Ecco i titoli partecipanti alla 14a edizione, anno 2023, del Concorso Microeditoria di Qualità, legato alla Rassegna della Microeditoria di Chiari. 

Per poter valutare i titoli in concorso i lettori devono semplicemente leggere uno o più testi e compilare la scheda di valutazione in base alla categoria dell'opera, compilandola online (di seguito i link) oppure in cartaceo (la scheda si trova all'interno del libro), consegnandola poi in una qualsiasi delle biblioteche della Rete Bibliotecaria Bresciana, il tutto entro il 15 settembre 2023.

La valutazione dei lettori concorrerà - assieme al giudizio di una giuria ristretta di lettori (bibliotecari, insegnanti, membri dell'associazione L'Impronta, studenti di istituti superiori) - alla decisione sull'assegnazione dei "marchi di qualità" e alla scelta dei libri vincitori delle quattro categorie del concorso. La premiazione avverrà a Novembre 2023, all'interno della 21a edizione della Rassegna della Microeditoria (3 - 4 - 5 Novembre).  

 

Di seguito i link per scaricare la scheda di valutazione in formato pdf (da consegnare al bibliotecario): 

scheda di valutazione per la categoria NARRATIVA

scheda di valutazione per la categoria SAGGISTICA

scheda di valutazione per la categoria BAMBINI / RAGAZZI

scheda di valutazione per la categoria FUMETTO

 

Di seguito i link per la valutazione online dei titoli: 

scheda di valutazione per la categoria NARRATIVA

scheda di valutazione per la categoria SAGGISTICA

scheda di valutazione per la categoria BAMBINI / RAGAZZI

- scheda di valutazione per la categoria FUMETTO

Includi: tutti i seguenti filtri
× Editore Il *Ramo e la foglia edizioni <Roma>

Trovati 4 documenti.

È un demonio, quel Proust!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Santarelli, Armando <1956->

È un demonio, quel Proust! : l'infanzia e la giovinezza del più grande romanziere del Novecento / Armando Santarelli

Il Ramo e la foglia, 2022

Abstract: Sul romanziere francese si sono scritte montagne di libri in tutte le lingue del mondo; la sua importanza nella letteratura è tale che non c'è grande scrittore o critico che non si sia misurato in qualche modo con l'opera proustiana. Tuttavia, nella consapevolezza di poter aggiungere poco o niente alla sterminata produzione critica e biografica esistente, si può almeno sperare di avvicinare a Proust i lettori che non lo conoscono o che vogliono sapere di più di colui che è considerato da molti il più grande romanziere del Novecento. [...] In particolare, è all'infanzia e alla giovinezza di Proust che mi sono dedicato, nella consapevolezza che quel tempo retrospettivo, illuminato dalla doppia luce della memoria volontaria e della memoria involontaria, andrà a costituire il magico lievito della sua produzione letteraria.»

La mafia nello zaino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cortese, Alessandro <1980->

La mafia nello zaino : il bimbo, il nano e l'assassino / Alessandro Cortese

Il Ramo e la foglia edizioni, 2022

Abstract: Questa storia è ambientata in una delle tante estati caldissime della Sicilia, in un piccolo paese volutamente non identificato per rappresentare ogni paese, ed è narrata in prima persona dal picciriddu: l'innocenza di un bambino rilegge poeticamente fatti cruenti come omicidi e ricatti, perché soltanto con la fantasia una città controllata dalla mafia può diventare scenario di avventure come in un telefilm. Purtroppo l'amara realtà tracima, rivelando a poco a poco il dramma della vita a scapito della dolcezza dei sogni e delle illusioni. Legando fatti di cronaca a invenzioni romanzesche, con suoni, colori e sapori tipicamente siciliani, l'autore costruisce un ritratto palpitante della sua terra e getta un ponte tra storia, tradizioni e un futuro in cui l'amore è speranza e forza per il cambiamento.

Navi nel deserto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Weber, Luigi <1972->

Navi nel deserto / Luigi Weber

Il Ramo e la foglia edizioni, 2023

Abstract: Se c'era un detto autentico in bocca a quello sputasentenze di Schomberg, era "la mia strada la segnano i fuochi nella notte". In un deserto punteggiato di piccole oasi, di rocche fortificate alte su speroni di pietra, tra piste di terra battuta per navi a ruote e città abbandonate che emergono dalle sabbie come relitti, giocano a scacchi con il destino e la morte un giovane capitano inesperto, un traditore, un naufrago, un uomo ossessionato dal desiderio di vendetta, una ragazza inquieta e la sua nutrice. Naviganti, Pirati, Isolane e Cittadini dividono una terra aspra, inospitale, e se la contendono intrecciando odio, pregiudizi, incomprensioni. Attorno a loro, da ogni parte, si innalzano lenti nel cielo i sette pilastri della distruzione.

Le rovinose
0 0 0
Materiale linguistico moderno

D'Angeli, Concetta <1949->

Le rovinose / Concetta D'Angeli

Il Ramo e la foglia edizioni, 2021

Abstract: "Le rovinose" si svolge in Italia nei sanguinari anni del terrorismo. È la storia parallela di due ragazze che s'incontrano a Siena durante gli studi universitari e poi vivono vite diverse e lontane. Due vite animate da utopie, ambizioni, passioni, sconvolte da fallimenti e ossessioni autodistruttive, raccontate in modi diversi. Rappresentandole, l'autrice costruisce un quadro nitido e talvolta impietoso del nostro paese, dove vicende private, spesso cupe, s'intrecciano coi fatti di più ampia portata che possiamo ormai considerare Storia. In un linguaggio incalzante, colto e ironico, con venature dialettali e della lingua di tutti i giorni, D'Angeli ci racconta la nostra storia, fatta anche di sfide personali, violenze domestiche, discriminazione e ribellione. Parte integrante del romanzo è la "Cronologia" che dal 1976 al 1988 annota l'impressionante successione delle uccisioni quasi quotidiane compiute da gruppi politici estremisti e dalla malavita organizzata.