Includi: tutti i seguenti filtri
× Autore Stefano Ardito
× Risorse Catalogo

Trovati 117 documenti.

Risultati da altre ricerche: Rete Bibliotecaria Bergamasca

Alpini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

Alpini : una grande storia di guerra e di pace / Stefano Ardito

Corbaccio, 2019

Abstract: Costituito nel 1872 agli albori dell’Italia unitaria, il corpo degli Alpini è da sempre un esempio di valore militare e civile, ed è parte costitutiva dell’identità italiana e del sentimento nazionale. Dalla nascita delle prime «compagnie alpine», fino agli odierni impegni per la pace in Afghanistan e in Medio Oriente, le truppe alpine hanno attraversato quasi un secolo e mezzo scrivendo pagine di storia famose in Italia e nel mondo. Il gelo della ritirata di Russia e il caldo torrido di Adua, le battaglie sull’Adamello e le Tre Cime nella Prima guerra mondiale e la guerra partigiana del 1943-’45, quando migliaia di soldati e ufficiali si sono trasformati in combattenti per la libertà dell’Italia. Le truppe alpine si sono battute con onore in Etiopia e in Libia, sulle Alpi, e poi in Grecia, in Albania e sull’Appennino; durante la Guerra Fredda hanno formato lo schieramento avanzato della NATO. Questo libro, com’è giusto, tocca anche i momenti oscuri di questa storia, dall’attacco alla Francia nel 1940 fino alla scelta di alcuni gruppi di aderire alla Repubblica di Salò. Tuttavia la storia degli alpini non è solo storia di guerra: dalla lotta al terrorismo, alle missioni internazionali di pace, al sostegno alla protezione civile, gli alpini sono scesi in campo dopo l’alluvione del Vajont, e dopo i terremoti in Irpinia, in Friuli, in Abruzzo. In questo volume che ripercorre le vicende di uno dei corpi più amati dell’esercito italiano, Stefano Ardito, attraverso episodi, luoghi e uomini, racconta, nel centenario della fondazione dell’Associazione Nazionale Alpini nata a Milano nel 1919, un pezzo della storia dell’Italia migliore. Con il patrocinio dell'Associazione Nazionale Alpini.

Escursioni in Val di Fassa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

Escursioni in Val di Fassa / Stefano Ardito

Idea montagna, 2019

Abstract: La Valle di Fassa è una delle mete più amate dagli escursionisti sulle Alpi. I 42 itinerari descritti in questa guida permettono di scoprire le vette, le valli e i rifugi di massicci famosi e frequentati come il Catinaccio, il Sella, la Marmolada e il Sassolungo, ma anche di esplorare luoghi meno battuti come i Monzoni, le creste di Costabella e Cima Bocche.

101 luoghi archeologici d'Italia dove andare almeno una volta nella vita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

101 luoghi archeologici d'Italia dove andare almeno una volta nella vita / Stefano Ardito ; illustrazioni di Toni Bruno

Newton Compton, 2019

Abstract: Il Colosseo e Pompei, l'Arena di Verona e i templi greci di Agrigento. Molti luoghi dell'Italia antica sono famosi nel mondo. Tra le Alpi e il Mediterraneo, però, si nascondono centinaia di mete affascinanti. Templi greci e santuari sanniti, strade romane e nuraghe, approdi fenici e incisioni rupestri, piccoli e grandi musei offrono a chi vuole scoprire il passato molte sorprese. Insieme ai Romani, che hanno lasciato i loro monumenti quasi ovunque (anche a Milano, a Torino, a Trieste), questo libro permette di scoprire gli altri popoli antichi che hanno lasciato le loro tracce nel Belpaese. I bellicosi Sardi, per esempio, e i Fenici che si sono scontrati con loro sulla costa. Le raffinate città della Magna Grecia e i rocciosi popoli italici, Sanniti e Piceni su tutti, insediati sulle rocce dell'Appennino. I Camuni con le loro incisioni rupestri, una delle quali è oggi il simbolo della Lombardia. E poi gli Etruschi, raffinati e creativi.

Grandi storie di montagna che non ti hanno mai raccontato
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

Grandi storie di montagna che non ti hanno mai raccontato / Stefano Ardito ; illustrazioni di Emiliano Tanzillo

Newton Compton, 2019

Abstract: Oggi le montagne d'Italia e del mondo - le Dolomiti e il Monte Bianco, l'Everest e il K2, il Kilimanjaro e il Gran Sasso - sono soprattutto spazi di divertimento e avventura. Ma i sentieri, le pareti di roccia e di ghiaccio, le piste da sci e le vette sono solo una parte del quadro. Per millenni, in ogni angolo della terra, le montagne sono state territori di duro lavoro quotidiano, fonte di paura e luoghi eletti a culto, scenario di sfide che hanno messo alla prova le umane possibilità, oltre che teatro di guerra. Le 101 storie di montagna raccontate in questo libro si muovono tra passato e presente, tra straordinarie cime e prodigiose imprese, esplorando una natura impervia e narrando la vita di popoli diversi. Accanto a Reinhold Messner, Walter Bonatti, Gustav Thoeni e i campioni dell'arrampicata moderna, c'è spazio per Dino Buzzati e per Ernest Hemingway, per papa Celestino V e per Ötzi, la mummia dell'Età del Bronzo ritrovata sul confine tra l'Alto Adige e il Tirolo. E non bisogna dimenticare l'orso, l'aquila, il lupo e naturalmente lo Yeti, perché i veri signori delle alte quote sono loro!

Vette dell'Appennino centrale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

Vette dell'Appennino centrale / Stefano Ardito

Idea montagna editoria e alpinismo, 2019

Abstract: L'Appennino Centrale è il cuore di pietra dell'Italia. Dai Monti Sibillini alla Majella, passando per la Laga, il Terminillo, il Gran Sasso, il Velino-Sirente e le vette del Parco d'Abruzzo, Lazio e Molise, un aspro sistema di montagne offre centinaia di itinerari a escursionisti e alpinisti. Gli 80 itinerari di questa guida accompagnano su 152 vette di Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo, in quattro Parchi nazionali e varie aree protette regionali. Molti sono accessibili a tutti gli escursionisti, qualcuno include facili rocce, tratti attrezzati o canaloni di neve. Sono incluse nella guida le nuove ferrate del Gran Sasso e gli itinerari dei Sibillini e della Laga trasformati dai terremoti. I collezionisti dei 2000 appenninici trovano qui 114 cime dell'elenco. Accompagnano chi cammina aquile e camosci, fioriture d'alta quota e faggete, panorami e cascate, eremi e borghi. Il lupo e l'orso si vedono di rado, ma ci sono.

Guida curiosa delle Dolomiti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

Guida curiosa delle Dolomiti : un viaggio alla scoperta dei luoghi più insoliti delle montagne più famose del mondo / Stefano Ardito

Newton Compton, 2019

Abstract: Le Dolomiti sono le montagne più famose e visitate del mondo, e anche tra le più belle. D’inverno sono affollate di sciatori, in estate arrivano escursionisti, alpinisti, amanti della bicicletta. Località come Cortina d’Ampezzo, Madonna di Campiglio, Brunico, Cavalese e Ortisei sono luoghi battuti da sempre, ma basta allontanarsi un po’ dai belvedere, dai sentieri e dalle piste da sci più famosi per scoprire una straordinaria e meno nota ricchezza di natura, di storia, di leggende. Hanno uno spazio importante nel volume i luoghi nei quali si conserva la memoria della Grande Guerra. E quelli legati ai personaggi famosi che sulle Dolomiti sono nati, o che le hanno frequentate per lavoro, durante le vacanze, o quando hanno indossato la divisa. Ampio spazio è inoltre dedicato a tutte le valli e tutti i massicci dolomitici, divisi tra l’Alto Adige, il Trentino, il Veneto e il Friuli: luoghi che si trovano all’interno delle zone protette (come ad esempio il Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi) o delle aree che sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO.

I rifugi della Valle d'Aosta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

I rifugi della Valle d'Aosta : 151 rifugi, bivacchi e posti-tappa / Stefano Ardito

Iter, 2019

Abstract: Ai piedi del Monte Bianco, del Cervino, del Gran Paradiso e del Monte Rosa, la Valle d’Aosta è un piccolo eden per gli appassionati dell’alpinismo, dell’escursionismo e dello sci. A loro, ma anche ai camminatori meno esperti, ai turisti, alle famiglie con bambini è dedicata questa guida. Il gran numero dei rifugi valdostani proposti dall’autore, include strutture molto diverse tra loro: dalle classiche costruzioni in legno e pietra, tra i 2000 e i 2500 metri di quota, in cui è possibile mangiare, riposare, ammirare il panorama, ai rifugi d’alta quota, in origine piccole capanne accanto ai ghiacciai, che conservano la funzione di punti d’appoggio alla base di classiche ascensioni alpinistiche. Alcuni rifugi della Valle d’Aosta, poi, sono accessibili solo ad alpinisti o escursionisti esperti accompagnati da una guida alpina. La maggior parte sono raggiungibili senza problemi da tutti e altri ancora, adatti alle passeggiate in famiglia, sono nati a breve distanza dai paesi e dal fondovalle. La guida I Rifugi della Valle d’Aosta, arricchita da suggestive foto, descrive le caratteristiche e gli itinerari di accesso ai rifugi e ai bivacchi, e indica le attività (escursioni, osservazione della natura, ascensioni, traversate, alte vie…) possibili da ogni struttura.

La grande guerra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

La grande guerra : guida ai luoghi del 1915-18 / Stefano Ardito

Iter, 2018

Abstract: Nell'autunno del 2018, con il centenario della resistenza sul Grappa e sul Piave e dell'offensiva di Vittorio Veneto che ha visto la vittoria dell'Italia e dei suoi alleati sull'Impero di Austria-Ungheria, si concludono le celebrazioni per i cent'anni trascorsi dalla Prima Guerra Mondiale. Questo libro, illustrato da oltre 300 fotografie, aiuta a visitare le trincee e i campi di battaglia dove hanno combattuto e sono caduti i militari, e le città dove hanno sofferto i civili. È un viaggio che inizia dallo Stelvio e si conclude sull'Adriatico, e che tocca il Garda, le Dolomiti, gli Altopiani trentini e veneti, la Carnia e le Alpi Giulie. Oltre l'Isonzo, il fronte di un secolo fa traversa gli altopiani del Carso. Le postazioni e i memoriali, le trincee e i cimiteri di guerra, i sentieri e i musei offrono emozioni forti, accompagnate da paesaggi straordinari. Meritano una sosta città come Trento, Rovereto, Cortina d'Ampezzo, Gorizia, Trieste. Esplorare i luoghi delle battaglie del 1915-18 aiuta ad apprezzare la pace dell'Europa di oggi.

Le grandi scalate che hanno cambiato la storia della montagna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

Le grandi scalate che hanno cambiato la storia della montagna : dalle Alpi alle montagne africane, fino all'Himalaya, i grandi alpinisti e le loro eroiche imprese ad alta quota / Stefano Ardito

Nuova ed.

Newton Compton, 2018

Abstract: Ascensioni che hanno fatto la storia e hanno segnato traguardi per l'uomo, che hanno consegnato alla memoria alpinisti d'eccezione, capaci di ingaggiare una sfida con la natura selvaggia. Vincendola, o comunque diventando celebri per la loro tecnica e per il loro coraggio. Ogni salita è il tramite per narrare un'avventura nella quale montagna e uomo sono protagonisti a pari titolo. Stefano Ardito ricostruisce le grandi imprese che hanno visto gli alpinisti misurarsi con le più alte vette, dalla conquista del Monte Bianco nel 1786 a quella del Cervino nel 1865, dalle vie di sesto grado delle Dolomiti negli anni Trenta, alla conquista dell'Everest e del K2, fino alle imprese di Walter Bonatti e Reinhold Messner. Oggi, accanto alle Alpi e all'Himalaya, sono di scena le pareti della Patagonia, del Madagascar e dell'Artico. Un percorso ad alta quota attraverso i secoli e i continenti.

Le esplorazioni e le avventure che hanno cambiato la storia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

Le esplorazioni e le avventure che hanno cambiato la storia : storie di uomini ai confini del mondo, dalla scoperta dell'America allo sbarco sulla Luna, da Machu Picchu all'Antartide, dalle sorgenti del Nilo all'Everest / Stefano Ardito

Newton Compton, 2018

Abstract: Gli uomini leggendari che hanno raggiunto i confini del mondo Dalla scoperta dell’America allo sbarco sulla Luna, da Machu Picchu all’Antartide, dalle sorgenti del Nilo all’Everest Viaggiare ha sempre esercitato sull’uomo un fascino magnetico, irresistibile. Spingersi verso i confini del mondo, fin dall’antichità, è stata la risposta al suo insopprimibile desiderio di conoscenza e sete di avventura. L’esplorazione è un elemento fondamentale della storia dell’uomo. Per terra o per mare, tra le montagne o nel deserto, nessuna impresa è mai stata davvero impossibile e spesso la determinazione di qualche sognatore ha spinto di un passo avanti l’intera umanità. L’Amazzonia e il Sahara, l’Antartide e il deserto di Gobi. E poi l’Everest, le Ande, la Luna, gli oceani più tempestosi della Terra. Questo libro racconta le avventure di Marco Polo e di Cristoforo Colombo, di Ferdinando Magellano e di James Cook, di Henry Morton Stanley e Charles Darwin, del Duca degli Abruzzi e di Fosco Maraini. Con uno sguardo attento agli esploratori moderni, da Reinhold Messner a Neil Armstrong, e da Mike Horn a Simone Moro. Una storia dell’umanità attraverso le grandi scoperte, capaci di regalare emozioni al lettore di oggi. Le avventure e le scoperte dei più grandi esploratori che hanno soddisfatto la sete di conoscenza dell’uomo

Cammini e sentieri nascosti d'Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

Cammini e sentieri nascosti d'Italia : da percorrere almeno una volta nella vita / Stefano Ardito

Newton Compton, 2017

Abstract: In Italia esistono migliaia di sentieri. Alcuni, soprattutto sulle Alpi, sono frequentati e famosi, altri, soprattutto nelle pianure e al Sud, versano in uno stato di semiabbandono, anche se sono stati utilizzati per secoli da contadini, mercanti, pellegrini a pastori. Lo scopo di questo libro non è di elencare i sentieri italiani (sarebbe impossibile!), né di suggerire semplicemente i più belli. L'idea è quella di mettere in evidenza il valore storico e culturale dei sentieri italiani: molti, oltre a offrire occasioni di movimento in mezzo a panorami mozzafiato sono veri e propri monumenti. Ognuno dei cammini e sentieri raccontati nel libro viene presentato attraverso un personaggio illustre che lo ha percorso, o attraverso l'episodio o gli episodi storici di cui è stato testimone. Alla fine di ogni capitolo, perché questa guida sia un utile strumento per chi la consulta, vengono fornite le indicazioni pratiche necessarie a percorrere ogni sentiero: il punto di partenza e di arrivo, il dislivello, il tempo complessivo, la stagione migliore.

Incontri ad alta quota
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

Incontri ad alta quota / Stefano Ardito

Corbaccio, 2017

Abstract: Negli "incontri" di Stefano Ardito sfilano star della montagna come Walter Bonatti e Reinhold Messner, e protagonisti dell'alpinismo di oggi come David Lama, Adam Ondra, Alexander Huber, Maurizio Zanolla "Manolo", Stefan Glowacz, Christophe Profit e Steve House. Le interviste con Edmund Hillary, Doug Scott, Jerzy Kukuczka, Chris Bonington, Nives Meroi e Simone Moro raccontano come sia cambiato nel tempo l'alpinismo himalayano. Altri "incontri", realizzati qualche decennio fa, ci permettono di scoprire delle avventure più remote. Il K2 di Fritz Wiessner, Ardito Desio ed Erich Abram, il Kenya di Felice Benuzzi, il sesto grado di Domenico Rudatis e Gino Soldà, lo Yosemite di Jim Bridwell, il Tibet di Fosco Maraini e di Heinrich Harrer. L'intervista con Pierluigi Bini racconta di arrampicate sul Gran Sasso, un massiccio molto caro all'autore. Nelle interviste, realizzate e scritte con competenza e passione, compaiono le speranze, le paure, le idee, i sogni, il ricordo di amici e compagni scomparsi. Perché l'avventura in montagna è una pagina straordinaria di vita.

I 50 sentieri più belli della Toscana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

I 50 sentieri più belli della Toscana / Stefano Ardito

Iter, 2017

Abstract: Ogni anno si dirigono verso la Toscana centinaia di migliaia di viaggiatori provenienti dall'Italia, dall'Europa e dal mondo. Molti si fermano all'arte di Firenze, di Siena, di Lucca e di Pisa, altri proseguono alla scoperta dei paesaggi, delle città, dei borghi, dei monumenti della fede che rendono questa terra unica. Ma la Toscana è anche una terra di sentieri. Se la Via Francigena che attraversa da nord a sud la regione è sempre più frequentata, i camminatori di qui apprezzano da sempre i tracciati delle Alpi Apuane e dell'Appennino. Storia e natura s'incontrano sui sentieri del Chianti, delle Crete Senesi e delle colline fiorentine. Dai sentieri dell'Argentario, della costa di Populonia, dell'Isola del Giglio e dell'Elba lo sguardo spazia liberamente sul Tirreno.

I 100 rifugi più belli delle Dolomiti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

I 100 rifugi più belli delle Dolomiti / Stefano Ardito

Nuova ed. aggiornata

Iter, 2017

Abstract: La guida illustra 100 rifugi scelti per la posizione, il panorama, la storia, la qualità dell'accoglienza e la bellezza degli itinerari nei dintorni. Si rivolge sia agli escursionisti esperti, sia a chi trascorre per la prima volta un periodo di vacanza in montagna. In queste pagine troverete i celeberrimi punti di appoggio del Brenta, delle Tre Cime, del Catinaccio e dei dintorni di Cortina, ma anche dei rifugi molto meno famosi, in massicci meravigliosi e segreti come le Vette Feltrine, i Cadini di Misurina e il Bosconero. Dovunque i panorami e i larici, le fioriture e i ghiaioni, i resti della Grande Guerra e le malghe vi ricorderanno di essere sulle Dolomiti, le montagne più famose del mondo. Oltre a presentare ogni struttura, l'autore descrive il sentiero di accesso, oppure un itinerario che inizia dal rifugio. Completa il tutto un box con le informazioni pratiche come i recapiti, i posti letto, i periodi di apertura.

Il gigante sconosciuto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

Il gigante sconosciuto : storie e segreti del Kangchenjunga, il terzo ottomila / Stefano Ardito

Corbaccio, 2016

Abstract: Situato tra Nepal e Sikkim indiano, il Kangchenjunga è la vetta più orientale dell'Himalaya. Meno famoso di Everest, K2, Broad Peak, Annapurna, Nanga Parbat, Gascherbrum, non è diventato l'ossessione patriottica di nessuna nazione, ma ha una storia appassionante e affascinate, fatta di esploratori, militari, cartografi coltivatori di tè e, infine, alpinisti a partire dalla fine dell'ottocento. la prima salita alla vetta è del 1955, due anni dopo l'Everest, un anno dopo il K2, a opera di due inglesi che, per rispetto al sovrano del Sikkim e della popolazione locale che consideravano sacra la montagna, si sono fermati qualche metro sotto la cima... Da allora il Kangchenjunga è diventato teatro delle imprese dei migliori alpinisti di tutto il mondo. Ma il lungo avvicinamento dal versante nepalese e l'esclusiva delle spedizioni indiane sul versante del Sikkim, lo rendono una montagna ancora relativamente sconosciuta e da esplorare. Una rarità nel mondo degli ottomila nel ventunesimo secolo.

I rifugi delle Dolomiti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

I rifugi delle Dolomiti : Trentino, Alto Adige : 353 rifugi, malghe e bivacchi / Stefano Ardito

[Subiaco] : Iter, 2016

Le grandi scalate che hanno cambiato la storia della montagna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

Le grandi scalate che hanno cambiato la storia della montagna : dalle Alpi alle montagne africane, fino all'Himalaya : i grandi alpinisti e le loro eroiche imprese ad alta quota / Stefano Ardito

Newton Compton, 2016

Abstract: Ascensioni che hanno fatto la storia e hanno segnato traguardi per l'uomo, che hanno consegnato alla memoria alpinisti d'eccezione, capaci di ingaggiare una sfida con la natura selvaggia. Vincendola, o comunque diventando celebri per la loro tecnica e per il loro coraggio. Ogni salita è il tramite per narrare un'avventura nella quale montagna e uomo sono protagonisti a pari titolo. Stefano Ardito ricostruisce le grandi imprese che hanno visto gli alpinisti misurarsi con le più alte vette, dalla conquista del Monte Bianco nel 1786 a quella del Cervino nel 1865, dalle vie di sesto grado delle Dolomiti negli anni Trenta, alla conquista dell'Everest e del K2, fino alle imprese di Walter Bonatti e Reinhold Messner. Oggi, accanto alle Alpi e all'Himalaya, sono di scena le pareti della Patagonia, del Madagascar e dell'Artico. Un percorso ad alta quota attraverso i secoli e i continenti.

Vette facili nelle Dolomiti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

Vette facili nelle Dolomiti : guida e taccuino per il viaggio / [Stefano Ardito]

Touring, 2016

Abstract: Le Dolomiti, montagne tra le più belle del mondo, comprendono centinaia di vette. Questo nuovo taccuino, dopo un'introduzione generale sull'area dolomitica, fornisce consigli su 30 escursioni per organizzarsi al meglio con: cartine per seguire l'andamento di ogni itinerario, informazioni pratiche sui rifugi, notizie e curiosità storiche.

La grande guerra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

La grande guerra : guida ai luoghi del 1915-18 / Stefano Ardito

Iter, 2015

Abstract: Nell'autunno del 2018, con il centenario della resistenza sul Grappa e sul Piave e dell'offensiva di Vittorio Veneto che ha visto la vittoria dell'Italia e dei suoi alleati sull'Impero di Austria-Ungheria, si concludono le celebrazioni per i cent'anni trascorsi dalla Prima Guerra Mondiale. Questo libro, illustrato da oltre 300 fotografie, aiuta a visitare le trincee e i campi di battaglia dove hanno combattuto e sono caduti i militari, e le città dove hanno sofferto i civili. È un viaggio che inizia dallo Stelvio e si conclude sull'Adriatico, e che tocca il Garda, le Dolomiti, gli Altopiani trentini e veneti, la Carnia e le Alpi Giulie. Oltre l'Isonzo, il fronte di un secolo fa traversa gli altopiani del Carso. Le postazioni e i memoriali, le trincee e i cimiteri di guerra, i sentieri e i musei offrono emozioni forti, accompagnate da paesaggi straordinari. Meritano una sosta città come Trento, Rovereto, Cortina d'Ampezzo, Gorizia, Trieste. Esplorare i luoghi delle battaglie del 1915-18 aiuta ad apprezzare la pace dell'Europa di oggi.

I 50 sentieri più belli delle Marche
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ardito, Stefano <1954->

I 50 sentieri più belli delle Marche / Stefano Ardito

Iter, 2015

Abstract: 50 escursioni con foto e descrizione storico-naturalistica per conoscere gli angoli più incantevoli delle Marche, regione famosa come terra di armonia e di cultura. Questa guida spiega come esplorare a piedi i luoghi di Raffaello e Leopardi, il medioevo di Ascoli Piceno e i panorami e i monumenti di Ancona. Altri itinerari si svolgono tra i dolci paesaggi dei colli, sulla costa del San Bartolo e del Conero, tra i borghi e le città ricche di storia che formano il cuore della regione. Le Marche, però, sono anche un luogo di montagne e wilderness. Passo dopo passo è possibile esplorare i Monti Sibillini, salire alle vette del Sasso Simone, del San Vicino e del Catria, camminare sulle tracce del cervo, del camoscio e del lupo. Gli eremi medievali, che s'incontrano ovunque sui monti, raccontano che la natura e la storia sono strettamente intrecciate. Completa di informazioni pratiche (quote, dislivello, tempi, segnaletica, cartografia, periodi consigliati), waypoint GPS e mappe degli itinerari, la guida è uno strumento utile per chi desidera scoprire questa terra meravigliosa.