Encontrados 3257 documentos.

Questione di Stilo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Verona, Cesare - Moraglio, Adriano

Questione di Stilo

Giunti, 16/04/2021

Resumen: Torino, 1919. "Signor Levi, le propongo un affare fantastico: perché non fabbrica anche lei penne stilografiche a Torino?". Un giovane ragioniere intraprendente guarda dritto negli occhi un noto industriale tessile di Torino, Isaia Levi. L'imprenditore è intrigato dalla proposta del giovanotto che gli sta davanti. Se Torino è nota per aver dato i natali al Regno e se è famosa per le sue pasticcerie, il cioccolato, l'industria automobilistica e quella tessile, non potrebbe diventare la "capitale" della penna stilografica? Qualche giorno dopo comincia l'avventura: "Buongiorno, devo registrare una nuova società". Il funzionario della Camera di Commercio solleva lo sguardo dalle carte e stringe le labbra in segno di considerazione: "Nome della società?". "Fabbrica italiana di penne a serbatoio Aurora". Torino, 1889. Un certo Cesare Verona importa in Italia le prime macchine per scrivere di produzione americana Remington. La sua attività comincia in pieno centro a Torino, a una quindicina di minuti a piedi dal luogo in cui sorgerà la fabbrica dell'Aurora. Cesare Verona è il mio bisnonno e io, che porto il suo nome, sono attualmente il quarto patron di Aurora, divenuta la più importante fabbrica italiana di penne stilografiche. È andata così. In questo incrocio "siderale" tra macchine per scrivere e penne stilografiche c'è tutto il paradosso di una storia che ha compiuto ben cento anni. Tutta da… leggere, ora che l'ho scritta per voi. Cesare Verona

Hals. Ediz. illustrata
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Pescio, Claudio

Hals. Ediz. illustrata

Giunti, 16/04/2021

Resumen: eDossier: una collana di Art e Dossier. Un artista da leggere, un movimento da conoscere come un racconto, una raccolta di saggi agile e accessibile.Frans Hals (Anversa 1582 circa - Haarlem 1666) è, insieme a Rembrandt e Vermeer, uno dei protagonisti della pittura olandese del Secolo d'oro. Nel suo periodo giovanile dipinge scene di genere, qualche opera di carattere religioso, soggetti popolari. Nella maturità sceglie il ritratto e dedica il resto della sua carriera a questa specializzazione. La sua capacità di rendere la scena movimentata, vivace, di cogliere gli stati d'animo, di far emergere addirittura rapporti e complicità nei ritratti di coppia o di gruppo ne fanno forse il miglior ritrattista del suo tempo; non raggiunge la profondità di penetrazione psicologica di Rembrandt ma è certamente uno dei pochi capaci di restituirci una scintilla di vita vissuta da individui in carne e ossa.

Hals. Ediz. illustrata
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Pescio, Claudio

Hals. Ediz. illustrata

Giunti, 16/04/2021

Resumen: NON DISPONIBILE PER KINDLE E-INK, PAPERWHITE, OASIS. Frans Hals (Anversa 1582 circa - Haarlem 1666) è, insieme a Rembrandt e Vermeer, uno dei protagonisti della pittura olandese del Secolo d'oro. Nel suo periodo giovanile dipinge scene di genere, qualche opera di carattere religioso, soggetti popolari. Nella maturità sceglie il ritratto e dedica il resto della sua carriera a questa specializzazione. La sua capacità di rendere la scena movimentata, vivace, di cogliere gli stati d'animo, di far emergere addirittura rapporti e complicità nei ritratti di coppia o di gruppo ne fanno forse il miglior ritrattista del suo tempo; non raggiunge la profondità di penetrazione psicologica di Rembrandt ma è certamente uno dei pochi capaci di restituirci una scintilla di vita vissuta da individui in carne e ossa.

Genitori elicottero. Come stiamo rovinando la vita dei nostri figli
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Greiner, Lena - Padtberg, Carola - Malimpensa, Cristina

Genitori elicottero. Come stiamo rovinando la vita dei nostri figli

Feltrinelli Editore, 15/04/2021

Resumen: Dall'obbligo di far mangiare farro al figlio al rimprovero mosso al professore per il brutto voto: i genitori elicottero sorvolano la prole dai primi giorni di vita fino all'età adulta. Sono apprensivi, hanno grandi progetti, spianano il terreno per il futuro dei ragazzi, si sacrificano per loro senza se e senza ma e, purtroppo, sono onnipresenti e sempre più arroganti. Educatori, insegnanti, medici, allenatori, persino ostetriche e docenti universitari, insieme a padri e madri, e ai figli stessi di genitori elicottero, finalmente vuotano il sacco e raccontano le proprie esperienze con questi adulti superdeterminati, totalmente dediti ai loro "pargoli". Il risultato finale è una satira realistica che in molti susciterà grandi risate, porterà altri a mettersi le mani nei capelli, e stimolerà tutti quanti a ragionare sugli eccessi dell'essere genitore, su cosa conta davvero per i figli e sui fraintesi dell'amore.

Rispettati! Affermare se stessi senza sensi di colpa
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Damico, Gianfranco

Rispettati! Affermare se stessi senza sensi di colpa

Feltrinelli Editore, 15/04/2021

Resumen: Controllati! Apriti, ascolta, comprendi, giustifica! Che credi, di essere migliore di altri? Presuntuoso! Non vorrai per caso offendere qualcuno, ferirlo con le tue assurde pretese, con le tue sfrontate opinioni, la tua egoistica mancanza di disponibilità, di accoglienza e accettazione?L'altro che ci arricchisce, il diverso che ci contamina e va ascoltato. Sacrosanto! Il rischio della chiusura e dell'autoreferenza è sempre in agguato e va scongiurato. Il problema è che una parte consistente di quelle diverse istanze persegue orizzonti che non sono i tuoi. E la logica del "win-win", quell'auspicato poter "vincere insieme", non sempre si rivela praticabile. Il mondo, inutile nasconderselo, è anche pieno di "stronzi", di gente che non si occupa degli interessi altrui, perché è troppo impegnata a farsi i suoi. E le due cose non necessariamente coincidono.Bel problema, anche perché l'affermazione di ciò che ti sta a cuore e che tu vuoi essere, è la partita più importante della vita. Questo libro racconta il modo per giocarsela al meglio. Definisce sette pilastri per configurare un nuovo potere dell'assertività. E racconta di come vi sia un tempo per l'apertura e per l'ascolto, per il lavoro rigoroso su se stessi, per i dubbi e le domande, tempo imprescindibile e prezioso, cui però deve seguire un tempo in cui dire con ferma risolutezza chi sei, quali sono i tuoi confini e gli obiettivi che vuoi raggiungere. Il rischio, altrimenti, è che qualcuno che di dubbi e di domande se ne pone molti meno di te, si metta alla guida della tua vita, portandoti dove lui vuole arrivare, e dove tu non avresti mai voluto essere.

In primavera
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Knausgård, Karl Ove - Podestà Heir, Margherita

In primavera

Feltrinelli Editore, 15/04/2021

Resumen: Mentre in Autunno e in Inverno sono caratterizzati da brevissimi saggi che riguardano le osservazioni e le riflessioni di Knausgård su oggetti, ambienti circostanti connessi alla natura e al mondo materiale, in Primavera ritorniamo invece alla narrazione di più ampio respiro che ruota sulla famiglia dello scrittore, e in particolare sulla malattia della moglie.La cornice narrativa non è casuale, si concentra sulla giornata che si conclude la sera con la "Valborgsmesseaften", tra il 30 aprile e il 1° maggio, quando in Svezia si festeggia l'arrivo della primavera con canti e falò. Knausgård è a casa da solo con i tre figli più grandi, di nove, otto e sei anni, e la piccola appena nata di appena tre mesi. Tocca a lui accudire tutti perché la moglie Linda è ricoverata in una clinica psichiatrica dopo aver tentato il suicidio con i barbiturici mentre è incinta per la quarta volta. Dopo aver accompagnato i figli a scuola, Knausgård è diretto all'ospedale per far visita alla moglie e insieme a lui c'è ovviamente la piccola. Durante questo viaggio di andata e ritorno racconta alla figlia tutto quello che è accaduto in famiglia prima di quel tragico ricovero, in positivo e in negativo, di come è stata concepita e del perché, dei suoi fratelli e della depressione cronica e bipolare della madre. Knausgård riprende i temi a lui cari e che hanno contraddistinto "la sua battaglia". Allo stesso tempo la sua è come una dichiarazione d'amore continua nei confronti della piccola e dei figli, dell'amore che, come sottolinea in più occasioni, è incondizionato, non finisce mai e chiede nulla in cambio.

Noi ragazzi della libertà. I partigiani raccontano
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Lerner, Gad - Gnocchi, Laura - Colombo, Paolo - Rossignoli, Marco - Gnocchi, Laura - Macola, Piero

Noi ragazzi della libertà. I partigiani raccontano

Feltrinelli Editore, 15/04/2021

Resumen: "Noi? Ragazzi della libertà? Ma cosa c'entriamo con i partigiani? Sono storie vecchie, del tempo dei nonni e dei bisnonni…I partigiani sono persone che molto tempo fa, quando in Italia c'era la guerra, hanno scelto da che parte stare. Ma chi gliel'ha fatto fare? Per rispondere a questa domanda ve ne proponiamo un'altra: e se provassimo a metterci nei loro panni? La Resistenza l'hanno fatta anche tanti ragazze e ragazzi della vostra età.Noi li abbiamo incontrati e abbiamo realizzato una raccolta di memorie della Resistenza, perché restasse la loro testimonianza e fosse reso omaggio a chi ha rischiato la propria vita per la libertà. E se oggi voi potete mettervi nei loro panni – ma per fortuna siete in panni molto più comodi –, lo dovete anche a loro.""La libertà non è un regalo, va conquistata."La Resistenza raccontata in prima persona dalle ragazze e dai ragazzi che hanno scelto da che parte stare.A partire dai 12 anni.

A grandezza naturale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

De Luca, Erri

A grandezza naturale

Feltrinelli Editore, 15/04/2021

Resumen: "In queste pagine unisco," chiarisce De Luca nell'Introduzione, "storie estreme di genitori e figli." La narrazione si rinsalda nelle radici della storia tramandata: si inizia da Isacco, naturalmente, dalla mancanza di legittima difesa contro il padre – la legatura di Isacco, in ebraico così ci si riferisce a quello che noi di solito chiamiamo "il sacrificio", perché quel nodo stretto fra lui e Abramo è irreparabile. Nodo che sembra potersi sciogliere solamente diventando a propria volta genitori, "passaggio che fa scordare e slega dallo stato di figlio". Come succederà a Chagall, dopo aver dipinto il ritratto del padre – struggente il racconto dell'opera in queste pagine –, e come invece non potrà fare la figlia del vecchio nazista, nel tentativo estremo di mettersi al riparo dal torto del soldato scegliendo di non procreare. E come non succederà a chi racconta, rimasto figlio – nelle orecchie ancora il suono della camicia lacerata del padre come atto di dolore, rumore "amplificato a squarcio", reazione al suo allontanamento da casa. Tuttavia proprio per ciò egli è il narratore ideale di queste storie: "Ne sono estraneo a metà: senza essere padre, sono rimasto necessariamente figlio. Non ho sperimentato la responsabilità, la protezione, la prova di educare. Non cambio comportamento con un giovane o un anziano. Da figlio li considero alla pari, dei contemporanei. Da lettore e da scrittore lo divento delle storie che ho davanti".In A grandezza naturale Erri De Luca attraversa, "per esempi e dal basso", con il suo sguardo personale, con la sensibilità esperta e soprattutto con la prosa essenziale e stratificata, il rapporto cardinale alle origini dell'umanità e di ogni storia che si voglia raccontare.

Nel cuore di Yamato
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Shimazaki, Aki - Poli, Cinzia

Nel cuore di Yamato

Feltrinelli Editore, 15/04/2021

Resumen: Nel cuore del Giappone, anticamente chiamato Yamato, sono ancora in vita molte usanze ancestrali, il sistema scolastico è rigoroso e le canzoni tradizionali risuonano nell'aria. È in quest'atmosfera che si intrecciano le vicende di Mitsuba, Zakuro, Tonbo, Tsukushi e Yamabuki: le loro storie, tangenti nel tempo, offrono un inedito spaccato della storia politica, sociale ed economica del paese a partire dagli anni difficili del dopoguerra. La logica del lavoro, il peso della posizione sociale e il ferreo rispetto delle regole condizionano la vita privata e sentimentale di tutti loro: c'è chi lo accetterà in nome della rinascita del paese e chi preferirà prenderne le distanze, a caro prezzo, in una lotta tra l'affermazione della libertà e l'accettazione passiva. Misteriosi segreti – sull'epoca delle deportazioni in Siberia, su sconvenienti scelte sessuali, su dolorosi suicidi – determineranno irrevocabilmente la direzione delle loro vite. Su ogni avvenimento aleggia l'amore, nella sua complessità: di coppia, fra genitori e figli, sacrificato o portato a compimento, ma soprattutto quello per una cultura e delle tradizioni che affondano le radici in un passato remoto.

Come si muore oggi. I casi di Hoke Moseley
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Willeford, Charles - Carlotti, Giancarlo

Come si muore oggi. I casi di Hoke Moseley

Feltrinelli Editore, 15/04/2021

Resumen: Quando il detective della Squadra Omicidi di Miami Hoke Moseley riceve l'ordine di farsi crescere la barba, non dà grande importanza alla cosa. Ha già troppi casini da gestire in privato, tra le due figlie teenager e l'ex collega cubana con neonato al seguito – tutte insediate a casa sua. Ancor di più da quando uno psicopatico, che aveva messo al fresco una decina di anni prima, ha preso in affitto la villetta di fronte. Ma il suo capo ha altri progetti per lui: assegnargli una missione sotto copertura, a molti chilometri di distanza, senza distintivo né pistola e fuori dalla sua giurisdizione. Deve infiltrarsi in un'organizzazione sospettata di sfruttare e assassinare immigrati clandestini in un ranch nelle Everglades, tra umidità soffocante e branchi di alligatori affamati.Divertente, elettrizzante e inquietante, Come si muore oggi è la rocambolesca conclusione di una delle serie poliziesche più originali di tutti i tempi.

La somma dei giorni
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Allende, Isabel - Liverani, Elena

La somma dei giorni

Feltrinelli Editore, 15/04/2021

Resumen: Come si sopravvive a una figlia? Cosa resta di sé dopo quel dolore? Negli anni che seguono la morte della figlia Paula, Isabel Allende decide di scrivere ancora di sé e dalla sua penna prendono vita, con ironia e calore, giorni che sono storie e ritratti che diventano personaggi indimenticabili. Il rapporto con il secondo marito Willie, la natura dell'amore in età matura, è il filo rosso che unisce una quotidianità affollata dal clan famigliare: allargato, eclettico ed eccentrico, è un gruppo eterogeneo che solo l'affetto e la volontà della matriarca Isabel saranno in grado di trasformare in una nuova, vera famiglia. Se le avventure della tribù e della sua "regina" la fanno da padrone, non mancano le riflessioni sulla capacità di cambiare e ritrovare se stessi e, in ultima analisi, sul dono di sapersi prendere in giro – che dovrebbe sempre accompagnarci nella fatica di vivere.Con intelligenza, autoironia e la passione che la contraddistinguono, Isabel Allende riflette sull'amore, la maternità e la memoria e ci racconta come anche il più improbabile e folle dei gruppi può trasformarsi nella nostra famiglia.

Miramar
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Mahfuz, Nagib - Chiti, Elena

Miramar

Feltrinelli Editore, 15/04/2021

Resumen: In un'Alessandria che ha perso il suo fulgore, spenta dalle politiche di Nasser, resiste una pensione, il Miramar. Un luogo di un'eleganza un po' decaduta che, sotto le macchie d'umidità, conserva le tracce di un passato grandioso. Mariana, la matura vedova greca che ne è la proprietaria, non intende arrendersi né al trascorrere del tempo né ai cambiamenti della società egiziana. Gestisce la pensione con l'aiuto della bella Zahra, fuggita dalla campagna nel tentativo di evitare un matrimonio combinato. Lentamente, il Miramar si ripopola, e tra i suoi ospiti compare Amer Wagdi, vecchio giornalista in pensione che ha militato nel partito nazionalista liberale, e ha deciso di tornare dopo vent'anni da Mariana, la donna che ha amato, in cerca di un luogo in cui trovare pace nella sua ultima stagione. E se in diversi, come il decaduto Tolba Marquz che ha perso tutte le proprietà nei cambi di governo e Mansur Bahi, tormentato annunciatore a Radio Alessandria, arrivano alla pensione in cerca di un rifugio, il giovane ragioniere Sarhan al-Buheyri ha seguito la bella Zahra e spera di riuscire a sedurla. Dai loro scambi e intrecci emerge chiara la dolorosa realtà sociale e politica di un paese diviso da obiettivi, visioni e interessi differenti.

L'influenza delle stelle
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Donoghue, Emma

L'influenza delle stelle

SEM Libri, 15/04/2021

Resumen: Dublino, 1918. In una città devastata dalla guerra e dalla pandemia, l'infermiera Julia Power gestisce, da sola, un minuscolo reparto di ospedale dove sono ricoverate donne incinte e in quarantena, affette dai sintomi dell'influenza spagnola. L'arrivo di un'aiutante, una giovane orfana che non conosce nemmeno la propria età, e di una dottoressa ricercata dalla polizia per la sua attività nel movimento indipendentista irlandese – un personaggio che si ispira all'omonima attivista Kathleen Lynn – cambierà completamente la vita di Julia.Nell'arco di tre giorni e nello spazio angusto e claustrofobico del piccolo reparto d'ospedale, le tre donne vedono morire molte delle loro pazienti, uccise dal virus, terribile e sconosciuto, ma allo stesso tempo lottano per far nascere – in un mondo che spaventa – nuove vite. Con una dolcezza costante e una grandissima umanità, dottoresse, infermiere e madri instaurano un rapporto di affetto e solidarietà che rappresenta una luce nell'oscurità della sofferenza, aggravata dalla condizione della donna e dall'irrilevanza del corpo femminile. Straziante e incoraggiante, ambientato in una dimensione temporale al tempo stesso breve e lunghissima, "L'influenza delle stelle" è una lettura perfetta per questi tempi difficili.Emma Donoghue intreccia abilmente una situazione medica alquanto primitiva, in una realtà sociale ancora improntata al pregiudizio, con la storia di tre donne e la loro grande capacità di amare. Un romanzo commovente sulla vita, sulla morte e sulla speranza, ma anche sulle indecifrabili trame del destino.

Restare vivo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Borrasso, Francesco

Restare vivo

Inschibboleth Edizioni, 15/04/2021

Resumen: Dieci anni fa mio padre è morto a causa di un aneurisma al cervello, una morte rapida, improvvisa. Più o meno nello stesso periodo ho iniziato a soffrire di terribili attacchi di panico e sono stato colpito da una profonda depressione che mi ha portato ad un uso massiccio di farmaci e a manie suicide. Questa è la storia di come sono riuscito a restare vivo.

L'iris selvatico
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Glück, Louise - Bacigalupo, Massimo

L'iris selvatico

Il Saggiatore, 06/04/2021

Resumen: È il tramonto e noi, a occhi aperti, guardiamo un giardino, verde e rigoglioso. Ascoltiamo il suono del vento che agita un campo di margherite. Osserviamo le foglie rosse di un acero: cadono persino in agosto, nel primo buio. Guardiamo laggiù: un bocciolo di rosa selvatica comincia a schiudersi, come un cuore protetto. Nel New England di Louise Glück, l'estate è breve e ogni ore ha la sua voce, dolce e discreta; la stessa della poetessa, che qui canta caducità ed eternità, bellezza e morte, cura e indifferenza: il flusso del tempo che scorre, il flusso delle emozioni che scorrono sulla nostra pelle, in ogni giorno, in ogni attimo sfuggente della nostra vita.

Pane, pizze & torte salate
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

AA.VV.

Pane, pizze & torte salate

Demetra, 14/04/2021

Resumen: NON DISPONIBILE PER KINDLE E-INK, PAPERWHITE, OASIS. Pane, pizze, focacce, torte salate, sfogliate, crostate e sformati... A tavola con gusto e allegria! Le ricette di base per preparare il lievito e gli impasti senza errori e con i migliori risultati. Una grande varietà di proposte, anche senza glutine, per trovare sempre l'idea giusta da portare in tavola. Tutti i segreti della macchina per il pane per cucinare risparmiando. Un libro ricco di ispirazioni golose.

La mappa delle emozioni
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Fros Campelo, Federico - Rogai, Silvia

La mappa delle emozioni

Giunti, 14/04/2021

Resumen: Come si costruisce la personalità? Su quali componenti specifiche si fonda l'autostima? Come nasce la rabbia? Perché insorge l'ansia? Perché siamo spinti a competere? Questo libro rivoluziona il modo di intendere le emozioni e fornisce risorse pratiche per gestirle, rispondendo con originalità a tutte le domande su come "funzioniamo" dal punto di vista emotivoUn vero e proprio viaggio all'interno del nostro cervello per scoprire come nascono le emozioni e come riuscire a gestirle al meglio. Insieme a tante spiegazioni chiare e intriganti, il libro è ricco di spunti pratici su un tema che è stato molto indagato dalla psicologia dell'età evolutiva, ma resta in gran parte da esplorare nel caso degli adulti. Con uno stile divulgativo fresco e originale, Federico Fros Campelo rilegge le ultime scoperte scientifiche avvalendosi di un approccio multidisciplinare. Un grande stimolo per riflettere sui processi emotivi e migliorare così la qualità delle nostre relazioni personali e professionali.

A cosa servono i soldi? Le 15 domande. Il libro che ti spiega tutto sull'economia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Baccalario, Pierdomenico - Taddia, Federico - Paravani-Mellinghoff, Simona - Bonomo, Daniele - Paravani-Mellinghoff, Simona

A cosa servono i soldi? Le 15 domande. Il libro che ti spiega tutto sull'economia

Il Castoro Editrice, 13/04/2021

Resumen: A cosa servono i soldi? Tutti devono lavorare? Si può comprare qualsiasi cosa? Che cos'è il mercato globale? Perché esiste la povertà? Cosa significa giocare in borsa? Non c'è argomento inaccessibile se si trova il modo giusto per comunicarlo. Pierdomenico Baccalario e Federico Taddia, eccellenze nella scrittura e divulgazione per ragazzi, svelano tutti i segreti dell'economia, da quella individuale a quella globale!

Cosa c'è nella mia testa? Le 15 domande. Il libro che ti spiega tutto sul cervello
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Baccalario, Pierdomenico - Taddia, Federico - Bonfanti, Luca - Petrazzi, Claudia - Bonfanti, Luca

Cosa c'è nella mia testa? Le 15 domande. Il libro che ti spiega tutto sul cervello

Il Castoro Editrice, 13/04/2021

Resumen: Chi è che comanda: io o la mia testa? Perché devo dormire? Come funzionano i cinque sensi? Come si imparano le cose? Come capisco i pensieri degli altri? Si può misurare l'intelligenza? Divertiti e diventa un super esperto del cervello in 15 domande!

Il pascià. L'avventurosa vita di Romolo Gessi, esploratore
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline

Quirico, Domenico

Il pascià. L'avventurosa vita di Romolo Gessi, esploratore

UTET, 13/04/2021

Resumen: Tra passato e presente, la storia dimenticata di un italiano che esplorò l'Africa e combatté gli schiavisti. Tra i nomi dei grandi esploratori ottocenteschi dell'Africa uno dei più brillanti, ma oggi più oscuri, è certamente quello di Romolo Gessi. Personaggio leggendario, nella sua breve e intensa vita incarnò perfettamente lo spirito del tempo: prima di inoltrarsi verso l'equatore, fu interprete nella guerra di Crimea e militare al servizio di Garibaldi durante la campagna del Trentino; poi, spinto dal celebre generale britannico Gordon, divenne maggiore dell'esercito d'Egitto, cominciando la sua romanzesca avventura nel continente africano. Unico italiano a partecipare alla scoperta della foce del Nilo, divenne governatore e pascià della provincia equatoriale del Sudan e qui combatté ed estirpò la tratta araba degli schiavi verso il mondo islamico. Gessi seguì l'invito di Kipling a portare il fardello dell'uomo bianco, credendo, da figlio del suo tempo, nella missione civilizzatrice degli europei in Africa, ma sempre gli restò "vivo il sospetto di esser lo strumento di disegni assai meno limpidi e umanitari, di paci care insomma l'Equatoria per far posto, dopo gli impresentabili negrieri, ai più accorti e "moderni" colonialisti britannici", come emerge dai suoi diari. Domenico Quirico, tra i più sensibili cronisti del continente africano, ripercorre le orme di Gessi e della sua coorte di personaggi salgariani, sovrapponendo, in un costante dialogo tra passato e presente, l'immagine romantica dell'Africa ottocentesca a quella attuale. Dopo più di due secoli, infatti, nonostante l'apparente retrocessione dei domini occidentali, quell'alveare di drammi e povertà – governato da rivoluzionari fatti della stessa stoffa dei dittatori che hanno deposto, capaci delle peggiori atrocità in nome dell'uomo nuovo africano – è tutt'altro che libero e pacificato. Accanto al riconoscimento delle evidenti colpe imperialiste, ll pascià restituisce un resoconto più sfumato, che, senza accondiscendere a un terzomondismo consolatorio, rivaluta meriti e colpe di un grande avventuriero in nome di una verità storica e giornalistica priva di pregiudizi ideologici."Domenico Quirico è uno di quei giornalisti per cui ha ancora senso consumare le scarpe per andare alla ricerca non solo di una notizia, ma di qualcosa da raccontare ai lettori di oggi e alle generazioni future." - La Stampa