Italia

(Nome geografico/luogo)

Thesaurus
Più generale (BT)
Più specifico (NT)
Vedi anche (RT)
Include: all following filters
× Date 2012

Found 729 documents.

Related search results: Rete Bibliotecaria Bergamasca

Resistere non serve a niente
1 1 0
Modern linguistic material

Siti, Walter <1947->

Resistere non serve a niente / Walter Siti

Rizzoli, 2012

Abstract: Molte inchieste ci hanno parlato della famosa zona grigia tra criminalità e finanza, fatta di banchieri accondiscendenti, broker senza scrupoli, politici corrotti, malavitosi di seconda generazione laureati in scienze economiche e ricevuti negli ambienti più lussuosi e insospettabili. Ma è difficile dar loro un volto, immaginarli nella vita quotidiana. Walter Siti, col suo stile mimetico e complice, sfrutta le risorse della letteratura per offrirci un ritratto ravvicinato di Tommaso: ex ragazzo obeso, matematico mancato e giocoliere della finanza; tutt'altro che privo di buoni sentimenti, forte di un edipo irrisolto e di inconfessabili frequentazioni. Intorno a lui si muove un mondo dove il denaro comanda e deforma; dove il possesso è l'unico criterio di valore, il corpo è moneta e la violenza un vantaggio commerciale. Conosciamo un'olgettina intelligente e una scrittrice impegnata, un sereno delinquente di borgata e un mafioso internazionale che interpreta la propria leadership come una missione. Un mondo dove soldi sporchi e puliti si confondono in un groviglio inestricabile, mentre la stessa distinzione tra bene e male appare incerta e velleitaria. Proseguendo nell'indagine narrativa sulle mutazioni profonde della contemporaneità, sulle vischiosità ossessive e invisibili dietro le emergenze chiassose della cronaca, Siti prefigura un aldilà della democrazia: un inferno contro natura che chiede di essere guardato e sofferto con lucidità prima di essere (forse e radicalmente).

Il pestifero e contagioso morbo
0 0 0
Modern linguistic material

Cipolla, Carlo M. <1922-2000>

Il pestifero e contagioso morbo : combattere la peste nell'Italia del Seicento / Carlo M. Cipolla

Il Mulino, 2012

Abstract: Come ci si difendeva da morbi, infezioni, malattie e altri flagelli nella società di antico regime? In tre brevi capitoli centrati sull'epidemia di peste del 1630, il libro racconta i tentativi di medici e ufficiali di sanità per individuare sistemi efficaci di prevenzione, la riuscita politica di collaborazione fra Genova e il granducato di Toscana, e l'andamento dell'epidemia in un caso esemplare come Pistoia.

Guerra alle donne
0 0 0
Modern linguistic material

Ponzani, Michela <1978->

Guerra alle donne : partigiane, vittime di stupro, amanti del nemico : 1940-45 / Michela Ponzani

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: Per secoli bottino degli eserciti invasori, tra il 1940 e il 1945 le donne si ribellano alla cultura di guerra che usa lo stupro per umiliare il nemico sconfitto. Attraverso le lettere private del fondo Rai - La mia guerra e dell'Archivio della memoria delle donne di Bologna, il libro di Michela Ponzani ricostruisce la resistenza delle donne che vollero combattere la guerra totale. Dietro la retorica del martire antifascista, la lotta armata al nazismo e al fascismo di Salò è per le partigiane un momento attraversato da tormenti interiori, da incertezze e paure. Ma è anche una guerra privata per l'emancipazione femminile, una sfida ai pregiudizi della società italiana e degli stessi compagni di banda. Oltre questo piccolo esercito che sceglie con coscienza la lotta antifascista, il libro ricostruisce le tattiche di sopravvivenza delle vittime della guerra ai civili: sole con i mariti inviati al fronte, dispersi o deportati, le donne rompono il muro del silenzio sugli stupri di massa, commessi dalle truppe occupanti tedesche e dai marocchini nel Basso Lazio. Ma la guerra è fatta anche di contatti tra nemici: molte donne s'innamorano del tedesco invasore, da cui avranno anche dei figli. Considerate nel dopoguerra le amanti del nemico, la loro storia sarà cancellata dalla memoria nazionale in nome del mito dell'eroina e madre, simbolo della nuova Italia democratica.

I segreti d'Italia
0 0 0
Modern linguistic material

Augias, Corrado <1935->

I segreti d'Italia : storie, luoghi, personaggi nel romanzo di una nazione / Corrado Augias

Rizzoli, 2012

Abstract: Leopardi l'ha percorsa a disagio, sballottato in una carrozza, Shelley ci ha lasciato la vita, Garibaldi la salute: è l'Italia, da tempo immemorabile vituperata e ammirata, un Paese che pensiamo di conoscere ma che nasconde in ogni città, in ogni suo angolo un segreto. Compreso il più sconcertante: come mai le cose sono andate come sono andate? Come ha potuto diventare, questa penisola allungata di sbieco nel Mediterraneo tra mondi diversi, allo stesso tempo la patria dei geni e dei lazzaroni, la culla della bellezza e il pozzo del degrado? Questo libro tenta una spiegazione in forma di racconto, accompagnandoci dalle cupe atmosfere della Palermo di Cagliostro all'elegante corte di Maria Luigia a Parma, dalla nascita del ghetto di Venezia alla eroica fiammata dell'insurrezione napoletana contro i nazisti. Nel suo racconto dell'antropologia italiana, Augias mette a confronto due libri antitetici come Cuore di De Amicis e Il piacere di D'Annunzio, ricorda le truci storie di briganti che affascinarono Stendhal, celebra la resurrezione postbellica di Milano attraverso le glorie della Scala e del Piccolo Teatro, ma constata anche la decadenza di una classe dirigente... Il risultato è il romanzo di una nazione, i cui protagonisti sono i luoghi, le opere, i monumenti, gli angoli oscuri del nostro Paese, le pagine della sua letteratura ma anche le storie esemplari terribili nascoste nelle pieghe della cronaca. Perché è la memoria della storia, dell'arte e del sangue - che fa degli italiani quello che sono.

Il conte di Montecristo
0 0 0
Modern linguistic material

Dumas, Alexandre <1802-1870>

Il conte di Montecristo / Alexandre Dumas ; traduzione di Emilio Franceschini ; con uno scritto di Andrè Maurois

Mondadori, 2012

Abstract: Ha centosettant'anni, ma non perde un colpo. Pubblicato a puntate fra l'agosto 1844 e il gennaio 1846 sul Journal des Débats, mentre Dumas lo stava ancora scrivendo (con l'aiuto di un ghost-writer, Auguste Maquet), senza sapere nemmeno lui come l'avrebbe concluso, e intanto metteva in cantiere altri due o tre romanzi, Il conte di Montecristo ha lasciato, e lascia tuttora, col fiato sospeso folle di lettori di ogni estrazione sociale e di ogni paese. Nessun romanzo, forse, ha avuto tante edizioni (settantasei solo in Italia, già dal 1846), tanti adattamenti cinematografici (il primo nel 1922) e televisivi; è diventato un musical, un fumetto con Paperino, è stato immortalato sulle figurine Liebig e condensato nelle strisce della Magnesia San Pellegrino; oggi ispira la serie americana Revenge. Tutti quindi possono dire di conoscerne almeno a grandi linee la trama e il protagonista, anche chi non lo ha mai letto. Ma non c'è trasposizione, necessariamente lacunosa, data la mole del romanzo, che valga il godimento di aprirlo e rimanere intrappolati senza scampo nel suo inesorabile ingranaggio narrativo, che funziona sempre anche se si sa già come andrà a finire la vicenda. I suoi stessi difetti, le ripetizioni, le digressioni, le zeppe, sono funzionali al piacere della lettura.

Un teatro tutto cantato
0 0 0
Modern linguistic material

Staffieri, Gloria

Un teatro tutto cantato : introduzione all'opera italiana / Gloria Staffieri

Carocci, 2012

Abstract: Qual è la specificità dell'opera italiana? Come è costruita e come comunica? Come si mette in scena oggi un'opera del passato? Come si può studiare uno spettacolo che appare così plurimo e complesso? Nel rispondere a tali interrogativi, il libro offre una panoramica dei principali aspetti e problemi connessi a questo particolare genere di teatro interamente cantato: analizzale singole componenti in gioco (libretto, partitura, messinscena) e la loro interazione, soffermandosi sulla molteplicità di funzioni che la musica assolve nello spettacolo operistico.

La letteratura di viaggio in Italia
0 0 0
Modern linguistic material

Ricorda, Ricciarda <1949->

La letteratura di viaggio in Italia : dal settecento ad oggi / Ricciarda Ricorda

La Scuola, 2012

...A furor di popolo
0 0 0
Modern linguistic material

Menapace, Lidia <1924-2020>

...A furor di popolo / Lidia Menapace

Marea, 2012

Gramsci in carcere e il fascismo
0 0 0
Modern linguistic material

Canfora, Luciano <1942->

Gramsci in carcere e il fascismo / Luciano Canfora

Salerno, 2012

Abstract: Il fascismo sta al centro della riflessione, oltre che della azione politica, di Antonio Gramsci: dagli anni della lotta agli anni del carcere. Questo libro affronta il tema sotto diversi aspetti: lo sforzo di comprensione storica da parte di Gramsci, tanto più profonda quanto più svincolata dallo scontro immediato; l'infiltrazione fascista nelle file del Partito comunista; la persecuzione postuma da parte di Mussolini intesa ad annientare la memoria di Gramsci col supporto di stampa anarchica. Nel corso di questa indagine vengono sottoposti a verifica scenari che sembravano assodati, riconsiderate fonti (come la famigerata lettera di Grieco) già ampiamente esplorate, ricostruito il faticoso cammino attraverso cui il Partito comunista italiano ha fatto i conti con la propria storia.

La lingua di Ana: chi sei quando perdi radici e parole?
0 0 0
Modern linguistic material

Mujčić, Elvira <1980->

La lingua di Ana: chi sei quando perdi radici e parole? / Elvira Mujcic ; prefazione di Jasmina Tesanovic

Infinito, 2012

Abstract: Ana, la protagonista di questa vicenda, è un'adolescente moldova catapultata in Italia che improvvisamente si rende conto di non sapersi esprimere totalmente né in italiano né in moldavo. C'è un detto secondo cui un uomo che parla due lingue vale due uomini. E quello che parla metà di una e metà di un'altra, vale un uomo? O ne vale mezzo?, si chiede Ana, un'adolescente moldova catapultata in Italia, nel momento in cui si rende conto di non sapersi esprimere totalmente né in italiano né in moldavo. Protagonista di questo libro è la lingua con il suo potere evocativo e al contempo alienante; la lingua che accoglie e respinge. L'incapacità di esprimersi si tramuta in difficoltà di esistere, ma con la possibilità di reinventarsi. Ana vive passo dopo passo il doloroso passaggio da una lingua all'altra, che non è un semplice cambio di simboli e significati, ma è una ricerca emozionale tra le ibridazioni dell'Io. Forse non parlare e non capire una lingua è un po' come perdere uno dei cinque sensi. O forse, più probabilmente, è come perdere un pochino di ogni senso. Come se la realtà fosse percepita solo a metà e il resto andasse perso nella confusione. Inoltre, il mio non voler parlare era anche il mio non voler vivere qui, non volermi interessare di nulla e lasciare che il mondo se ne andasse per i fatti suoi, senza che io ne dovessi fare parte.... Crescere sradicati, in un altro Paese, alieno, in una lingua sconosciuta, più che problemi umani provoca problemi sovrumani.

Giulia 1300 e altri miracoli
3 1 0
Modern linguistic material

Bartolomei, Fabio <1967->

Giulia 1300 e altri miracoli / Fabio Bartolomei

Roma : E/o, 2012

Abstract: A Diego, quarantenne traumatizzato da un lutto familiare, con un lavoro anonimo e un talento unico per le balle, accade di imbarcarsi in un'impresa al di sopra delle sue capacità, l'apertura di un agriturismo; accade che decida di farlo in società con due individui visti solo una volta e che in comune con lui hanno esclusivamente la mediocrità; accade anche che a scongiurare il fallimento immediato sia l'intervento di un comunista nostalgico e che la banale fuga in campagna si trasformi in un atto di resistenza quando nell'agriturismo si presenta un camorrista per chiedere il pizzo.

Il lavoro difficile
0 0 0
Modern linguistic material

Tuorto, Dario <professore di sociologia>

Il lavoro difficile : discriminazione e gruppi discriminati in Italia / di Dario Tuorto

Il Mulino, 2012

Abstract: La direttiva 2000/78 del Consiglio europeo ha sancito ormai da tempo la necessità di combattere qualsiasi forma di discriminazione lavorativa nei confronti di individui appartenenti a categorie socialmente svantaggiate. Ma quale effetto ha prodotto questa normativa nel nostro paese? In che misura il genere, l'età, la condizione psicofisica, gli orientamenti sessuali o le convinzioni personali penalizzano nell'accesso al lavoro o nello svolgimento dell'attività stessa? Questo volume presenta i risultati di un'indagine nazionale condotta su un vasto campione di persone in età lavorativa. Ne emerge un quadro articolato, che segnala la persistenza di diverse aree di criticità rispetto a cui la normativa italiana ed europea viene disattesa, e che sollecitano quindi un più efficace intervento politico e legislativo.

Medici in cerca d'autore
0 0 0
Modern linguistic material

Speranza, Lorenzo

Medici in cerca d'autore / Lorenzo Speranza ; con la collaborazione di Claudia Misasi

Il Mulino, 2012

Abstract: Il medico è una presenza fissa nella nostra società. Balzac lo affianca al prete e all'uomo di legge, l'uno medica le piaghe dell'anima, l'altro quelle della borsa, il medico quelle del corpo. Nel corso del tempo queste tre figure hanno perso la loro carnalità per divenire tre icone, una sorta di Santissima Trinità dei nostri villaggi. In questa rappresentazione, tuttavia, il personaggio centrale è il medico; mentre gli altri due, a seconda dei Paesi e delle epoche, possono cambiare. E i medici, dal canto loro, cosa pensano? Vi è stato un episodio significativo che ha determinato la loro scelta? Quando si sono sentiti medici per la prima volta? Che rapporto hanno con i pazienti e i colleghi? Che ne è dei loro sentimenti, emozioni, paure, desideri? Come si costruisce la distinzione sociale fra clinici e chirurghi? Differenziando le motivazioni della scelta dal modo in cui si esercita la professione, l'autore cerca di decifrare la scatola nera dell'identità medica. E lo fa raccogliendo le storie di medici di varia specialità, diversi per età e collocazione lavorativa, che, proprio come capita ai personaggi di Pirandello evocati nel titolo, si raccontano in prima persona. Le loro storie appaiono singolarmente vicine a quelle di medici in carne ed ossa di altre patti del mondo o di dottori immaginari creati dalla fantasia di grandi scrittori-medici (Bulgakov, Cechov, Celine, Conan Doyle, Cronin, Munthe ecc.).

La villa italiana del Rinascimento
0 0 0
Modern linguistic material

Burns, Howard <1939->

La villa italiana del Rinascimento : forme e funzioni delle residenze di campagna, dal castello alla villa palladiana / Howard Burn ; traduzione di Ilaria Abbondandolo

Colla, 2012

Abstract: Il paesaggio italiano e le periferie dei centri storici sono abbelliti da migliaia di ville e residenze nobiliari edificate in epoca rinascimentale che costituiscono una delle maggiori attrazioni turistiche dell'Italia - basta pensare alle ville di Palladio, palazzo Te a Mantova, Caprarola, villa d'Este a Tivoli. Ma da dove viene, perché e come si è sviluppato il genere architettonico della villa, una residenza ben diversa dalla casa di città, che ha influenzato gli architetti di tutto il mondo? Howard Burns, intrecciando in maniera sapiente la storia dell'architettura con la storia sociale, economica e di costume, traccia lo sviluppo di un fenomeno complesso. Ci spiega che la villa italiana risponde non solo al desiderio da parte dei proprietari e dei loro architetti di ricreare le forme e i piaceri delle ville degli antichi romani, con i loro colonnati e giardini, ma anche alle esigenze della sicurezza e dello sfruttamento economico delle campagne. E ci ricorda come la villa rinascimentale è spesso erede del castello medioevale, cioè luogo forte da cui dominare il territorio circostante. Il libro offre al lettore un'introduzione affascinante e originale alla comprensione dei nuovi modi rinascimentali di vivere in campagna e insieme costituisce un'agile guida, arricchita da brevi 'ritratti' di singole ville, per vedere, capire e godere uno dei patrimoni artistici più singolari d'Italia.

Il museo in ascolto
0 0 0
Modern linguistic material

Solima, Ludovico

Il museo in ascolto : nuove strategie di comunicazione per i musei statali / Ludovico Solima

Rubbettino, 2012

Abstract: A oltre dieci anni di distanza dalla prima ricerca promossa dal MiBAC sulla comunicazione nei musei statali italiani, questo volume presenta i risultati di una nuova indagine, realizzata per fare il punto della situazione e verificare i cambiamenti avvenuti. Grazie a 4.500 questionari compilati dai visitatori di dodici istituti museali statali ed attraverso le interviste condotte con i responsabili dei musei coinvolti ed esperti del settore, il volume restituisce un quadro analitico del rapporto musei-comunicazione-pubblico, prendendo in considerazione l'intera gamma dei canali di comunicazione museale: segnaletica esterna; cartine, pieghevoli, guide a stampa; informazioni fornite dal personale di accoglienza/vigilanza; segnaletica interna; allestimento; didascalie; pannelli informativi e schede mobili; visite guidate; audioguide. Viene anche analizzata la propensione dei visitatori all'uso di nuovi dispositivi e nuove soluzioni tecnologiche per l'accesso ad informazioni e notizie sui musei e sulle loro collezioni.

Mani pulite
0 1 0
Modern linguistic material

Barbacetto, Gianni <1952-> - Travaglio, Marco <1964-> - Gomez, Peter <1963->

Mani pulite / Gianni Barbacetto, Peter Gomez, Marco Travaglio ; prefazione di Piercamillo Davigo

2. ed

Milano : Chiarelettere, 2012

Abstract: Mani pulite, vent'anni dopo. Altro che storia passata, questo libro racconta l'Italia dell'illegalità permanente. Un documento storico che rimarrà per sempre sul tradimento della politica. La cronaca di fatti e misfatti parte da Milano, 17 febbraio 1992, arresto di Mario Chiesa, presidente del Pio Albergo Trivulzio: il primo tangentomane che fa tremare l'impero, a due mesi dalle elezioni. Saranno elezioni terremoto, quelle del 1992, stravinte dal partito degli astenuti (17,4 per cento) e dalla Lega nord. Intanto la Prima Repubblica va in galera ed è ancora solo superficie. Falcone e Borsellino trucidati a Palermo (e nel 2012 molti processi ancora aperti sulle stragi). Un anno dopo la corruzione è ormai un fatto nazionale, nessun partito escluso (70 procure al lavoro, 12.000 persone coinvolte per fatti di tangenti, circa 5000 arresti). L'Italia sta risorgendo, saluta così l'anno nuovo il presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro. Peccato che sia il 1994, l'anno di Silvio Berlusconi e dell'inizio della restaurazione. Scatta l'operazione Salvaladri, con gli imputati che mettono sotto accusa i magistrati. È il mondo alla rovescia e gli italiani assistono allo spettacolo. Alcuni protestano, molti si abituano e finiscono per crederci. Poi gli anni dell'Ulivo, della Bicamerale e dell'inciucio centro-destra-centrosinistra, che produce una miriade di leggi contro la giustizia: ad personas, ad castam e ad mafiam. Fino al 2001, che avvia il quinquennio della definitiva normalizzazione...

Assistente amministrativo ASL
0 0 0
Modern linguistic material

Tramontano, Luigi <giurista>

Assistente amministrativo ASL : tutto per la preparazione al concorso / Luigi Tramontano

2. ed.

CELT

Abstract: Quest'opera mette a disposizione dei candidati al concorso per assistente amministrativo ASL uno strumento di indubbia utilità per lo studio e il ripasso, che consente - in un unico volume - di poter apprendere tutte le principali nozioni ed istituti delle materie oggetto d'esame, e di poter avere a disposizione la legislazione di riferimento, nella sua versione più aggiornata. L'accurata veste grafica, ed un dettagliato indice sommario, consentono di individuare con facilità le principali tematiche che hanno maggiori probabilità di divenire oggetto d'esame.

La testimonianza del minore
0 0 0
Modern linguistic material

Codognotto, Sara - Magro, Tiziana

La testimonianza del minore : strumenti e protocolli operativi / Sara Codognotto, Tiziana Magro

Maggioli, 2012

Abstract: Oggi, anche una veloce lettura dei giornali può sicuramente portare il lettore a chiedersi: un minore può testimoniare in un processo? Ha le competenze per farlo? Il giudice deve o può tenere conto di quello che dice il minore? Ebbene, la legge - art. 196 del codice di procedura penale - è chiara: ogni persona ha la capacità di testimoniare, ma al giudice spetta l'arduo compito di valutare con particolare attenzione la credibilità del dichiarante e l'attendibilità delle dichiarazioni.Il giudice ha comunque la possibilità di avvalersi durante l'indagine dell'ausilio di un esperto forense, che lo aiuti a decidere se fidarsi o non fidarsi della testimonianza del bambino.Il compito è arduo e complesso. A orientare l'esperto nel ricoprire il ruolo di perito nelle indagini nei confronti dei minori vengono in aiuto diversi e recenti protocolli atti a formalizzare le più aggiornate conoscenze scientifiche in questo campo, quali quelli che rimandano alla revisione della Carta di Noto III e alle Linee Guida Nazionali sull'Ascolto del Minore Testimone. Il presente volume, pensato e scritto per coloro che si occupano in vario modo della valutazione della competenza a testimoniare dei minori, non ha la pretesa di essere esaustivo, ma riesce a presentare sia le teorie (in particolare quelle facenti capo alla psicologia che si occupa dei processi cognitivi), sia gli strumenti di base utili ai professionisti in questo campo forense; diventa in tal modo un aiuto proficuo e concreto per meglio comprendere la complessità della materia e quali potrebbero essere le competenze e le conoscenze psicologiche necessarie.

Libere sempre
5 1 0
Modern linguistic material

Ombra, Marisa <1925-2019>

Libere sempre : una ragazza della Resistenza a una ragazza di oggi / Marisa Ombra

Torino : Einaudi, 2012

Abstract: Una donna di 87 anni, ex partigiana, scrive una lunga lettera a una ragazza di 14 anni incontrata in un parco. Una lettera sulla libertà, la bellezza e la dignità delle donne. L'autrice racconta la guerra partigiana, la propria anoressia, i rapporti tra ragazzi e ragazze in montagna, e il senso di pericolo e futuro da cui tutti si sentivano uniti. Il ricordo della lotta di liberazione delle donne si contrappone, così, al disagio di vedere che, oggi, per molte ragazze, libertà significa libertà di mettere all'incasso la propria bellezza.

100 itinerari nell'Italia più bella
0 0 0
Modern linguistic material

Touring club italiano <ente senza scopo di lucro>

100 itinerari nell'Italia più bella / [Touring club italiano]

[Nuova edizione]

Milano : Touring, 2012

Abstract: Un viaggio attraverso i tesori della Penisola, vero scrigno di arte, cultura, scorci paesaggistici e tradizioni. Piccole città e borghi pieni di carattere, siti protetti dall'Unesco, preziosi centri d'arte, aree archeologiche, prestigiose località marine e paradisi montani... Un'accurata selezione di luoghi imperdibili, il meglio del nostro Paese, in 100 itinerari creati e verificati dagli esperti Touring, corredati di cartografia dettagliata e ampiamente illustrati. In coda al volume, un'ampia sezione dedicata alle informazioni pratiche sui luoghi di visita, gli alberghi e ristoranti consigliati in ciascuna zona.