Illustrazione tratta da: I figli della schifosa: un storia partigiana / Alberto Pagliaro. BD, 2012

Il 25 aprile ricorre l’Anniversario della Liberazione d’Italia dall’occupazione nazista e dal regime fascista.
Il 25 aprile è anche riconosciuto come l’anniversario della Resistenza, una giornata dedicata alla celebrazione degli sforzi partigiani. 

Per l’occasione, la Vetrina propone una selezione di titoli dedicati a bambini e ragazzi, per immergersi in questa pagina così importante della nostra storia.

Qui puoi scaricare la nuova bibliografia - 2021 ||| Qui puoi scaricare la bibliografia - 2015
NOTA: Le bibliografia in PDF sono destinate a bambini e ragazzi a partire dai 9 anni. 

Trovati 60 documenti.

Come fiori che rompono l'asfalto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gazzaniga, Riccardo <1976->

Come fiori che rompono l'asfalto : venti storie di coraggio / Riccardo Gazzaniga ; illustrazioni di Piero Macola

Rizzoli, 2020

Abstract: I fratelli Scholl e i ragazzi antinazisti della Rosa Bianca; Franca Viola che, rifiutandosi di sposare il suo seviziatore, cambia le leggi sulla violenza di genere in Italia; Sandro Pertini, il Presidente ex partigiano e irriducibile combattente per i diritti dei cittadini; Marielle Franco e la sua battaglia in difesa delle donne e di tutte le libertà, pagata con la vita. Sono solo alcune delle venti storie di coraggio che, con il suo stile rapido e affilato, Riccardo Gazzaniga ci racconta, immergendoci nelle vite di donne e uomini straordinari che si sono opposti a soprusi e ingiustizie di ogni genere. Storie di ribellione pacifica nel nome di ideali più forti della paura; storie di persone che, facendo solo quello che “dovevano” fare, hanno salvato migliaia di vite; storie di fiori che, mentre rompevano l’asfalto, regalavano diritti e libertà fondamentali a tutti noi.

Il partigiano Johnny
0 0 0
Disco (CD)

Fenoglio, Beppe <1922-1963>

Il partigiano Johnny / Beppe Fenoglio ; letto da Giorgio Marchesi

Versione integrale

Emons audiolibri, 2020

Bella ciao
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bella ciao : il canto della Resistenza / illustrato da Lorena Canottiere

Einaudi ragazzi, 2020

Abstract: «Da più di sessant'anni Bella ciao è l'inno di chi conosce e ama la storia della Resistenza e continua a condividere quell'idea di ribellione» (Daniele Aristarco)

Piazza 25 aprile
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Baccalario, Pierdomenico <1974-> - Sanna, Alessandro <1975->

Piazza 25 aprile / Pierdomenico Baccalario e Alessandro Sanna

Rizzoli, 2020

Abstract: Dal 1934, con la vittoria dei mondiali di calcio, al 1945, il giorno della Liberazione, una piazza italiana vede passare la Storia. È una storia di guerra, di esclusioni, di perdite. E poi finalmente di rinascita. È la storia della nostra Repubblica e della nostra libertà, raccontata attraverso lo sguardo poetico di una bambina

O bella ciao
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vaccarino, Lucia <1981-> - Garzaro, Stefano <1956->

O bella ciao : racconti di ragazze e ragazzi nella Resistenza / Lucia Vaccarino, Stefano Garzaro ; presentaziondi Gianfranco Pagliarulo ; introduzione di Davide Morosinotto ; illustrazioni di Chiara Vedele

Il Battello a vapore, 2020

Abstract: Otto racconti di ragazze e ragazzi nella Resistenza. Da Bari a Roma, da Alba a Bergamo. Da Nord a Sud, dalle città ai paesi di montagna. Otto storie vere, per non dimenticare gli ideali che mossero anche i più giovani a rischiare in prima persona per il bene di tutti.

Il corvo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lodi, Mario <1922-2014>

Il corvo / Mario Lodi

Giunti, 2020

Abstract: 1943-1944: due anni di guerra raccontati da un giovane soldato che viene allontanato all'improvviso da casa sua e dal mondo semplice e libero della campagna lombarda. L'assurdità della guerra emerge prepotentemente in contrasto con i dolci ricordi di luoghi, persone e avvenimenti familiari, che pur sembrando tanto lontani, riescono tuttavia a tenere viva la speranza per un futuro migliore.

I racconti della Resistenza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

I racconti della Resistenza / Roberto Denti ... [et al.]

Il Battello a vapore, 2020

Abstract: Sullo sfondo buio della guerra brillano le eccezionali imprese che anche bambini e ragazzi si possono ritrovare a fronteggiare. Come gli amici di Ancora un giorno , che nella Milano del coprifuoco e dei razionamenti fanno i messaggeri per la Resistenza. Come Riccardo, che in Io ci sarò percorre avventurosamente mezza Italia per ritrovare la sua famiglia, perseguitata in quanto ebrea, e si unisce ai partigiani. E come Lapo, che nella storia vera Il Rogo di Stazzema è uno dei pochi sopravvissuti e può raccontare di come i nazisti hanno braccato sui monti e sterminato centinaia di persone inermi, sfollate nella "zona bianca" vicino a Lucca.

La bella Resistenza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Goldstein Bolocan, Biagio <1966->

La bella Resistenza : l'antifascismo raccontato ai ragazzi / Biagio Goldstein Bolocan ; illustrazioni di Matteo Berton

Feltrinelli, 2019

Abstract: “Questo libro salda un debito che ho contratto con mia nonna Emma e la sua grande famiglia, i Damiani Bolocan. Mi sento obbligato a raccontare la sua storia perché in un tempo tragico e difficile – gli anni trenta e quaranta del Novecento –, quella famiglia, quell’insieme di uomini e donne, di ragazzi per lo più, ha mostrato un coraggio formidabile, ha cercato di resistere all’orrore nazifascista mettendo in gioco la propria vita. In una parola, bella e nobilissima, ha fatto resistenza.” Biagio Goldstein Bolocan. Con questo libro, l'autore non si limita a tramandare un romanzo familiare, ma alterna vicende private al racconto dell’ascesa delle dittature, delle persecuzioni razziali, della Seconda guerra mondiale: la storia di una famiglia e quella di un secolo si intrecciano e si illuminano a vicenda.

La Gabriella in bicicletta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Anselmi, Tina<1927-2016>

La Gabriella in bicicletta : la mia Resistenza raccontata ai ragazzi / Tina Anselmi ; introduzione di Laura Boldrini

Manni, 2019

Abstract: 26 settembre 1944, Tina Anselmi ha 17 anni, siamo nel pieno dell’occupazione nazista. Quel giorno a Bassano del Grappa, dove Tina va a scuola, i tedeschi impiccano 43 giovani partigiani nella piazza del paese, e tra questi c’è il fratello di una sua compagna di classe. Tina ne è scioccata: viene da una famiglia antifascista e anche nell’Azione Cattolica ha appreso valori ben diversi da quelli imparati a scuola nell’ora di Dottrina fascista. Decide così di unirsi alla lotta partigiana. “Se ti prendono i tedeschi, prega che t’ammazzino perché altrimenti quello che ti faranno sarà peggio”, le dice il comandante della Brigata Battisti che va a incontrare sul Monte Grappa. Ma Tina ha il coraggio che viene da quella situazione di ingiustizia, dalla certezza di stare dalla parte della ragione: “C’era un pizzico di incoscienza, ma c’era soprattutto la convinta fiducia in quello che facevamo”, scrive. Con il nome di battaglia di Gabriella, per molti mesi percorre un centinaio di km al giorno mantenendo i collegamenti tra le formazioni partigiane, trasportando stampa clandestina, armi, messaggi. Tina racconta delle imprese che erano la normalità, i rischi che correva, l'aiuto che riceveva; e racconta cos’è accaduto in Italia in quegli anni, quali fossero le speranze, le idee, le vicende personali e collettive della Resistenza, con semplicità, immediatezza e profondità che riescono a rendere la complessità della Storia. Il libro contiene anche agili schede sui momenti salienti del Fascismo e della Resistenza, sui principali personaggi, come Matteotti e Pertini, e alcune lettere dei partigiani condannati a morte.

La Resistenza dei sette fratelli Cervi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Strada, Annalisa <1969-> - Spini, Gianluigi <1952->

La Resistenza dei sette fratelli Cervi / Annalisa Strada e Gianluigi Spini

Einaudi ragazzi, 2018

Abstract: La storia dei fratelli Cervi prende avvio con la scelta del padre Alcide e di Aldo di lasciare la mezzadria per intraprendere una nuova vita da fittavoli. Una decisione nata dall'indomita ricerca della libertà e fortificata dalla certezza di aver acquisto, con uno studio autonomo e incessante, le conoscenze utili per far prosperare la terra. Soprattutto, questa scelta è il punto di partenza per dimostrare che può esistere un benessere condiviso che aiuti le masse - impoverite dalla Prima guerra mondiale e gravate dalla vessazione del regime fascista - a creare un mondo nuovo e più giusto. Una storia in cui le scelte di lavoro concretizzano le idee politiche e le rafforzano, man mano mettendo la famiglia Cervi al centro della lente d'ingrandimento di un regime che fa sempre più fatica a sostenersi e sfoga nella repressione sanguinosa i propri ultimi sussulti. I sette fratelli non si lasciano fermare nemmeno dal crescendo continuo di violenza: semmai, ne traggono forza e reagiscono con determinazione senza temere di affrontare, il 28 dicembre 1943, tutti insieme, il plotone d'esecuzione.

Renata Viganò, con parole sue
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Renata Viganò, con parole sue / disegni Matteo Matteucci ; colori e grafica Alessandro Battara ; organizzazione dei testi e cura Claudia Alvisi e Tiziana Roversi

Minerva, 2018

Abstract: La storia di Renata Viganò inizia in una famiglia benestante della Bologna liberty e prosegue con gli accadimenti che ne hanno segnato la vita privata: è una giovane donna rimasta sola al mondo; negli anni Venti compie la lungimirante scelta di una casa tutta per sé; lavora con i bambini del brefotrofio; incontra Antonio Meluschi il grande amore della sua vita; adotta un bambino curiosamente soprannominato Bu; è partigiana nelle Valli di Comacchio; scrive L’Agnese va a morire... Fin dal primo gesto di ribellione al Fascismo – un garofano rosso lanciato sulla tomba di Libero Zanardi – la vita di Renata si intreccia con la politica italiana e con i fatti della storia. Così, dalle sue parole scaturiscono anche le grandi tragedie del Novecento, le guerre, Mussolini, la Resistenza, le dure lotte delle mondine, il Pci. Bologna è la scenografia costante della sua vita: Bologna sotto le bombe, Bologna che risorge e ricorda, Bologna e il suo Sacrario. A Bologna per molti anni si è tenuto il famoso “cenacolo” di intellettuali e pensatori, da Roberto Roversi a Pier Paolo Pasolini, riuniti a parlare e progettare proprio lì, in via Mascarella 63/2, nella casa di Renata.

Gina cammina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Toffolo, Antonella <1961->

Gina cammina / Antonella Toffolo

Topipittori, 2018

Abstract: Gina è bravissima a “contare le storie”. Le racconta d’inverno, ai suoi figli: storie di quando era piccola. Come quella volta che a otto anni, a piedi, dall’Appennino partì con la mamma per andare a Firenze, dove l’avevano presa a lavorare. Un’avventura grande, con i bombardamenti, i tedeschi, e il rischio di perdersi. Ma Gina, pur fra tante paure, cresce: Avevo deciso che potevo esser grande. E qualcosa aveva deciso per il mio coraggio. Antonella Toffolo, ad anni di distanza, decide di tornare a quella storia materna e di farne un fumetto. A quell’epica infantile si accosta narrando con il suo segno incisivo e poetico, e ritrovando gli accenti di quella parlata tante volte ascoltata, la restituisce in una storia d’infanzia che ha la cadenza e la forza di una fiaba.

Io non ci sto!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Clima, Gabriele <1967->

Io non ci sto! : l'estate che divenni partigiana / Gabriele Clima

Mondadori libri, 2017

Abstract: È estate e Giulia trascorre le vacanze dal nonno. A seguito delle prepotenze di un ragazzo del paese, il nonno le racconta una vicenda della sua vita di giovane partigiano. Sono passati molti anni, ma Giulia capisce che l'episodio accaduto al nonno è molto simile a quello che sta vivendo lei con il bullo del paese. E come allora la soluzione è una sola: bisogna avere coraggio e non rassegnarsi ai soprusi.

Storia di Leda
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Detti, Ermanno <1939->

Storia di Leda : la piccola staffetta partigiana / Ermanno Detti ; disegni di Roberto Innocenti

Gallucci, 2017

Abstract: Maggio 1944. Leda è una bambina di dieci anni che fa la staffetta partigiana. Un giorno, in bicicletta, è intercettata dai tedeschi. Mentre sta per essere raggiunta, un vecchio stravagante e ubriacone, che si fa chiamare il Mago, la trae in salvo. Leda sospetta che si tratti di una spia e gli vorrebbe nascondere il messaggio cifrato in suo possesso, ma l'uomo scopre la lettera e... Una bambina coraggiosa, un'avventura incalzante durante l'occupazione nazista

'45
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Quarello, Maurizio A. C. <1974->

'45 / Maurizio A. C. Quarello

Orecchio acerbo, 2017

Abstract: Un altro inverno, e gli Alleati ancora non sono arrivati. Sui monti del nord dell'Italia le bande partigiane si vanno ingrossando dei giovani che rifiutano di arruolarsi nelle fila della Repubblica di Salò e fuggono dalle deportazioni in Germania. Le azioni partigiane si fanno sempre più audaci, contro i repubblichini, contro i tedeschi. Più numerosi anche i rastrellamenti, più feroci le rappresaglie. Poi, finalmente, l'ordine dell'insurrezione. Tutti a valle, per unirsi ai nuclei cittadini, agli operai in rivolta. Per riscattarsi dal fascismo, per liberarsi dai tedeschi prima ancora dell'arrivo degli Alleati. E intrecciata alla grande storia, quella minuta di Maria. Delle sue apprensioni per il marito partigiano e per il figlio alpino in Russia; della sua paura per i soldati della Wehrmacht che le piombano in casa; della sua gioia per la Liberazione e per il ritorno del figlio; della pietà per quel soldato tedesco ora vinto e prigioniero

Partigiano Rita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Capriolo, Paola <1962->

Partigiano Rita / Paola Capriolo

Einaudi ragazzi, 2016

Abstract: A diciott'anni Rita Rosani non immagina certo di essere destinata a diventare un'eroina della Resistenza. La sua vita è quella normale di un'adolescente nella Trieste degli anni '30, ma Rita è una ragazza ebrea e dal 1938, con la promulgazione delle leggi razziali, il mondo comincia a crollarle addosso. Viene espulsa da un giorno all'altro dalla scuola; patisce con la sua famiglia ogni sorta di discriminazioni; perde il fidanzato, deportato in un campo d'internamento allo scoppio della guerra; finché in lei si compie quella trasformazione che la porterà a combattere nelle file partigiane

Era un giorno qualsiasi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Guadagnucci, Lorenzo <giornalista>

Era un giorno qualsiasi : Sant'Anna di Stazzema, la strage del '44 e la ricerca della verità : una storia lunga tre generazioni / Lorenzo Guadagnucci

Terre di mezzo, 2016

Abstract: "La mattina presto del 12 agosto - un sabato - eravamo già tutti in piedi quando qualcuno arrivò gridando: 'I tedeschi! I tedeschi!'." Alberto ha 10 anni e si salva solo per caso dall'eccidio nazista di Sant'Anna di Stazzema, in cui vengono uccise sua madre Elena e altre 400 persone. Eccidio che in Italia viene dimenticato fino al processo, clamoroso, del 2004, al quale si arriva grazie alla tenacia di un magistrato che riesce a individuare i responsabili della strage strappandola all'oblio. Anni più tardi, durante il G8 di Genova del 2001, ancora una violenza cieca, insensata, toma a farsi spazio nella storia personale dell'autore di questo libro, nipote di Elena, che qui ricostruisce le vicende drammatiche e appassionanti della propria famiglia lungo tre generazioni, ma anche uno spaccato del nostro Paese dove Sant'Anna di Stazzema diventa un simbolo e un punto di partenza "per un pensiero nuovo, una cultura diversa".

La guerra di Martina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Soriga, Paola <1979->

La guerra di Martina / Paola Soriga ; illustrazioni di Lorenzo Terranera

Laterza, 2016

Abstract: "La luna era uno spicchio sottile e illuminava poco, il vento si faceva più forte, io pensavo ai nostri genitori che ci credevano a letto, ai lupi, ai nazisti, ai fantasmi". Martina ha una missione da portare a termine con l'amico Simone e il fedelissimo cane Paco: ritrovare una preziosa cassa lanciata in volo dagli aerei alleati ai partigiani che sembra essere scomparsa nel nulla

Eravamo come voi
2 0 0
Materiale linguistico moderno

Rovelli, Marco <1969->

Eravamo come voi : storie di ragazzi che scelsero di resistere / Marco Rovelli

Laterza, 2015

Abstract: "Devi raccontarle queste cose", mi dice Luigi. "Che poi i ragazzi oggi ci guardano magari con ammirazione, ma dicono che siamo uomini di un altro mondo, non saremo mai come voi... No! Voi potete essere come noi, perché noi eravamo come voi!" Perciò mi metto in viaggio. Per incontrare i primi, i più giovani di allora a cui è toccata la scelta. Non impavidi eroi, ma ragazzi che seppero rispondere a una chiamata e che seppero pronunciare un Sì per innescare il processo della loro liberazione. "Eravamo come voi" racconta storie di ragazzi partigiani, tra i 14 e i 23 anni, i loro incontri, i perché della loro scelta. Spesso, prima che da una solida convinzione ideologica, per giovani normali, cresciuti nell'unico mondo possibile (in quel Truman show che era il fascismo) la decisione di salire in montagna fu guidata dall'istinto, dalla necessità o dal caso. Dopo, quella scelta scavò un abisso: perché quei venti mesi - dall'8 settembre '43 al 25 aprile '45 - costituirono una faglia irreversibile, una trasformazione esistenziale radicale. La pialla del tempo ha appiattito la dimensione umana. Di loro abbiamo dimenticato la quotidianità, i sentimenti, l'emotività - e anche gli sbagli, gli inciampi. Sarà come incontrare i miei allievi della scuola, e chiedere loro: "Perché stai scegliendo questa strada?"

Fuochi d'artificio
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Bouchard, Andrea <1963->

Fuochi d'artificio : romanzo / Andrea Bouchard

Salani, 2015

Abstract: Alpi piemontesi, negli anni cruciali della Resistenza. Marta ha tredici anni, è magrolina, poco formosa e ha lunghi capelli biondi che la fanno sembrare tedesca. Un giorno suo fratello Davide, poco più grande di lei, le propone di aiutare la Resistenza contro nazisti e fascisti, all'insaputa degli stessi partigiani, che non li accetterebbero alla loro età. Davide ha un piano geniale, ma Marta si sente piccola, ha paura ed è contraria alla guerra. Il fratello però coinvolge anche Marco, un compagno di cui lei è innamorata, e quando conosce i partigiani da vicino Marta ne rimane affascinata. Così si ritroverà dentro un'avventura più grande di lei, che la esporrà a pericoli spaventosi, ma le permetterà di tirare fuori grinta, fantasia e indicibile coraggio, riuscendo infine a sconvolgere la guarnigione nazista della zona