Dante oltrepassa l’ingresso del primo cerchio “che l’abisso cigne”, sede del Limbo. Si apre così la visione “d’un nobile castello” circondato da sette cerchie di mura e da “un bel fiumicello” dove incontra gli “spiriti magni”.
I castelli che abbiamo scelto per voi ospitano spesso personaggi assai più inquietanti…

Trovati 23 documenti.

Morte al castello
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wilson, Robert McNair <1882-1963>

Morte al castello / Anthony Wynne

Polillo, 2013

Abstract: Quello di Duchlan è il classico castello tetro e minaccioso delle Highlands scozzesi. Una notte vi viene ritrovata uccisa Mary Gregor, sorella del Laird di Duchlan, un membro della piccola nobiltà locale. La donna è stata pugnalata a morte nella sua camera da letto, ma la stanza è chiusa dall'interno e le finestre sono sbarrate. Unico minuscolo indizio sulla scena del delitto è una scaglia di pesce d'argento rinvenuta sul cadavere. L'ispettore Dundas viene inviato a Duchlan per indagare sul caso. La famiglia Gregor e la servitù sono fin troppo premurosi nel fornire di Mary il ritratto di una donna gentile e caritatevole. L'ispettore tuttavia scopre ben presto una verità più complessa, mentre la figura spietata della defunta continua a gravare sulla magione anche dopo la sua morte. Presto si verificano altri omicidi, impossibili da spiegare quanto il primo, e l'atmosfera si fa sempre più cupa. La gente del posto, in accordo con le superstizioni locali, dà la colpa alle creature che sarebbero solite emergere dalle acque profonde nei pressi del castello. Fortunatamente per l'ispettore Dundas giunge in suo aiuto il geniale dottor Eustace Hailey, detective dilettante, che riuscirà a trovare una soluzione più logica al diabolico complotto. Uno dei più famosi «misteri della camera chiusa» della narrativa poliziesca.

Il castello di Udine
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gadda, Carlo Emilio <1893-1973>

Il castello di Udine / Carlo Emilio Gadda

Torino : Einaudi, copyr. 1973

Il castello tra le nuvole
1 0 0
Materiale linguistico moderno

Gier, Kerstin <1966->

Il castello tra le nuvole : romanzo / Kerstin Gier ; traduzione di Alessandra Petrelli

Corbaccio, 2018

Abstract: Che diciassette anni sia un'età meravigliosa lo dice solo chi li ha passati da un pezzo. Lo sa bene Fanny Funke che nella sua vita improvvisamente non ha trovato più niente che andasse per il verso giusto: amici, genitori, scuola... Al punto da decidere di mollare tutto e di andare a fare uno stage in un albergo. Di sicuro però non sapeva dove sarebbe finita nel luogo più sperduto delle Alpi svizzere in un Grand Hotel indubbiamente suggestivo ma chiaramente in rovina e con una clientela a dir poco variegata, fra oligarchi russi, industriali americani, scrittori di gialli, attrici, ex atlete olimpioniche e, per fortuna, almeno un paio di bei ragazzi. E dove, in qualità ultima arrivata, le tocca subire le angherie di alcune colleghe, le pretese tiranniche del proprietario e l'irritante comportamento dei bambini ai quali deve fare da babysitter. Ma quella che minaccia di diventare una faticosissima routine, si tramuta ben presto in una straordinaria avventura, quando l'atmosfera festosa dell'hotel viene stravolta da un tentato rapimento, che farà capire a Fanny di chi può veramente fidarsi e che cosa cerca veramente nella vita...

Il castello di carte
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Alger, Cristina

Il castello di carte / Cristina Alger ; traduzione di Laura Guerra

Piemme, 2020

Abstract: Una mattina di novembre, a Londra, una coppia sale a bordo di un aereo privato diretto a Ginevra. Poco dopo, il velivolo sparisce dal radar e il relitto viene ritrovato sulle Alpi. Matthew Werner, collaboratore della Swiss United, una potente banca offshore, era su quell'aereo. La moglie Annabel è devastata dalla notizia. E, soprattutto, non riesce a trovare risposte alle circostanze misteriose che caratterizzano l'incidente. Perché Matthew era a Londra? Chi era la giovane donna con lui al momento dell'impatto? La vita perfetta che Annabel credeva di avere inizia a sgretolarsi. Quella stessa mattina, a Parigi, Marina Tourneau, una giornalista molto ambiziosa, riceve la notizia della morte improvvisa di un collega, lo stesso che le aveva chiesto, la sera precedente, di indagare su una banca svizzera. Proprio quell'inchiesta porterà agli uomini più potenti del mondo, e a un incidente aereo sulle Alpi. Due indagini parallele; due donne determinate e coraggiose disposte a rischiare la vita pur di scoprire la verità.

Il castello di Otranto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Walpole, Horace

Il castello di Otranto : una storia gotica / Horace Walpole ; traduzione di Chiara Zanolli ; con uno scritto di Walter Scott

Mondadori libri, 2019

Il castello dell'arsenico e altri racconti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Simenon, Georges <1903-1989>

Il castello dell'arsenico e altri racconti / Georges Simenon ; traduzione di Marina Di Leo

Adelphi, 2019

Abstract: Convinto di vivere un’avventura con la donna più bella che abbia mai incontrato, un anonimo ragioniere si trova, letteralmente, un cadavere tra le braccia; un ammiraglio che non è un ammiraglio ma solo un ex cuoco di bordo si volatilizza in pieno giorno senza lasciare tracce; un tale che ha la mania di comprare pantofole viene ucciso in un grande magazzino mentre ne prova un ennesimo paio: sono alcuni degli omicidi che dovrà risolvere, nei cinque racconti che concludono il ciclo delle sue avventure, il dottor Jean Dollent, investigatore dilettante ma ormai parecchio scafato; non solo: gli toccherà anche indagare sui misteriosi avvelenamenti che avvengono in un immenso castello fatiscente e scalcinato, nonché sull’autore di un delitto quasi perfetto. In un anno, il 1938, in cui scrive alcuni dei suoi romanzi migliori (e basterà citarne tre: La casa dei Krull, Gli intrusi e Il borgomastro di Furnes) Simenon, quasi per distrarsi, butta giù anche trentatré racconti, fra cui quelli che hanno come protagonista il «dottorino», un simpatico medico di provincia con la vocazione del «risolutore di enigmi».

Roquenval
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Berberova, Nina Nikolaevna <1901-1993>

Roquenval : cronaca di un castello / Nina Berberova ; traduzione di Gabriele Mazzitelli

Nuova ed.

Guanda, 2013

Abstract: Roquenval è un luogo incantato e fuori dal tempo, dove il giovane Boris viene invitato a trascorrere l'estate da un amico. Qui, Boris, emigrato in Francia con i suoi genitori dalla Russia, ritrova il ricordo remoto della casa del nonno e inizia un'ansiosa ricerca delle proprie origini. La parabola struggente di Roquenval e dei suoi abitanti sembra indicare un'assorta riflessione sul ciclo inesorabile del tempo, che nemmeno il potere fantasmatico dell'immaginazione può sperare di interrompere. Breve parentesi nella vita di un giovane, l'estate a Roquenval è una sorta di prova generale dell'esistenza, che autorizza Boris, quando il momento è giunto, a tirare il sipario sulla scena del vecchio castello, per pensare al proprio futuro.

Un castello di inganni
3 0 0
Materiale linguistico moderno

George, Elizabeth <1949->

Un castello di inganni / romanzo di Elizabeth George ; traduzione di M. Cristina Pietri

Longanesi, 2012

Abstract: Alla fine, tutto sembra ricondursi al denaro, riflette lapidario Thomas Lynley di fronte all'indagine che lo ha portato in Cumbria, un incarico strettamente confidenziale affidatogli da Sir David Hillier. A chiamare in causa Scotland Yard è Bernard Fairclough, baronetto di recente nomina e ricco industriale, convinto che la morte per annegamento di suo nipote Ian, archiviata dal coroner come accidentale, sia stata in realtà un omicidio. Affiancato da Deborah e Simon St. James, che lo seguono in incognito, Lynley si ritrova a frugare tra gli scheletri nell'armadio di molte rispettabili persone, costretto a mettere in discussione persino gli affetti più cari. E le sorprese non mancano negli armadi di casa Fairclough, o piuttosto nelle complicate relazioni che ruotano attorno alle ricche casse della famiglia: una figlia finta invalida che conduce un'esistenza parassita a spese del padre; un figliol prodigo uscito dal tunnel della dipendenza da alcol e stupefacenti che si affanna per rientrare nelle grazie del genitore, un ragazzino affetto da turbe psichiche, qualche ex moglie inviperita e non pochi amanti inopportuni... Un ginepraio su cui si è concentrata l'attenzione del giovane reporter di un famigerato quotidiano scandalistico, impegnato a indagare sulla vita del rampollo di casa Fairclough... L'ostinazione di Lynley e dei suoi ufficiosi assistenti porterà inevitabilmente a dipanare quel groviglio, facendo crollare un castello di spaventose bugie e atroci perversioni.

Il castello interiore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Teresa de Jesus, santa <1515-1582>

Il castello interiore / Teresa d'Avila ; introduzione a cura di Sandro Anella, Andrea Pintimalli

3P, 2010

Abstract: Tra gli scritti di Teresa d'Avila, sicuramente Il castello interiore è l'opera più matura e sistematica. Con la metafora del viaggio attraverso le sette dimore del castello, Teresa descrive il percorso verso la preghiera, percorso fatto di fatiche, di rischi e possibili illusioni, ma anche segnato dalla gioia e dalla consolazione. Non è un'opera autobiografica, ma l'esperienza di Teresa emerge in tutta la sua forza delineando il ritratto interiore della Riformatrice dell'Ordine del Carmelo.

Il castello in Transilvania
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Verne, Jules <1828-1905>

Il castello in Transilvania / Jules Verne

Piano B, 2012

Abstract: Un oscuro barone melomane vive rinchiuso in un castello avvolto dal mistero di sinistri suoni e urla di provenienza ignota. Un giovane intraprendente decide di investigare i segreti del luogo. Una perfetta macchina narrativa in cui Verne, prima della moda iniziata dal Dracula di Bram Stoker, innesta sul genere gotico la sua caratteristica predilezione per le invenzioni scientifiche: dalle macchine ante litteram per la registrazione di suoni e immagini ai microfoni per lo spionaggio.

Il castello errante di Howl
4 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Il castello errante di Howl / un film di Hayao Miyazaki

Studio Ghibli DVD video ; Lucky Red Homevideo, copyr. 2006

Abstract: Sophie ha diciotto anni e lavora nel negozio di cappelli ereditato dal padre.Un giorno incontra Howl, un giovane mago che vive a bordo di un castello che cammina. All'incontro assiste una strega che, accecata dalla gelosia, manda a Sophie una maledizione che la trasforma in una vecchia. Fuggendo dal villaggio Sophie riesce ad entrare nel castello errante. E il suo viaggio fantastico ha inizio

Il castello
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kafka, Franz <1883-1924>

Il castello / Franz Kafka ; introduzione di Ferruccio Masini ; presentazione di Guido Massino ; traduzione di Clara Morena

Milano : Garzanti, 1991

Abstract: L'ultimo romanzo, incompiuto, di Kafka, la cui stesura ebbe inizio nel gennaio 1922 (l'autore non ha ancora quarant'anni e ne mancano due alla morte per tubercolosi faringea) e proseguì fino al settembre dello stesso anno. Non esiste una versione definitiva dell'autore che anzi dispose che il manoscritto fosse distrutto. Più che un romanzo Il castello si può definire un insieme di frammenti in cui il personaggio K., arrivato a un non-luogo, un misero villaggio immerso nel freddo, tenta di avvicinarsi alla meta, il Castello appunto. Sono frammenti di vuoto, stanchezza, solitudine, presentimenti di una non-vita che attende l'autore nei meandri dell'ultima meta.

Il castello errante di Howl
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Jones, Diana Wynne <1934-2011>

Il castello errante di Howl / Diana Wynne Jones

Kappa, 2013

Abstract: La giovane Sophie vive a Market Chipping, nel lontano e bizzarro paese di Ingary, un posto dove può succedere di tutto, specialmente quando la Strega delle Terre Desolate perde la pazienza. Sophie sogna di vivere una grande avventura, ma da quando le sorelle se ne sono andate di casa e lei è rimasta sola a lavorare nel negozio di cappelli del padre, le sue giornate trascorrono ancor più tranquille e monotone. Finché un giorno la perfida strega, per niente soddisfatta dei cappelli che Sophie le propone, trasforma la ragazza in una vecchia. Allora anche Sophie è costretta a partire, e ad affrontare un viaggio che la porterà a stipulare un patto col Mago Howl, a entrare nel suo castello sempre in movimento, a domare un demone, e infine a opporsi alla perfida Strega.

Il castello dei Carpazi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Verne, Jules <1828-1905>

Il castello dei Carpazi / Jules Verne ; a cura di Mariella Di Maio ; prefazione di Edoardo Sanguineti

Roma : Editori riuniti, 1982

Abstract: Un oscuro barone melomane vive rinchiuso in un castello avvolto dal mistero di sinistri suoni e urla di provenienza ignota. Un giovane intraprendente decide di investigare i segreti del luogo. Una perfetta macchina narrativa in cui Verne, prima della moda iniziata dal Dracula di Bram Stoker, innesta sul genere gotico la sua caratteristica predilezione per le invenzioni scientifiche: dalle macchine ante litteram per la registrazione di suoni e immagini ai microfoni per lo spionaggio.

Il castello in mezzo al lago
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Woolson, Constance Fenimore <1840-1894>

Il castello in mezzo al lago / Constance Fenimore Woolson ; traduzione di Giuliana Prato

Elliot, 2014

Abstract: Al centro del Lago Michigan, nella selvaggia e vastissima regione dei Grandi Laghi, vive un oscuro individuo. Nessuno sa chi sia, né da dove arrivi. Nessuno conosce il suo passato. Abita in una sorta di castello nel nulla, dove il misterioso personaggio ha ricreato un mondo primordiale al riparo dai mali della civilizzazione, insieme a una ragazza, allevata come una figlia, e a un’anziana domestica di colore. Ma chi è realmente quest’uomo? Cosa si nasconde dietro questa strana utopia galleggiante?Opera chiave nell’evoluzione letteraria di Constance Woolson, Il castello in mezzo al lago, pubblicato nel 1875, fu il suo primo tentativo di staccarsi dal naturalismo americano del secondo Ottocento. La Woolson, che fino a quel momento si era fatta notare come autrice di appunti di viaggio e di racconti apprezzati proprio per le tinte di crudo realismo, scrisse una favola estraniante, allegorica, fantastica, che sfidava non solo il realismo ma la realtà stessa, e che fece di lei - a detta dei biografi - “la più anticonvenzionale delle scrittrici americane”.

Il castello
0 0 0
Videoregistrazioni: DVD

Il castello / un film di Massimo D'Anolfi e Martina Parenti

Laboratorio 80, [2013]

Abstract: Un anno vissuto dentro l’aeroporto intercontinentale di Malpensa, un luogo in cui la burocrazia, le procedure e il controllo mettono a dura prova la libertà degli individui, degli animali e delle merci che da lì transitano.

Il castello dei Pirenei
4 0 0
Materiale linguistico moderno

Gaarder, Jostein <1952->

Il castello dei Pirenei : romanzo / di Jostein Gaarder ; traduzione di Cristina Falcinella

Milano : Longanesi, copyr. 2009

Abstract: Il caso, una coincidenza, il destino, la telepatia: difficile spiegare l'incontro fra un uomo e una donna che si rivedono, dopo trent'anni, nello stesso albergo affacciato sul fiordo dove si erano detti addio. Sempre che dare una spiegazione abbia un senso. Solrun e Steinn sono entrambi cinquantenni. Nonostante il passare degli anni e il fatto che oggi siano entrambi sposati e con figli, non hanno mai smesso di pensare l'uno all'altra. Dopo la sorpresa dell'incontro, danno vita a un fitto scambio di e-mail nel quale si raccontano, ripercorrendo l'episodio, inspiegabilmente velato di mistero, che aveva messo la parola fine al loro amore. Per ritrovarsi, come spesso accade, a scrivere due storie diverse della stessa passione condivisa. Chissà però se le due versioni sono davvero così differenti. Nel dialogo a distanza prendono corpo due visioni della vita inconciliabili: lui è un professore di Fisica, ateo e materialista, lei è un'umanista convinta che a governare i nostri destini siano forze superiori. Forse solo il finale del romanzo saprà dare finalmente un senso agli eventi.

Ho un castello nel cuore
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Smith, Dodie <1896-1990>

Ho un castello nel cuore / Dodie Smith ; traduzione di Beatrice Masini

[Milano] : Fabbri, 2004

Abstract: Cassandra, diciassette anni, racconta nel suo diario le vicende della sua bizzarra famiglia, che vive in un cadente castello nella campagna inglese ed è sul lastrico. Il padre, Mortmain, è un eccentrico ex scrittore in crisi d'ispirazione; la sua seconda moglie, Topaz è una bellissima ex modella. Poi c'è Rose, sorella di Cass, tutta capelli biondi e occhioni azzurri, decisa a sposare un uomo ricco; Thomas, il fratellino, va ancora a scuola; Stephen, bellissimo figlio dell'ex governante, innamorato da sempre di Cass, mantiene tutti quanti facendo mille lavoretti. La vita dei Mortmain cambia per sempre all'arrivo dei vicini di casa: americani, ricchissimi, allegrissimi...

La rocca di Is
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barcelo', Elia

La rocca di Is : una storia vichinga / Elia Barcelò ; traduzione di Giovanna Massimetti

Torino : Società editrice internazionale, 2009

Abstract: Una spedizione archeologica del secolo XXI, un villaggio vichingo del secolo IX: più di mille anni separano questi due mondi, ma un legame forte e misterioso li unisce. Questa è la storia avventurosa che si anima tra il fascino selvaggio degli antichi paesaggi naturali nelle Terre del Nord e le suggestioni moderne della scoperta e della ricostruzione archeologica: al centro, la giovane Enye, ancora bambina, ma destinata a diventare Grande Sacerdotessa e ad attraversare il mare sulla nera Nave dei Morti per raggiungere la mitica Rocca di Is, regno delle Anime e dei Guerrieri. Questa è anche la storia di due donne i cui destini si intrecciano e si incrociano nonostante gli anni che le separano: perché c'è forse un unico modo di raccontare la storia di donne che, accusate di essere delle streghe o delle visionarie, hanno costruito il mondo e hanno vegliato sulla sua vita. Il libro è composto da due lunghi racconti, che possono anche essere letti in modo autonomo, ma che sono in realtà strettamente uniti. Si può cominciare a leggere da quello che si preferisce: la storia della piccola Enye, la strega di un villaggio vichingo nel IX secolo, o quella di Sara, in uno scavo archeologico dei nostri giorni. In entrambe il lettore troverà dubbi e misteri, in entrambe troverà risposte e spiegazioni. E quando terminerà la lettura, si renderà conto che la storia non finisce del tutto, e che le vite dei personaggi potranno raccontare nuovi spazi, e nuove inquietudini.

E da lontano un castello
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Agnello, Antonella

E da lontano un castello / Antonella Agnello

Massarosa (Lu) : Giovane Holden, 2011)

Abstract: All'interno di un centro di ricerche all'avanguardia, una equipe di scienziati sta lavorando a un progetto misterioso. Produrre mostri, orrende cavie a due teste portatrici di virus letali, questo sarà l'ordine perentorio della Creatura, in vista di un potere illimitato da esercitare sulle autorità. E nessuno potrà sottrarsi al suo volere se non sopportando soprusi, vessazioni e inconfessabili violenze fisiche... ma soprattutto psicologiche. Perché la Creatura, che lì dentro controlla ogni cosa, assorbe i pensieri come una spugna attraverso gli ambienti, le pareti, gli strumenti di laboratorio, persino gli sguardi intimiditi dei colleghi ormai ridotti a larve umane prive di parola. Tutto è in suo potere e anche i sogni saranno la sua porta per il controllo della volontà. Unica a opporsi al destino di alienazione è la coraggiosa protagonista, ma le dure prove che dovrà sopportare la renderanno tenero strumento di morte nelle mani del demonio, labile presenza in un limbo dimenticato, sola a osservare un lontano castello in cui bellezza e raccapriccio sono le due facce inscindibili di un'assurda realtà.