Il 6 Dicembre 2018 è nato il gruppo di lettura della Biblioteca di Casazza. Grazie a Carla, Luciana, Mariangela, Irma, Serena, Mario, Stefania, Regina, Silvia ,Irene, Marina, Flora e  Mariarosa per aver partecipato.

 

Il 15 febbraio 2020 nascerà il gruppo di lettura pomeridiano grazie alla disponibilità di Fulvia Bergalli.

 

Di seguito  l'elenco dei libri che di mese in mese vengono letti.

 

 

 

 

 

 

 

Trovati 13 documenti.

A voce alta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Schlink, Bernhard <1944->

A voce alta / Bernhard Schlink ; traduzione e nota di Rolando Zorzi

Garzanti, 1996

Abstract: Siamo negli anni Cinquanta e Michael Berg attraversa i primi turbamenti dell'adolescenza. Quando un giorno, per la strada, si sente male, viene soccorso da Hannah, che ha da poco superato la trentina. Colpito da questa donna gentile e sconosciuta, irresistibilmente attratto dalla sua misteriosa e profonda sensualità, Michael riesce a rintracciarla. Tra loro nasce un'intensa relazione, fatta di passioni e di pudori. Presto, però, Michael intuisce che nella vita di Hannah, nel suo passato, ci sono altri misteri: qualcosa che lei non può rivelargli e che segnerà per sempre il destino di entrambi.

Accabadora
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Murgia, Michela <1972->

Accabadora / Michela Murgia

Einaudi, 2014

Abstract: Perché Maria sia finita a vivere in casa di Bonaria Urrai, è un mistero che a Soreni si fa fatica a capire. Tzia Bonaria ha preso Maria con sé, la farà crescere e ne farà la sua erede. In questa vecchia vestita di nero c'è un'aura misteriosa che l'accompagna, uscite notturne che Maria intercetta ma non capisce... Fillus de anima: è così che chiamano i bambini generati due volte, dalla povertà di una donna e dalla sterilità di un'altra. Di quel secondo parto era figlia Maria Listru, frutto tardivo dell'anima di Bonaria Urrai.

Le braci
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Márai, Sándor <1900-1989>

Le braci / Sandor Marai ; a cura di Marinella D'Alessandro

Milano : Adelphi, 2008

Abstract: Dopo quarantun anni, due uomini, che da giovani sono stati inseparabili, tornano a incontrarsi in un castello ai piedi dei Carpazi. Uno ha passato quei decenni in Estremo Oriente, l'altro non si è mosso dalla sua proprietà. Ma entrambi hanno vissuto in attesa di quel momento. Null'altro contava per loro. Perché? Perché condividono un segreto che possiede una forza singolare: una forza che brucia il tessuto della vita come una radiazione maligna, ma al tempo stesso dà calore alla vita e la mantiene in tensione. Tutto converge verso un duello senza spade ma ben più crudele. Tra loro, nell'ombra il fantasma di una donna.

Chiedi alla polvere
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Chiedi alla polvere / John Fante ; introduzione di Alessandro Baricco

13. ed

Torino : Einaudi, 2008

Cortesie per gli ospiti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

McEwan, Ian <1948->

Cortesie per gli ospiti / Ian McEwan ; traduzione di Stefania Bertola

Torino : Einaudi, copyr. 1983

Abstract: Due coppie si incontrano casualmente nella torrida atmosfera di una città di mare. Mary e Colin, turisti inglesi legati da un tranquillo rapporto in cui il piacere stava soprattutto nell'amichevole mancanza di fretta, nella familiarità dei rituali e delle procedure, si imbattono in un personaggio inquietante, Robert. Dai monologhi di lui, che si snodano lungo il filo di un crescendo inarrestabile, emerge un passato di sottomissione nei confronti del padre e di sottili crudeltà domestiche. Caroline, la fragile moglie di Robert, che sembra votata all'autodistruzione, è il quarto personaggio del romanzo e su di lei aleggia un presentimento: prigioniera, più che padrona, della casa in cui si preparano agli ospiti cortesie speciali.

Gente di Dublino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Joyce, James <1882-1941>

Gente di Dublino / James Joyce ; traduzione di Attilio Brilli

Mondadori libri, 2017

Abstract: È possibile sfuggire a una città spenta, provinciale, intontita dall'alcol e afflitta da una mortificante asfissia morale? Quando Joyce, ventenne irrequieto e pieno di talento, decide di dedicare la sua prima opera alla città in cui è nato, ha già la risposta a questa domanda. Sceglie la forma del racconto, la molteplicità delle circostanze e dei punti di vista, per costringere i suoi concittadini, e i suoi lettori, a guardarsi come in uno specchio. L'immagine che ne trarrà sarà impietosa: le situazioni e i personaggi, gli aneddoti e i dettagli ne illumineranno la spaventosa inconsistenza spirituale. Ma dai pregiudizi e dalle miserie di questa Dublino realissima eppure universale, a oltre un secolo di distanza, quale città può dirsi immune? Introduzione di Luigi Sampietro.

Il giovane Holden
1 0 0
Materiale linguistico moderno

Salinger, J. D. <1919-2010>

Il giovane Holden / J. D. Salinger ; traduzione di Matteo Colombo

Einaudi, 2014

Abstract: Sono passati più di sessant'anni da quando è stato scritto, ma continuiamo a vederlo, Holden Caufield, con quell'aria scocciata, insofferente alle ipocrisie e al conformismo, lui e tutto quello che gli è cascato addosso dal giorno in cui lasciò l'Istituto Pencey con una bocciatura in tasca e nessuna voglia di farlo sapere ai suoi. La trama è tutta qui, narrata da quella voce spiccia e senza fronzoli. Ma sono i suoi pensieri, il suo umore rabbioso, ad andare in scena. Perché è arrabbiato Holden? Poiché non lo si sa con precisione, ciascuno vi ha letto la propria rabbia, ha assunto il protagonista a exemplum vitae, e ciò ne ha decretato l'immenso successo che dura tuttora. Torna, in una nuova traduzione di Matteo Colombo, il libro che ha sconvolto il corso della letteratura contemporanea influenzando l'immaginario collettivo e stilistico del Novecento.

La ianara
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giaquinto, Licia

La ianara / Licia Giaquinto

Milano : Adelphi, 2010

Abstract: Adelina ha un destino segnato: quello di diventare ianara, come sua madre, come sua nonna. Al pari di loro, sarà in grado di attraversare ogni porta, anche quella che separa la vita dalla morte. E sarà dannata. Vivrà sui monti dell'Irpinia - una terra apparentemente remota dal resto dell'Italia - come una bestia selvatica; gli uomini e le donne verranno a supplicarla di aiutarli quando avranno bisogno di curarsi, di vendicarsi, o di liberarsi di un figlio non voluto - e la schiveranno come la peste se oserà avvicinarsi alle loro case. Per sfuggire al suo destino Adelina attraverserà paesi, boschi e campagne, finché non giungerà in vista di un grande e magnifico palazzo: vi entrerà come l'ultima delle sguattere e - sorta di funebre, allucinata Jane Eyre, schiava amorevole e possessiva fino al delitto - servirà e accudirà con assoluta, cieca fedeltà il signore di quel luogo. Gli rimarrà accanto anche quando il palazzo sarà ridotto a una splendida rovina, quando più nessuno ci metterà piede per paura della maledizione che aleggia su di esso dopo gli eventi funesti (omicidi, apparizioni misteriose, un suicidio) che vi si sono succeduti - e lei, Adelina, sarà rimasta la sola ad aggirarsi silenziosa nelle immense sale vuote. Con una lingua asciutta, potente, evocativa, Licia Giaquinto ci trascina in una trama fitta di storie e di magia, dove animali, uomini, cose si fondono e si trasformano di continuo.

La mia famiglia e altri animali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Durrell, Gerald <1925-1995>

La mia famiglia e altri animali / Gerald Durrell ; traduzione di Adriana Motti

29. ed.

Adelphi, 2017

Nemici
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Singer, Isaac Bashevis <1904-1991>

Nemici : una storia d' amore : romanzo / Isaac Bashevis Singer ; traduzione di Bruno Oddera

Milano : TEA, 1996

Abstract: In una New York popolata di profughi ossessionati dai ricordi, Hermann Broeder vive una vita complicata tra la sua seconda moglie, Masha, l'amante, tormentata dal male di vivere e la prima moglie creduta morta nei campi nazisti ma improvvisamente ricomparsa. Fulcro del romanzo del grande narratore yiddish è dunque il triangolo morboso che lega queste tre straordinarie figure muliebri all'unico uomo amato. Nel non racconto - poiché non vi è una vera e propria trama, ma un'indagine psicologica dei personaggi - si assiste alla volontaria ghettizzazione, all'incomunicabilità, al lento disfacimento di quattro anime nemiche di se stesse, vittime della propria personalità, del proprio destino, della Storia.

La scatola nera
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Oz, Amos <1939-2018>

La scatola nera / Amos Oz ; traduzione di Elena Loewenthal

Feltrinelli, 2002

Abstract: Alec e Ilana non si parlano da sette anni. Il divorzio è stato brutto, le emozioni in gioco crudeli, lui si è trasferito negli Stati Uniti dove è diventato famoso per i suoi studi sul fanatismo religioso, lei è rimasta in Israele, si è sposata con un ortodosso da cui ha avuto una bimba. Alec e Ilana hanno un figlio, Boaz, disconosciuto dal padre nel corso del divorzio come atto di estrema offesa verso la moglie. Boaz è un adolescente difficile e, dopo svariati scatti di violenza, si fa buttare fuori da scuola. Così, dopo anni, Ilana scrive ad Alec per chiedergli aiuto. Attraverso le lettere emergono i diversi personaggi che si delineano nettammente, mostrando i differenti volti della società israeliana.

La signora nel furgone e le sue conseguenze
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bennett, Alan <1934->

La signora nel furgone e le sue conseguenze / Alan Bennett ; traduzione di Giulia Arborio Mella e Mariagrazia Gini

Adelphi, 2018

Abstract: Mancava un po’ a tutti, l’intrattabile Miss Shepherd. Ai moltissimi lettori della Signora nel furgone, naturalmente. Ma soprattutto al suo riluttante e devoto biografo, Alan Bennett, che come si poteva immaginare ha colto al volo la proposta del regista Nicholas Hytner: scrivere un film che avrebbe visto Maggie Smith nel ruolo della protagonista. Dal lavoro sul film è nato poi questo libro, che oltre al testo originale e alla sceneggiatura contiene uno scritto introduttivo di pungente sincerità dove per la prima volta Bennett, anche grazie a nuove pagine di diario, racconta fino in fondo la singolare relazione che per quindici anni lo ha legato al più eccentrico dei suoi personaggi, svelando a uno a uno, con nostro irrefrenabile divertimento, i lati più curiosi dello strano mestiere che, senza quasi volerlo, ha finito per fare – più o meno meglio di chiunque altro.

L' uomo che guardava passare i treni
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Simenon, Georges <1903-1989>

L' uomo che guardava passare i treni / Georges Simenon

Milano : Adelphi, copyr. 1986