Melancolia della resistenza
5 2 0
Materiale linguistico moderno

Krasznahorkai, László <1954->

Melancolia della resistenza

Abstract: L'arrivo in piena notte di un circo che esibisce il corpo di una gigantesca balena diffonde un'ondata di gelo e di timori tra gli abitanti di una cittadina ungherese scossa da una catena di funesti accadimenti. Una schiera di misteriose figure sta per mettere a ferro e fuoco la città terrorizzata che rischia di sottomettersi a un grottesco Movimento per la Pulizia e l'Ordine. Su questo scenario si staglia una galleria di personaggi indimenticabili: la crudele signora Eszter, che architetta la sua avida scalata al potere e Valuska, eroe sfortunato con la testa fra le nuvole, la sola anima pura che si aggiri tra queste pagine. A questa situazione di catastrofe incombente László Krasznahorkai contrappone una macchina narrativa di stupefacente bellezza e profondità, una rappresentazione dell'apocalisse fondata sulla sproporzione e sull'allegoria, una scrittura infallibile che trascina il lettore in un vortice ammaliante. Melancolia della resistenza - da cui Béla Tarr ha tratto il film cult Le armonie di Werckmeister, su sceneggiatura dello stesso Krasznahorkai - ha raccolto gli elogi di Imre Kertész, W.G. Sebald e Susan Sontag che ha definito il romanzo un'anatomia della desolazione nella sua forma più spaventosa e un commovente manuale per resistere a quella desolazione.


Titolo e contributi: Melancolia della resistenza / Laszlo Krasznahorkai ; traduzione di Dora Mészaros e Bruno Ventavoli

Pubblicazione: Zandonai, 2013

Descrizione fisica: 338 p. ; 22 cm

EAN: 9788898255016

Data:2013

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Serie: I fuochi

Nomi: (Editore) (Autore) (Traduttore) (Traduttore)

Soggetti:

Classi: 894.51134 Narrativa ungherese (Narrativa magiara). 1989- [22] Mistero <genere fiction>

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2013
  • Target: adulti, generale
Testi (105)
  • Genere: fiction

Sono presenti 5 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
RODENGO SAIANO NARRATIVA KRASZNAHORKAI CO-27091 Su scaffale Prestabile
SALE MARASINO L NAR KRA LAS OQ-19632 Su scaffale Prestabile
PROVAGLIO D'ISEO L NAR KRA LAS OP-18498 Su scaffale Prestabile
BRESCIA - PARCO GALLO NARRATIVA KRA.L MEL BC6-22777 Su scaffale Prestabile
BRESCIA - CASAZZA NARRATIVA KRA.L MEL BC1-29918 Su scaffale Prestabile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

In una dissestata cittadina ungherese, arriva un circo, la cui unica attrazione è una gigantesca balena imbalsamata.
Intanto, presagi, strane ombre e figuri minacciosi cominciano ad aggirarsi per le strade, mentre vividi personaggi si muovono sulla scena, in un crescendo d'inquietudine.
Ad un certo punto, la violenza della folla esplode cieca nella città, per essere ricondotta all'ordine dal Potere, che, subdolamente, non aspettava altro.
Melancolia della resistenza è un romanzo POTENTE, scritto con uno stile personalissimo e incantatorio.
Le frasi sono molto lunghe, le parole esatte come coltelli lanciati con mano ferma, gli avvenimenti e le atmosfere misteriosi, cupi e strani. Realistici e metaforici insieme.

È vero, Liliana, solo leggendolo, questo romanzo fuori dall'ordinario, si capisce il suo commento...
Lascia un'impressione persistente. Io ne sono rimasta così colpita, che, dopo averne letta una copia in biblioteca, ho dovuto comprarmelo.

Lotto tra la voglia di dimenticarlo e quella di imprimerlo per sempre in me stessa. Ma forse non mi riprenderò mai da "Melancolia della resistenza", uno di quei libri che segnano un prima e un dopo.

Non posso spiegarlo ma so cosa mi ha lasciato: un senso di impotenza esaltato da ciò che sono ora e adesso. Non mi avrete capito, solo leggendolo capirete.

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.