کمیونٹی » Forum » جائزے

Mille Miglia
2 2 0
Casamassima, Pino <1953->

Mille Miglia

Diarkos, 2023

خلاصہ: Nacque tutto con un dispetto. Dopo la prima edizione svoltasi a Montichiari, nel bresciano, il Gran Premio d’Italia traslocò in quel di Monza, dove era nato un nuovissimo impianto automobilistico destinato a diventare il tempio della velocità. Quattro amici non presero bene la cosa, e s’inventarono una competizione che la storia avrebbe poi qualificato come “la corsa delle corse”: la Mille Miglia, nome suggerito dal bresciano Franco Mazzotti dopo un suo viaggio in America. Il percorso prevedeva infatti 1600 chilometri con partenza da Brescia, arrivo a Roma e ritorno. La prima edizione partì il 26 marzo 1927, l’ultima finì il 12 maggio 1957: un destino decretato dalla tragedia di Guidizzolo, dove l’uscita di strada della Ferrari del marchese spagnolo Alfonso De Portago e del suo copilota Edmund Gurner falciò nove spettatori fra cui cinque bambini, oltre a provocare la morte degli stessi piloti. L’attrice americana Linda Christian, compagna di De Portago dopo la separazione da Tyrone Power, ebbe la notizia sulla linea del traguardo, dove aspettava il suo arrivo trionfante. La Mille Miglia finì lì. Il nome sopravvivrà, ma sarà tutta un’altra cosa, un’altra corsa. La storia della Mille Miglia è quella che attraversa quei tre decenni, con l’interruzione della guerra. Edizioni dai tanti episodi epici, fra cui quello dei cosiddetti “fari spenti” di Nuvolari: espediente per superare Varzi. Per non dire di un equipaggio che, fermatosi in una trattoria, portò via velocemente due panini e un fiasco di vino. «E i soldi?», «Paga Ferrari!»

205 Views, 2

Ci sono città, luoghi e paesi che si fondono alla perfezione con gli sport che ospitano. Se si pensa a Imola il collegamento diretto è con la Formula 1, se si pensa a New York è invece la Maratona; Londra lega il suo immaginario a Wimbledon, Chicago ha i suoi Bulls che scendono in campo. Brescia ha invece la Mille Miglia, una corsa – prima evento sportivo, ora manifestazione d’epoca e di costume – che è legata indissolubilmente con la città e con i suoi cittadini.

Pino Casamassima, giornalista e saggista di lungo corso che ha iniziato il suo percorso redazionale nei quotidiani locali bresciani e che successivamente ha collaborato con testate nazionali e riviste sportive, nel saggio “Mille Miglia. Storie di uomini e macchine” riesce a far rivivere l’epopea della celebre gara automobilistica raccontando i primi gloriosi anni e ricostruendo le storie delle macchine e soprattutto degli uomini che contribuirono alla creazione di una leggenda sportiva.

Trovate qui la recensione completa di Brescia si legge: https://www.bresciasilegge.it/mille-miglia-pino-casamassima/

Da appassionati di auto e della Mille Miglia mi aspettavo di molto più da questo libro. A mio avviso troppo incentrato sulla biografia di Ferrari. Avrei preferito un analisi dei quattro fondatori della mitica gara di velocità e della situazione del paese nelle varie edizioni (con magari immagini del tracciato).

  • «
  • 1
  • »

9695 پیغامات میں 8013 ارسال کردہ موضوعات کے 1076 صارفین

:اس وقت آن لائن Ci sono 9 utenti online