La Challenge della RBBC!

Found 40 documents.

I miserabili
5 1 0
Monographs

Hugo, Victor <1802-1885>

I miserabili / Victor Hugo ; introduzione e traduzione di Mario Picchi

Torino : Einaudi

Abstract: Jean Valjean, un forzato, si rifugia presso il vescovo di Digne, ma lo deruba di due candelabri. Arrestato, il vescovo testimonia in suo favore e Valjean, commosso, cambia vita. Il suo nuovo nome è Madeleine e, diventato sindaco, difende una donna, Fantine che, sedotta e abbandonata con la figlia Cosette, era stata arrestata e maltrattata dal commissario Javert che sospettava che Madeleine e Valjean fossero la stessa persona. Per salvare un innocente, Valjean confessa la sua vera identità. Poi fugge, si rifugia a Parigi dove, dopo varie vicende, riuscirà a salvare Cosette dal violento Thénardier. Nel 1832 si trova sulle barricate con Marius che, salvato da lui, sposerà Cosette. Quando Valjean morirà al suo capezzale ci saranno i candelabri del vescovo.

Trenta e due ventotto
0 1 0
Modern linguistic material

Pucci di Benisichi, Renata

Trenta e due ventotto / Renata Pucci di Benisischi

Sellerio, 2004

Abstract: Renata Pucci Di Benisichi, docente universitaria, traduttrice, giornalista siciliana e nobildonna, raccoglie in questo volume gi scritti apparsi sulla sua rubrica del principale quotidiano di Palermo: le analisi dei modi di dire, le storpiature della lingua, usati inconsapevolmente dai siciliani come se fosse l'italiano corretto, variazioni a metà tra l'aneddoto e l'antropologia che diventano, attraverso l'esame divertito dei dialettismi correnti anche tra i parlanti colti, critica di costume, tagliente, ironica, ma divertente e affettuosamente partecipativa.

Terunobu Fujimori
0 1 0
Modern linguistic material

Pierconti, J. K. Mauro <insegnante di architettura>

Terunobu Fujimori : opere di architettura / J. K. Mauro Pierconti ; con testi di Terunobu Fujimori ; fotografie di Akihisa Masuda

Electa architettura, 2019

Abstract: Musei e case private si alternano a sorprendenti case da te, strutture sospese arrampicate sugli alberi costruite con materiali semplici e primitivi come terra, pietra, legno, carbone, corteccia e malta. Il volume raccoglie l'intera prouzione architettonica realizzata fino ad ora presentata e analizzata nei suoi vari aspetti: formali, progettuali e culturali. Non un semplice catalogo delle opere ma un'indagine che scava nelle sue molteplici fonti per offrire un'inedita interpretazione critica della sua opera. L'opera di Fujimori è documentata attraverso schizzi, disegni e modelli di studio oltre ad una ricca selezione fotografica di Akihisa Masuda.

Manet
0 1 0
Modern linguistic material

Wright, Patricia

Manet / testo di Patricia Wright

Novara : Istituto geografico De Agostini, copyr. 1994

Abstract: La vita e le opere del grande impressionista raccontate attraverso una sorta di album privato: lettere, disegni, fotografie.

L' impero in provincia
0 0 0
Modern linguistic material

Jovine, Francesco

L' impero in provincia : cronache italiane dei tempi moderni / Francesco Jovine

Torino : Einaudi, 1945

Menu di Yocci
0 1 0
Modern linguistic material

Noda, Yoshiko <1980->

Menu di Yocci / Yoshiko Noda ; [con ricette di Aya Yamamoto]

Corraini, 2011

Abstract: Come si prepara un mitarashi dango? E uno zenzai? Cosa fare nel caso vi venisse un'irrefrenabile voglia di cikuzen-ni? La risposta la trovate qui! Yoshiko Noda, in arte Yocci, ci spiega come preparare i suoi piatti preferiti della tradizione giapponese in una serie di ricette da lei definite "senza responsabilità".

La luna di miele di Mrs. Smith
0 1 0
Modern linguistic material

Jackson, Shirley <1916-1965>

La luna di miele di Mrs. Smith / Shirley Jackson ; a cura di Laurence Jackson Hyman e Sarah Hyman DeWitt ; traduzione di Simona Vinci

Adelphi, 2020

Abstract: Racconti dove il lettore troverà non solo il thriller nero e la fiaba gotica di cui la Jackson è riconosciuta maestra, ma anche commedie surreali, sketch stranianti, comici quadri familiari, esplorazioni della psiche, con fulminanti incursioni nei territori di confine tra normalità e follia. E sempre sarà felice, il lettore, di lasciarsi inghiottire dagli ingranaggi di una macchina narrativa di diabolica perfezione.

Camminare
0 1 0
Modern linguistic material

Bernhard, Thomas <1931-1989>

Camminare / Thomas Bernhard ; traduzione di Giovanna Agabio

Adelphi, 2018

Abstract: «Mentre io, prima che Karrer impazzisse, camminavo con Oehler solo di mercoledì, ora, dopo che Karrer è impazzito, cammino con Oehler anche di lunedì ... ho salvato Oehler dall'orrore ... perché non c'è nulla di più orribile del dover camminare da soli di lunedì»: bastano poche frasi, ad apertura di pagina, a immergerci nel flusso ipnotico della scrittura di Thomas Bernhard. Ma perché, e quando, Karrer è impazzito? Forse, dice Oehler (che come molti personaggi di Bernhard è contagiato da una «micidiale tendenza al soliloquio» e al «meditare sino allo sfinimento su cose insolubili»), c'entra il suicidio dell'amico Hollensteiner – il chimico annientato dalla «bassezza» dello Stato austriaco, che «nulla odia più profondamente di chi è fuori dall'ordinario». O forse l'aver esercitato sino in fondo «l'arte di esistere contro i fatti» – di esistere, cioè, «contro ciò che è insopportabile e contro ciò che è orribile». Al momento in cui Karrer ha varcato «il confine della pazzia definitiva», Oehler ha assistito personalmente: ed è, quella che racconta con precisi, ossessivi, grotteschi dettagli, una sequenza di irresistibile e insieme tragica comicità che fa pensare a certe pagine di Kafka.

Ippolito
0 1 0
Modern linguistic material

Euripides <485 a.C.-407/406 a.C.>

Ippolito / Euripide ; a cura di Davide Susanetti

3. ed.

Feltrinelli, 2014

Abstract: Afrodite, offesa per la poca devozione di Ippolito, figlio di Teseo, devoto unicamente ad Artemide, fa innamorare di lui la matrigna Fedra. La nutrice confida ad Ippolito la causa della disperazione di Fedra e il giovane, indignato, si scaglia, imprecando, contro la matrigna che si uccide, ma prepara la sua vendetta: in una lettera destinata a Teseo accusa il figliastro di averla violata. Il re maledice Ippolito che viene travolto dai suoi cavalli imbizzarriti per l'apparizione di un mostro marino inviato da Poseidone. Il giovane, difeso da Artemide stessa davanti a Teseo, muore dopo essersi riconciliato con il padre. Testo greco a fronte.

Funghipedia
0 1 0
Modern linguistic material

Millman, Lawrence <1948->

Funghipedia : miti, leggende e segreti dei funghi / Lawrence Millman ; traduzione di Elisa Faravelli

Il Saggiatore, 2020

Abstract: Per quanto possa sembrare bizzarro, tu e i funghi che hai appena raccolto, e che forse intendi cucinare, avete davvero molto in comune: avete un corredo genetico simile, e probabilmente una piccola creatura marina è il vostro stesso antenato; inoltre, a differenza dei vegetali non potete ricavare nutrimento dalla luce solare. Non sorprende quindi che i funghi abbiano stimolato la curiosità e l'immaginazione umana in tutte le culture: messaggeri di divinità ctonie o celesti, protagonisti di fiabe e leggende, fonti di ispirazione per gli artisti, ingredienti di medicine o droghe attraverso le quali intravedere realtà nascoste. I funghi costituiscono un regno variegato e imprevedibile che comprende lieviti, muffe e specie estremamente resilienti o specializzate che si nutrono solo di punte delle stalattiti nelle grotte, di foglie bagnate da urina d'alce o di radiazioni residue nelle centrali nucleari. "Funghipedia" raccoglie curiosità e descrizioni di questi organismi affascinanti, ma anche miti, tradizioni e notizie sulle non meno eccentriche vite di celebri micologi

Blues della fine del mondo
0 1 0
Modern linguistic material

McEwan, Ian <1948->

Blues della fine del mondo / Ian McEwan

Torino : Einaudi, 2008

Abstract: L'umanità si è sempre lasciata incantare dai racconti che annunciavano la sua totale distruzione: gli ultimi giorni, il tempo della fine, l'estinzione della vita sul pianeta. Oggi, la fantasia di una fine violenta e collettiva risorge nei movimenti apocalittici, perché la scienza e la cultura della ragione non sono ancora riuscite a trovare una mitologia che possa competere con il fascino della fine. Ma se la credenza apocalittica è una funzione della fede, allora l'antidoto non è tanto la ragione quanto l'impulso umano alla curiosità. Perché il mandato della nostra maturità è agire con saggezza, scegliendo tra salvezza e autodistruzione. Da un maestro della letteratura contemporanea, una riflessione provocatoria e sorprendente sui modi di guardare alla nostra esistenza collettiva.

La guerra dei poveri
0 1 0
Modern linguistic material

Vuillard, Éric <1968->

La guerra dei poveri / Éric Vuillard ; traduzione dal francese di Alberto Bracci Testasecca

E/o, 2019

Abstract: Alcune guerre sono celebri, per esempio le guerre napoleoniche, le guerre d’indipendenza o le guerre mondiali. Di altre non si sa niente: sono le guerre dei poveri, quelle che nei libri di storia del liceo vengono ricordate al massimo come non meglio identificate “rivolte contadine”. Eppure comportavano armi, campi di battaglia, morti e feriti come in qualunque altra guerra. Raccontandoci la storia di Thomas Müntzer (c.1489-1525), prete al tempo degli albori della Riforma e condottiero di disperati, Vuillard ci fa penetrare tra le maglie più strette di quelle sommosse popolari che hanno sconvolto la Germania nei primi anni del Cinquecento e, prima, le campagne inglesi del Trecento e del Quattrocento. L’interessante denominatore comune delle varie guerre dei poveri è che si appoggiano su motivazioni religiose, e non a caso a capeggiarle sono spesso uomini di chiesa, il cui punto di partenza è la Bibbia. Il popolo, da secoli schiacciato dai nobili e dal clero, non ha da sé la forza di ribellarsi, ma la trova quando il predicatore illuminato (o pazzo, o eretico, o fanatico, a seconda dei punti di vista) lo fa riflettere: perché Dio, il dio dei poveri, ha bisogno di tanto sfarzo? Perché i suoi ministri hanno bisogno di tutto quel lusso? Perché Dio è stranamente sempre dalla parte dei ricchi? Domande che all’epoca erano a dir poco sovversive, ma che forse ogni tanto faremmo bene a porci anche oggi.

Stereolite
0 3 0
Modern linguistic material

Abastanotti, Chiara <1984-> - Filippelli, Luigi <1982->

Stereolite / Chiara Abastanotti, Luigi Filippelli

MalEdizioni, 2019

Abstract: Un monolite preistorico che sparisce da un giorno all’altro, un passato fatto di streghe e riti pagani, una residenza artistica, la scoperta di un territorio marginale da parte di due fumettisti, la voglia di emigrare. Stereolite racconta il paese di Malonno in Val Camonica attraverso l’esplorazione delle persone che lo vivono. Una serie di interviste messe in relazione fra loro in modo libero, come in un collage, danno vita a un dialogo stereofonico, inedito e corale, capace di raccontare il paese da una prospettiva inusuale. Una vista d’insieme che attraverso i particolari restituisce una narrazione più ampia, vivida ed emotiva, una mappa ideale in cui poter ritrovare lo spirito della provincia e di chi lo abita.

I carnefici italiani
5 1 0
Modern linguistic material

Levis Sullam, Simon <1974->

I carnefici italiani : scene dal genocidio degli ebrei, 1943-1945 / Simon Levis Sullam

Feltrinelli, 2015

Abstract: La sera del 5 dicembre 1943, il giovane pianista Arturo Benedetti Michelangeli suona al Teatro La Fenice di Venezia. In quelle stesse ore, polizia, carabinieri e volontari del ricostituito Partito fascista – i carnefici italiani – compiono in città una delle maggiori retate di ebrei nella penisola dopo quella condotta dai tedeschi a Roma il 16 ottobre. Sulla base del censimento della popolazione di “razza ebraica” condotto a partire dal 1938, oltre centocinquanta tra uomini, donne, vecchi e bambini vengono stanati dalle loro case e tradotti alle locali carceri. Nei giorni successivi i loro beni vengono sequestrati, gli appartamenti sigillati o destinati ad altri italiani. I prigionieri saranno poi trasferiti a Fossoli di Carpi, il principale campo di transito degli ebrei nella Repubblica sociale, gestito da forze italiane. Qui saranno detenuti in condizioni precarie e, quindi, caricati su vagoni piombati – dopo la consegna in mani tedesche – su cui verranno condotti alla morte nel campo di sterminio di Auschwitz. Questi eventi si ripeterono in modo analogo, tra l’autunno del 1943 e la primavera del 1945, nelle principali città e in una miriade di piccoli paesi del centro-nord della penisola italiana. Perché si tende ancora a rimuovere il ricordo di queste vicende, mentre prevale quello dei “salvatori” e dei “giusti”? Perché raramente si ricorda che almeno metà degli arresti di ebrei fu condotta da italiani, senza ordini o diretta partecipazione dei tedeschi? Perché ancora oggi spesso si sostiene che l’Italia e il fascismo siano rimasti “al di fuori del cono d’ombra dell’Olocausto”? Perché si preferisce celebrare il mito del “bravo italiano” e si dimenticano i carnefici italiani: uomini e donne che parteciparono al genocidio degli ebrei?

Con i piedi nel Medioevo
0 1 0
Modern linguistic material

Zallot, Virtus <1958->

Con i piedi nel Medioevo : gesti e calzature nell'arte e nell'immaginario / Virtus Zallot

Il Mulino, 2018

Abstract: Marzo si toglie una spina dal piede, Febbraio si scalda i piedi accanto al fuoco; santi guariscono piedi inguaribili, altri li perdono in crudeli martiri; un re cerca poveri a cui lavarli, sant'Antonio abate non se li è lavati mai; san Francesco rinuncia alle scarpe, un menestrello miracolosamente le riceve in dono. Queste e altre storie sorprendenti e gustose prendono vita nel libro che, anche grazie a un ricco apparato di figure, offre un originale punto di vista per accostarsi al Medioevo. Nella realtà e nell'immaginario, sia in contesti ordinari sia in straordinari accadimenti, piedi e calzature denotavano infatti ruoli e gerarchie sociali e, protagonisti di gesti non solo funzionali ma simbolici, costituivano un preciso linguaggio che, più di quanto si pensi, ancora ci appartiene.

Acido
4 1 0
Modern linguistic material

Diacono, Mark

Acido : il gusto magico che trasformerà la vostra cucina / Mark Diacono ; traduzione dall'inglese di Lara Pollero

EDT, 2020

Abstract: Dal formaggio all'aceto, nei secoli abbiamo deliberatamente lasciato inacidire il cibo - anche incoraggiando il processo - per renderlo più saporito. Ma per quale motivo l'acidità è un gusto tanto attraente e complesso? E quali sono i modi migliori per utilizzarla? Il food writer Mark Diacono ci porta in un viaggio acido che parte dalle preparazioni del lievito madre, dello yogurt, del kefir, del kimchi per arrivare a ricette che declinano l'agro in tutte le sue sfumature, dalle più delicate alle più intense. La tom yam e le costolette al tamarindo, l'anatra al sommacco e il ceviche di frutto della passione, la maionese di kombucha e la torta di uva spina...

Blacksad
4 1 0
Modern linguistic material

Díaz Canales, Juan <1972-> - Guarnido, Juanjo <1967->

Blacksad : integrale / Juan Diaz Canales, Juanjo Guarnido

Rizzoli Lizard, 2018

Abstract: Scenari mozzafiato e trame apertamente ispirate ai classici dell'hardboiled e del cinema noir americano. È Blacksad, una serie a fumetti che mescola la forza dello stile disneyano alla suspence del miglior poliziesco: popolata da animali antropomorfi (come il protagonista, John Blacksad, roccioso e disincantato gatto nero di professione detective) la serie porta in messaggio una veritiera metafora: quella per cui il mondo è una giungla, dove il grande divora il piccolo e gli uomini si comportano come animali.

La biblioteca dei papà
0 1 0
Modern linguistic material

Whelehan, Dennis

La biblioteca dei papà / Dennis Whelehan

2. ed

[Milano] : Fabbri, 2002

Abstract: Quando la mamma va in ospedale per un piccolo intervento, Joseph rimane a casa con il suo papà. Un papà distratto, musone, pochissimo interessante. Insomma un papà Normale. Ma nella biblioteca dei papà esistono papà di tutti i tipi, e Joseph ne prova parecchi: un papà Tuttofare, un papà Sportivo, un papà Generoso, un papà Che Sa Tutto. Fino a scoprire che nessuno di loro è come il suo papà. Età di lettura: da 6 anni.

L'anima del mondo e il pensiero del cuore
0 1 0
Modern linguistic material

Hillman, James <1926-2011>

L'anima del mondo e il pensiero del cuore / James Hillman ; traduzione di Adriana Bottini

Milano : Adelphi, copyr. 2002

Abstract: Quella malattia della psiche che è oggi la normalità ha trovato in Hillman un interprete che non concede facili terapie. La sua via è piuttosto quella di chi indica, con pacatezza, l'inevitabilità di un mutamento radicale del quale nessuno può garantire di essere capace. Ma di questo si tratterebbe: dare la precedenza all'anima rispetto alla mente, all'immagine rispetto al sentimento, al singolo rispetto al tutto.

Il concetto di Dio dopo Auschwitz
0 1 0
Modern linguistic material

Jonas, Hans <1903-1993>

Il concetto di Dio dopo Auschwitz : una voce ebraica / Hans Jonas

Genova : Il melangolo, copyr. 1993

Abstract: Per l'ebreo che vede nell'al di qua il luogo della creazione, della giustizia e della salvezza divina, Dio è in modo eminente il signore della storia e quindi Auschwitz, per il credente, rimette in questione il concetto stesso di Dio che la tradizione ha tramandato. Auschwitz rappresenta quindi per l'esperienza ebraica della storia una realtà assolutamente nuova e inedita, che non può essere compresa e pensata con le categorie teologiche tradizionali. Quindi chi non intende rinunciare sic et simpliciter al concetto di Dio (e il filosofo può legittimamente rivendicare il diritto a non rinunciarvi), deve pensare questo concetto in modo del tutto nuovo e cercare una nuova risposta all'antico interrogativo di Giobbe. Ove decidesse di farlo, dovrebbe anche lasciar cadere l'antica concezione di Dio signore della storia: perciò, quale Dio ha permesso che ciò accadesse?