oppone ai cambiamenti della società. Entrambe si troveranno ad affrontare in un viaggio parallelo nello sfruttamento, l'ingiustizia, nello schiavismo, trovandosi a constatare quanto la guerra contro i diseredati e gli sfruttati abbia allargato i propri confini.

Mille pezzi al giorno
0 0 0
جدید کتابیں

D'Adamo, Francesco <1949->

Mille pezzi al giorno / Francesco D'Adamo

San Dorligo della Valle (Trieste) : EL, 2011)

  • کل کاپیاں: 21
  • ادھار پر : 0
  • بکنگ: 0

خلاصہ: Leo è un teppistello, finito al carcere minorile per una storia di pasticche. Quando esce trova un lavoro: sorvegliante in una fabbrichetta dove donne e ragazzi, clandestini dell'est, lavorano giorno e notte per produrre merci contraffatte. Leo vuole fare la bella vita, gli immigrati non gli sono mai piaciuti, che male c'è? Ma c'è la sua amica Maristella, che una volta era come lui ma che ora è cambiata e vuole fare una vita onesta. Al ritorno da un viaggio all'Est Leo troverà il coraggio di ribellarsi e di scegliere da che parte stare. Mille pezzi al giorno è la storia intensa di una presa di coscienza e di una strana, scorbutica educazione sentimentale, in una realtà dove sembra che per i sentimenti non ci sia più posto.

Mille pezzi al giorno
0 0 0
جدید کتابیں

D'Adamo, Francesco <1949->

Mille pezzi al giorno / Francesco D'Adamo

San Dorligo della Valle : EL, copyr. 2006

  • کل کاپیاں: 13
  • ادھار پر : 0
  • بکنگ: 0

خلاصہ: Leo è un teppistello, finito al carcere minorile per una storia di pasticche. Quando esce trova un lavoro: sorvegliante in una fabbrichetta dove donne e ragazzi, clandestini dell'est, lavorano giorno e notte per produrre merci contraffatte. Leo vuole fare la bella vita, gli immigrati non gli sono mai piaciuti, che male c'è? Ma c'è la sua amica Maristella, che una volta era come lui ma che ora è cambiata e vuole fare una vita onesta. Al ritorno da un viaggio all'Est Leo troverà il coraggio di ribellarsi e di scegliere da che parte stare. Mille pezzi al giorno è la storia intensa di una presa di coscienza e di una strana, scorbutica educazione sentimentale, in una realtà dove sembra che per i sentimenti non ci sia più posto.

Mille pezzi al giorno
0 0 0
جدید کتابیں

D'Adamo, Francesco <1949->

Mille pezzi al giorno / Francesco D'Adamo

San Dorligo della Valle : EL, copyr. 2000

  • کل کاپیاں: 91
  • ادھار پر : 0
  • بکنگ: 0

خلاصہ: Leo è un teppistello, finito al carcere minorile per una storia di pasticche. Quando esce trova un lavoro: sorvegliante in una fabbrichetta dove donne e ragazzi, clandestini dell'est, lavorano giorno e notte per produrre merci contraffatte. Leo vuole fare la bella vita, gli immigrati non gli sono mai piaciuti, che male c'è? Ma c'è la sua amica Maristella, che una volta era come lui ma che ora è cambiata e vuole fare una vita onesta. Al ritorno da un viaggio all'Est Leo troverà il coraggio di ribellarsi e di scegliere da che parte stare. Mille pezzi al giorno è la storia intensa di una presa di coscienza e di una strana, scorbutica educazione sentimentale, in una realtà dove sembra che per i sentimenti non ci sia più posto.