Ver todos

Los últimos mensajes del Foro

Uno studio in rosso - Arthur Conan Doyle

Sherlock Holmes un uomo molto magro e alto con l'aiuto di John Watson un ex medico militare intraprendono una vita insieme per poi cercare di risolvere un caso.
Ce la faranno? Cosa succederà dopo?
Lo consiglio ai fanatici dei gialli e del tipo poliziotto

Manet - testo di Patricia Wright

"Manet: la vita, l'arte e le influenze" è un saggio divulgativo, ricco di fotografie, illustrazioni e didascalie, molto chiaro ed esplicativo anche per i non addetti ai lavori.
Realizzato in collaborazione con la National Gallery di Londra.

#RBBCreadingchallenge2021 - 45: la biografia di un artista

L'universo tra le dita - Michele Mele

“Chi ha una visione possiede una vista, non vale invece il viceversa.” – Pag. 119

La visione di Michele Mele, assegnista di ricerca presso l’Università del Sannio nel campo della Ricerca Operativa e gravemente ipovedente, è ben chiara e descritta ne “L’universo tra le dita”, libro che ha deciso di scrivere l’anno scorso durante il lockdown.
In un ambiente inclusivo e sereno, una persona con disabilità visive può sviluppare le proprie potenzialità alla pari di qualsiasi altra persona. I dieci capitoli presentano altrettante biografie di scienziati e scienziate affetti da ipovisione o cecità dalla nascita, oppure colpiti da malattie (come, per esempio, il vaiolo) che causarono loro la perdita della vista, parzialmente o totalmente.
Dalla matematica all’ingegneria, dalla chimica all’entomologia, passando per medicina: non c’è limite ai campi di applicazione in cui l’attitudine e il talento di queste persone abbiano trovato terreno fertile, dal XVIII secolo al giorno d’oggi (quattro di loro infatti sono ancora vivi).
Con il termine “ambiente”, Michele Mele fa riferimento a varie circostanze, ma specialmente due: il supporto di una rete di persone, come la propria famiglia o i colleghi, e un percorso di istruzione aperto, una scuola che non emargina e non separa la persona con disabilità dalle altre, soprattutto nei primi anni di vita e di studio, individuando i mezzi e gli strumenti più appropriati per permettere alla persona di realizzarsi.
Sono questi gli elementi che tutte le storie dei vari ricercatori hanno in comune: chiavi di volta che hanno consentito alle loro aspirazioni e autodeterminazioni di rendersi visibili in primis a loro stessi, e poi anche agli altri. Molti di loro hanno anche concentrato le loro ricerche su aspetti legati all’accessibilità nelle loro discipline, ottimizzando quanto in loro possesso per incoraggiare e motivare colleghi futuri a non farsi bloccare da possibili ostacoli e discriminazioni, concentrandosi anche sulla divulgazione. E Michele Mele non è da meno, con questo messaggio di speranza: gli ostacoli e le discriminazioni, quando vengono non solo visti ma osservati con attenzione, si possono superare grazie all’inclusione e alla collaborazione.

Eresia - Massimo Citro della Riva

L'ho solo sfogliato questo libro e mi è sembrato subito interessante. Ho avuto un confronto e mi è stato vivamente consigliato da un medico di famiglia di quelli di una volta , preparati e dignitosi e che spesso l'ho incontravo a domicilio dei morenti sia Pasqua che Natale. Non vedo l'ora di leggerlo.

Yoga - Emmanuel Carrère

Stiamo tutti leggendo questo libro, già affascinante dal bel blu della copertina con un cerchio nero che sta perfettamente nell'immaginario suggerito dal titolo. Alla fine resta l'impressione di avere violato una porta ed essere entrati del tutto nell'io narrante e personale dello scrittore, con un sottile senso di colpa. È un bel libro? A tratti moltissimo - la scena del lupo vale un libro intero - ma in altri momenti viene il dubbio di non essere abbastanza sessantenne per apprezzarlo a pieno

Scaffali con libro della rete bibliotecaria bergamasca

Buongiorno, ho trovato un libro nella rete bibliotecaria bergamasca e l'ho aggiunto a uno scaffale privato nell'attesa di ordinarlo. Vedo che il numero di libri in quello scaffale è aumentato di uno, e quando dalla ricerca entro nella scheda del libro vedo che è inserito quello scaffale, mentre invece quando apro direttamente lo scaffale il libro in questione non è elencato, non c'è. Credo sia un piccolo baco informatico, oppure ho sbagliato qualcosa? Grazie, Francesco

Lavorare con i piedi - Tansy E. Hoskins

È raro trovare un libro di reportage così vivace, pieno di argomentazioni e punti di vista, approfondito. Si legge in un baleno e potrebbe cambiare la vostra vita. O forse è solo l'illusione di cambiare che ci prende, a volte, in ferie. Leggetelo, non è lontano settembre, mese dei ripensamenti!