Ecco una selezione delle ultime novità disponibili al prestito in biblioteca... 

Prenota subito la tua copia

Encontrados 6251 documentos.

Il duca di Wellington
0 0 0
Libros Modernos

Aldington, Richard

Il duca di Wellington / Richard Aldington

[Milano] : Mondadori, 1952

Tecnologie e diritti
0 0 0
Libros Modernos

Rodotà, Stefano <1933-2017>

Tecnologie e diritti / Stefano Rodotà

Il Mulino, 1995

Resumen: La tecnologia sta cambiando non solo i modelli di organizzazione sociale e la vita degli individui, ma anche il quadro istituzionale. Si pensi a come il computer e le tecnologie informatiche incidano sulla vita privata; a come la biotecnologia influisca sulla famiglia, sulla nascita, sulla morte, sul destino di ciascuno che può essere predeterminato dalla genetica. Rodotà con questo libro vuole mettere in relazione il cambiamento tecnologico, il mutamento sociale e la risposta istituzionale, delineando soprattutto il quadro del problema, senza pretendere di dare risposte definitive.

Storie del piccolo Franz
0 0 0
Libros Modernos

Nöstlinger, Christine <1936-2018>

Storie del piccolo Franz / Christine Nostlinger ; illustrazioni di Asun Balzola

Piemme junior, 1993

Resumen: Franz è un grazioso bambino di quasi sei anni. E' biondo, ricciolino, ha gli occhi azzurri, le guance rosate e così tutti lo scambiano per una bambina. Riuscirà il piccolo Franz a risolvere il problema? Come se non bastasse un giorno il bambino si perde. Tuttavia non si lascia prendere dal panico e trova presto il sistema per tornare a casa sano e salvo.

Le avventure di Jim Bottone
0 1 0
Libros Modernos

Ende, Michael <1929-1995>

Le avventure di Jim Bottone / Michael Ende ; illustrazioni di Franz Josef Tripp

Nuova ed.

Milano : Salani, 2007

Resumen: Nella minuscola isola di Dormolandia, persa nella vastità dell'oceano, arriva un pacco postale con dentro Jim Bottone, un misterioso bambino nero, piccolo come un bottoncino. Insieme alla locomotiva Emma e al suo macchinista Luca, Jim parte per straordinarie avventure, affrontando draghi e mostri nel tentativo di liberare Li Si, la principessa rapita. Un ferroviere grande e uno piccolo, una locomotiva travestita da drago, un re con due soli sudditi in una carrellata di magici paesaggi: il Paese degli alberi di vetro, la Valle del Crepuscolo distrutta dal ripercuotersi degli echi, il Deserto della fine del mondo, la Città dei draghi...

Il barone rampante
3 0 0
Libros Modernos

Calvino, Italo <1923-1985>

Il barone rampante / Italo Calvino ; presentazione dell'autore

Milano : A. Mondadori, 1993

Resumen: Il narratore ripercorre la lunga vicenda del fratello, Cosimo di Rondò, vissuto nella seconda metà del XVIII secolo a Ombrosa, in Liguria. Cosimo, per sfuggire a una punizione inflittagli dai suoi educatori, decide di salire su un albero per non ridiscendere mai più. Cosimo si costruisce un mondo aereo dove diversi personaggi della cultura e della politica (Napoleone compreso) lo vanno a trovare, testimoniandogli la loro ammirazione. Vive anche una tormentata storia d'amore con la volubile Viola. Cosimo muore vecchio, senza mai discendere in terra: ammalato, in punto di morte, si aggrappa alla fune di una mongolfiera e scompare mentre attraversa, così appeso, il mare.

Non volare via
4 8 0
Libros Modernos

Rattaro, Sara <1975->

Non volare via / Sara Rattaro

Garzanti, 2013

Resumen: Matteo ama la pioggia. Gli piace sentirne il tocco leggero sulla pelle. Perché quello è l'unico momento in cui è uguale a tutti gli altri. Perché Matteo è nato sordo. Oggi è giorno di esercizi. La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini. Uno vola via. Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita. Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi c'è un mondo fatto soltanto di silenzio. All'improvviso la voce, gutturale, esce: Pecché vola via?. Un uccellino è volato via e Matteo l'ha capito prima di tutti. Prima della mamma, Sandra. Prima della sorella, Alice. È il padre a essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità. All'inizio non era stato facile crescere il piccolo Matteo. Eppure tutti si erano fatti forza in nome di un comandamento inespresso: Restare uniti grazie all'amore. Ma è stato proprio l'amore a travolgere Alberto, un amore perduto e sempre rimpianto. Uno di quei segreti del passato che ti sconvolge la vita quando meno te l'aspetti. E lo fa quando credi di essere al sicuro, perché sei adulto e sai che non ti può succedere. E che poi ti trascina nell'impeto di inseguire i tuoi sogni. Ma adesso Alberto ha una famiglia che ha bisogno di lui. Sandra, la donna che ha sacrificato tutto per il figlio. Alice, la figlia adolescente che sta diventando grande troppo in fretta. Ma soprattutto ha bisogno di lui Matteo, che vorrebbe gridare Papà, non volare via.

La fine del cerchio
0 0 0
Libros Modernos

Masini, Beatrice <1962->

La fine del cerchio : romanzo / Beatrice Masini

Fanucci, 2016

Resumen: Dopo essere sopravvissuta a una catastrofe che ha costretto gli uomini a lasciarla in tutta fretta per trovare rifugio in altri mondi, la Terra è tornata a essere un luogo abitabile e tutto può ricominciare. Gruppi di bambini e ragazzi, ciascuno guidato da un Vecchio -un adulto con un proprio bagaglio di esperienze, capacità e ricordi-, vengono deposti in vari punti del globo con il compito di riavviare la vita. Una località di villeggiatura un tempo rinomata, un'isola sul lago Vittoria, nel cuore dell'Africa, una villa settecentesca con i suoi meravigliosi affreschi sono alcune delle destinazioni in cui i gruppi sono sbarcati. Il futuro è nelle loro mani, ma del presente, e soprattutto del passato di un mondo di cui hanno solo sentito parlare, i ragazzi non sanno nulla. Per loro anche gli oggetti più semplici -un gessetto, una caramella, una striscia di plastica - sono misteriosi. Come reagiranno alle scoperte che li attendono? Sapranno difendersi, adattarsi e ricostruire un mondo nuovo prima che i Vecchi, come vuole il Regolamento, li lascino a sé stessi?

El sedàs
0 0 0
Publicaciones en serie

El sedàs : giornale dell'Accademia : arte lettere scienze turismo

Bornato : Sardini, 1972-1985

  • No se puede reservar
  • Fascículos: 9
  • En préstamo: 0
  • Reservas: 0
Storia di Piera
0 0 0
Libros Modernos

Degli Esposti, Piera <1938-2021> - Maraini, Dacia <1936->

Storia di Piera / Piera Degli Esposti, Dacia Maraini

[Milano] : Euroclub, 1983

Poesie
0 0 0
Libros Modernos

Pavese, Cesare <1908-1950>

Poesie / Cesare Pavese ; introduzione di Roberto Cantini

Mondadori, 1966

Resumen: Le poesie di Verrà la morte non attingono alla vena epica di Lavorare stanca. Dall'oggettivazione narrativa fanno ritorno al soggettivismo lirico, ma trascendono l'antico limite della confessione e dello sfogo nella sottile sapienza d'un linguaggio poetico che si fa numero, immagine, valore musicale.

La spiaggia
0 0 0
Libros Modernos

Pavese, Cesare <1908-1950>

La spiaggia / Cesare Pavese ; con una cronologia della vita dell'autore e del suo tempo a cura di Antonio Pitamitz e una nota introduttiva al romanzo, un' antologia critica, una bibliografia di Marco Forti

A. Mondadori, stampa 1979

Resumen: Doro si è sposato, ha lasciato Torino per Genova e da troppo tempo non vede un suo vecchio amico, un professore più che trentenne. Ma in un giorno d'estate, Doro ritorna. A quanto dice, gli è semplicemente venuta voglia di rivedere il suo paese, eppure l'amico di un tempo non gli crede: lo accompagna per i luoghi della loro giovinezza e intanto prova a scavare sotto quella scorza taciturna ed evasiva, alla ricerca di un dramma intimo. Il professore continuerà a cercare quel dramma anche quando seguirà Doro al mare, e soprattutto quando incontrerà la moglie del suo amico, Clelia: una donna volubile e affascinante. Troppo, forse, perché il suo matrimonio funzioni. Un romanzo intenso e malinconico sui misteriosi e ambigui sentimenti che lasciano gli individui soli dinanzi al loro ineluttabile destino.

Paesi tuoi
0 0 0
Libros Modernos

Pavese, Cesare <1908-1950>

Paesi tuoi / Cesare Pavese ; con una cronologia della vita dell'autore e dei suoi tempi a cura di Antonio Pitamitz ; un'introduzione all'opera, un'antologia critica e una bibliografia di Marco Forti

Mondadori, 1970

Resumen: Paesi tuoi segnò l'avvio dell'opera narrativa di Pavese; pubblicato nel 1941, fu una delle prime prove di quel neorealismo di cui tanto si parlerà in seguito. Fece subito rumore, suscitò entusiasmi, scandali, discussioni, stroncature; ma soprattutto rivelò un solido nuovo scrittore. Il racconto di Pavese è così intimamente mosso e commosso, scrisse allora Pietro Pancrazi che, nel complesso, vince anche la difficoltà dell'arte poetica che si è imposto. Si sente che i personaggi e i paesi del suo dramma gli hanno parlato nel sangue prima ancora che nell'arte. C'è in Paesi tuoi un'esigenza umana, e un movimento, un piglio di scrittore serio, che non ingannano.

La luna e i falò
3 0 0
Libros Modernos

Pavese, Cesare <1908-1950>

La luna e i falò / Cesare Pavese

Einaudi, 1971

Resumen: L'autore scrive il testo tra il 18 settembre e il 9 novembre del 1949, come racconta egli stesso nel manoscritto del romanzo, che verrà pubblicato nell’aprile del 1950 dalla casa editrice Einaudi. Si tratta dunque di una delle ultime opere dello scrittore. Racconta la storia di un uomo che, dopo aver vissuto molti per anni in America, torna nel paese natale sulle colline piemontesi alla ricerca della sua infanzia.

Lavorare stanca
0 0 0
Libros Modernos

Pavese, Cesare <1908-1950>

Lavorare stanca / Cesare Pavese

Einaudi, 1973

Dialoghi con Leucò
0 0 0
Libros Modernos

Pavese, Cesare <1908-1950>

Dialoghi con Leucò / Cesare Pavese ; con una cronologia della vita dell'autore e dei suoi tempi a cura di Antonio Pitamiz e una nota introduttiva all'opera di Roberto Cantini

Mondadori, 1972

Resumen: Ventisei dialoghi brevi ma carichi di tensione, suadenti eppur sconfinanti nel tragico in cui gli dèi e gli eroi della Grecia classica (da Edipo e Tiresia a Calipso e Odisseo, da Eros e Tànatos a Achille e Patroclo) sono invitati a discutere il rapporto tra uomo e natura, il carattere ineluttabile del destino, la necessità del dolore e l'irrevocabile condanna della morte. Un capriccio serissimo, unico, in cui - come ha scritto Sergio Givone - il mito è riproposto come qualcosa di necessario e la poesia a esso intimamente legata ne rivela la cifra misteriosa e crudele.

Il compagno
0 0 0
Libros Modernos

Pavese, Cesare <1908-1950>

Il compagno / Cesare Pavese

Einaudi, 1990

Resumen: Al contrario dell'ingegnere Stefano de Il carcere o del professor Corrado de La casa in collina, il protagonista de Il compagno non è un intellettuale. Qui Pavese immagina un giovanotto piccolo-borghese, scioperato e incolto, messo di fronte alle proprie responsabilità. Pablo, chiamato così perché suona la chitarra, vive a Torino, la città in cui è nato, ma soffre il disagio esistenziale di un'epoca, tra la guerra di Spagna e la Seconda guerra Mondiale, in cui il regime fascista continua a perdere presa sul popolo e quel consenso entusiasta che era stato fonte di sicurezza inizia a creparsi. Pablo cerca di chiudere gli spiragli, di colmare quelle mancanze ideologiche che causano spaesamento e disagio. Lascia Torino alla volta di Roma, e qui, nella confusione, s'inventa una disciplina, per tornare alla città natale più motivato e deciso a fare effettivamente qualcosa. Il compagno non è il miglior libro di Pavese ma uno dei più commoventi, lo stesso autore ne Il mestiere di vivere lo riconosce, parlandone con vibrante compostezza : 8 ottobre 1948. Riletto, ad apertura di pagina, pezzo del Compagno. Effetto di toccare un filo di corrente. C'è una tensione superiore al normale, folle, uno slancio continuamente bloccato. Un ansare.

Il compagno
0 0 0
Libros Modernos

Pavese, Cesare <1908-1950>

Il compagno / Cesare Pavese ; con una cronologia della vita dell'autore e del suo tempo, un'antologia critica, una bibliografia a cura di Antonio Pitamitz e una nota introduttiva di Marco Forti

Mondadori, 1966

Resumen: Al contrario dell'ingegnere Stefano de Il carcere o del professor Corrado de La casa in collina, il protagonista de Il compagno non è un intellettuale. Qui Pavese immagina un giovanotto piccolo-borghese, scioperato e incolto, messo di fronte alle proprie responsabilità. Pablo, chiamato così perché suona la chitarra, vive a Torino, la città in cui è nato, ma soffre il disagio esistenziale di un'epoca, tra la guerra di Spagna e la Seconda guerra Mondiale, in cui il regime fascista continua a perdere presa sul popolo e quel consenso entusiasta che era stato fonte di sicurezza inizia a creparsi. Pablo cerca di chiudere gli spiragli, di colmare quelle mancanze ideologiche che causano spaesamento e disagio. Lascia Torino alla volta di Roma, e qui, nella confusione, s'inventa una disciplina, per tornare alla città natale più motivato e deciso a fare effettivamente qualcosa. Il compagno non è il miglior libro di Pavese ma uno dei più commoventi, lo stesso autore ne Il mestiere di vivere lo riconosce, parlandone con vibrante compostezza : 8 ottobre 1948. Riletto, ad apertura di pagina, pezzo del Compagno. Effetto di toccare un filo di corrente. C'è una tensione superiore al normale, folle, uno slancio continuamente bloccato. Un ansare.

Il carcere
0 0 0
Libros Modernos

Pavese, Cesare <1908-1950>

Il carcere / Cesare Pavese

Einaudi, 1990

Resumen: Nel 1935 Cesare Pavese viene condannato a tre anni di confino a Brancaleone Calabro per aver tentato di proteggere la donna amata, militante nel Pci. Il carcere, pubblicato solo nel 1948, nasce così da una storia di privata solitudine e riapre il problema del solipsismo intellettuale cui Pavese riconobbe, scrivendo dieci anni dopo La casa in collina, di essere ancora legato. L'esilio forzato in un luogo tanto diverso e lontano dal suo mondo piemontese d'origine è metà condanna metà alibi del suo volersi fuori dal mondo, del suo guardare la vita come dalla finestra del carcere. L'ingegnere, protagonista del romanzo, è un intellettuale che imputa a sé stesso più che al mondo la responsabilità della propria situazione, rifiutando di riconoscervi delle giustificazioni politiche in un periodo in cui maggiore era il consenso degli italiani al regime fascista, tra la guerra d'Abissinia e quella di Spagna. Il confino diventa atteggiamento, presa di posizione, un modo d'essere che Pavese aveva sempre considerato come costitutivo e insieme limitativo della propria esperienza.

Prima che il gallo canti
0 0 0
Libros Modernos

Pavese, Cesare <1908-1950>

Prima che il gallo canti / Cesare Pavese ; con una cronologia della vita dell' autore e del suo tempo a cura di Antonio Pitamitz ; e una nota introduttiva al romanzo, un'antologia critica, una bibliografia di Marco Forti

[Ed. con bibliogr. aggiornata al 1968]

Mondadori, stampa 1979

Resumen: Il carcere e La casa in collina: sono i due romanzi brevi che sancirono la maturità artistica di Cesare Pavese, scritti a distanza di dieci anni l'uno dall'altro (tra il 1938 e '39 il primo, tra il 1947 e il '48 il secondo). Come afferma Italo Calvino nel testo che apre il volume i due romanzi han tutt'e due andamento di memorie, e lo stesso tema generale: la posizione d'un intellettuale in un momento di 'scelta' politica, non d'idee, che quelle son date già per scelte, ma d'azione, di presenza.

Racconti / Cesare Pavese ; con una cronologia della vita dell'autore e del suo tempo a cura di Antonio Pitamitz e una nota introduttiva ai racconti, un'antologia critica, una bibliografia di Marco Forti. Vol. 2
0 0 0
Libros Modernos

Pavese, Cesare <1908-1950>

Racconti / Cesare Pavese ; con una cronologia della vita dell'autore e del suo tempo a cura di Antonio Pitamitz e una nota introduttiva ai racconti, un'antologia critica, una bibliografia di Marco Forti. Vol. 2

Resumen: Quando uscì, nel 1946, questa prima raccolta di racconti brevi di Pavese non incontrò la fortuna del pubblico: di Pavese allora si ricordava soprattutto Paesi tuoi, e questo libro pieno di incanti sommessi, questa prosa così attenta, potevano sembrare in contrasto con l'immagine che il lettore si era fatta di lui. Eppure ad ogni rilettura Feria d'agosto assume il valore di un libro chiave: non solo perché è come un inventario dei suoi temi, non solo perché molti dei capitoli e delle prose del libro sono, insieme, creazioni e teorizzazioni della sua poetica, ma perché racconti come La giacchetta di cuoio, Il mare, La città, Le case sono da annoverarsi tra le prove più significative e complete della narrativa di Pavese. Per il risvolto della prima edizione di Feria d'agosto, Pavese aveva scritto: Non sempre si scrivono romanzi. Si può costruire una realtà accostando e disponendo sforzi e scoperte che ci piacquero ognuno per sé, eppure siccome tendevano a liberare da una stessa ossessione, fanno avventura e risposta. Qui, come in tutte le avventure, si è trattato di fondere insieme due campi d'esperienza. E la risposta potrebbe essere questa: solamente l'uomo fatto sa essere ragazzo.