Clelia Nodari

Biography

Ho cinquant'anni e, sin da quando ero bambina, amo moltissimo leggere. Posseggo moltissimi libri (troppi) e molti ne leggo (lavoro permettendo) presi in prestito dalla biblioteca. Per me leggere è come entrare in un'altra dimensione spazio temporale: lo trovo piacevole e riposante, oltre che arricchente.

Vedi tutti i suoi post
View all

Latest reviews

Re: Weyward - Emilia Hart

Pur appartenendo ad epoche diverse, le storie di tre persone speciali si intrecciano ed ognuna getta luce sulle vicende che capitano alle altre. Si tratta di tre Weyward, donne che, con i loro sensi acutissimi, percepiscono tanto vividamente la natura da fondersi con essa.
Un romanzo davvero originale. Leggetelo!

Se l'acqua ride - Paolo Malaguti

Nel bel romanzo di Malaguti si intrecciano due mondi: uno che arriva ed uno che sparisce. Sparisce il mondo dei barcari, che trasportano le merci lungo i fiumi ed i canali navigabili della Pianura Padana orientale; una vita dura vissuta in simbiosi con l'acqua e la natura. Arrivano gli anni sessanta con il benessere economico ed i nuovi "bisogni": il bagno in casa, la televisione, la Vespa....Il giovane protagonista non trova parole adatte, né in italiano né in dialetto, ad esprimere la complessità delle emozioni che vive: dovremo accontentarci del suo silenzio e dei nostri ricordi.
Il racconto ha partecipato nel 2021 al premio Campiello.

Un sorriso tra due silenzi - María Dueñas

Un romanzo dinamico, avventuroso, coinvolgente, ambientato tra l'America Latina e la Spagna nella seconda metà del 1800.
La lettura è stata piacevole anche se trovo che l'autrice si dilunghi sempre un po' più del necessario.

Re: Al di qua del fiume - Alessandra Selmi

Il libro racconta la saga familiare dei Crespi, industriali manifatturieri, fondatori del primo villaggio industriale d'Italia: Crespi d'Adda. Vi si intrecciano le vite della famiglia Crespi e di alcune famiglie del villaggio, sullo sfondo della storia industriale, sociale e politica di quegli anni, tra la fine dell'800 e l'avvento del fascismo. Mi è molto piaciuto lo stile narrativo dell'autrice con l'inserimento qua e là di qualche breve frase in dialetto bergamasco. Da leggere!

Re: Ragazzo italiano - Gian Arturo Ferrari

Con uno stile pulito, senza fronzoli Ferrari racconta la vita di Ninni, nel dopoguerra, cresciuto tra due mondi: Milano che incarna la città, il futuro, la freddezza del padre e l'Emilia con la campagna, la tradizione, l'amore della nonna. Ninni si fa strada tra le difficoltà imparando a credere in se stesso. Ottima lettura.

Il pozzo delle bambole - Simona Baldelli

È la storia di Nina, una bambina abbandonata in orfanotrofio nell'immediato dopoguerra. Fino all'età di 18 anni l'orfanotrofio sarà tutto il suo mondo e lì si costruiranno i pochi suoi affetti. Uscita dalle pesanti mura Nina imparerà a credere negli altri e ,soprattutto, in se stessa. A me il romanzo è piaciuto moltissimo e mi ha permesso di conoscere Simona Baldelli che con quest'opera ha vinto il premio "Donna scrittrice" edizione 2023.

Una storia privata - Carla Maria Russo

La vita del protagonista Pietro Morando viene raccontata seguendo due percorsi: in ordine temporale, partendo dall’infanzia ed a ritroso tramite le ricerche effettuate dal figlio Emanuele Morando. La vicenda si svolge nel periodo della dominazione fascista, fino alla ricostruzione dopo la seconda guerra mondiale. Passato e presente lungo il racconto si intrecciano sempre di più ponendo Emanuele di fronte al dilemma della coerenza con se stesso.

Sorelle - Barbara Pascoli

Nel romanzo si intrecciano le vite di quattro sorelle in un periodo non certo facile , dai primi anni del 900 alla fine della seconda guerra mondiale, tra il Friuli e Trieste. Le protagoniste affrontano con forza d'animo problemi e avversità sempre con la testa ben ferma sulle spalle e alla fine del racconto sono pronte a.....ricominciare!
A questo link una breve intervista all'autrice:https://messaggeroveneto.gelocal.it/cultura-e-spettacoli/2023/01/07/news/quattro_sorelle_nel_900_una_saga_familiare_tra_il_friuli_e_trieste-12451691/

Il re del gelato - Cristina Cassar Scalia

L'autrice mi piace. Personaggi e luoghi sono gli stessi della serie. Ma il libro è "acerbo"! Passaggi frettolosi da una scena alla successiva; la famiglia di Vanina mai nemmeno accennata, i riferimenti a Palermo minimi....
Troppa fretta di pubblicare?

La salita dei giganti - Francesco Casolo

Si narra la storia di una famiglia di imprenditori di origine gressonara, dal punto di vista di una di loro: Genia Menabrea. La protagonista racconta l'esperienza prima del nonno, poi del padre ed infine del marito che si inventano un lavoro nuovo: produrre e diffondere la birra. Tra le vicende familiari e sociali l'azienda fiorisce e progredisce e Genia ne è l'anima tesa tra la brama di novità della Belle Epoque e la nostalgia delle cime montuose. La storia, dai ritmi molto pacati e riflessivi, è ben documentata e si ispira ad una vicenda vera.

View all

Last forum posts

Sfogliare un ebook

Gentili operatori del sistema, visto il periodo particolare che stiamo vivendo vi propongo di eliminare i limiti di consultazione e prestito per gli ebook. Io sono un'insegnante della scuola primaria quindi in particolare avrei bisogno di poter sfogliare i libri per bambini (livello scuola dell'infanzia), ma tra libri da prenotare, libri non disponibili per la mia biblioteca, lentezza della connessione, non ci sono ancora riuscita. E' possibile almeno facilitare la consultazione on-line? (come succede per le anteprime) Colgo l'occasione per ringraziarvi del lavoro che svolgete e che apprezzo moltissimo. Grazie

I più commentati

Io suggerirei di cambiare posto alla classifica dei libri più commentati perchè ormai la trovo piuttosto noiosa; infatti i libri sono gli stessi da parecchio tempo. Penso che la prima pagina della "Community" sia una tra le più visualizzate dai visitatori abituali (come me), quindi è una pagina con una grande visibilità, forse si potrebbe riservare lo spazio della colonna laterale a qualcosa d'altro, non so: una tematica, i libri di un certo autore, i titoli finalisti di un premio, una ricorrenza, un tema d'attualità . . .
Vi ringrazio per l'ottimo servizio e vi auguro buon lavoro!

25 aprile

Mi è molto piaciuta la "scheda" sul 25 aprile con cui si apre la pagina iniziale del sito; oltre ai contenuti ho apprezzato la varietà dei media che proponete. Grazie

le recensioni dei lettori

Gentilissimo STAFF,
mi piacerebbe poter leggere le recensioni dei lettori in modo continuativo, scorrendo verso il basso sempre sulla stessa pagina, come si riesce a fare per le ultime recensioni inserite. Consultare le pagine successive (dovendo sempre cambiare pagina) è un po' lento. C'è un modo per poterci riuscire?

Un giallo, per favore!

Ciao a tutti, amici lettori.
Avrei voglia di leggere un bel giallo, di quelli che ti tengono con il fiato sospeso per tutto il libro! Se poi oltre alla trama interessante ci fosse anche una bella scrittura, da grande autore, sarebbe il massimo. Chiedo troppo? Chi mi dà un consiglio?
Grazie sin d'ora a chi mi risponderà.

Pippo vola sulla città di Antonio Quatela

Il libro raccoglie le testimonianze di alcune persone che hanno trascorso la loro infanzia a Milano durante la seconda guerra mondiale. Naturalmente a quel tempo erano bambini, eppure alcuni ricordi sono limpidissimi. Un bel libro che può essere letto anche da ragazzi.

Re: Caro libro, nun te regghe più!

Io non sono riuscita a leggere "La solitudine dei numeri primi". L'ho trovato troppo doloroso e quando il bambino si è conficcato una lama nella mano, sono rimasta senza fiato ed ho chiuso il libro per non riaprirlo più.

Re: Classici che NON si possono NON leggere

Ciao Annalisa,
rispondo volentieri alla tua domanda, anche se il limite di tre é durissimo da rispettare!
I miei classici italiani sono:
1)<< I promessi sposi>> di A. Manzoni;
2)<< La divina commedia>> di D. Alighieri;
3)<< Novelle per un anno>> di L. Pirandello.

Per gli stranieri scelgo:
1)<< Guerra e pace>> di L. Tolstoj;
2)<< Il conte di Montecristo>> di A. Dumas;
3)<< La casa degli spiriti>> di I. Allende

Ciao Clelia

Venti racconti allegri ed uno triste - Mauro Corona

Non spaventatevi, non ha niente a che vedere con Fabrizio Corona.
A me difficilmente piacciono i racconti, invece ho trovato bellissima questa piccola raccolta di storie. Il linguaggio di Corona qui mi sembra più scorrevole e limpido rispetto ai romanzi; gli altri ingredienti ci sono tutti: l'amore per la montagna, la vita popolare, l'amicizia, le tradizioni del recente passato,lo sguardo disincantato e ironico sull'umanità. . . Mi ricorda le storie che raccontava mio nonno in dialetto: anche se non capivo tutto, già il suono delle parole era piacevole.

Complimenti

Complimenti per il sito, è veramente interessante. Mi piace molto poter leggere pareri e consigli di altri lettori, inoltre il sistema di prenotazione è comodissimo.
Grazie e buon lavoro!

My shelves

My saved searches

There are no published saved searches