Romanzo verità <genere fiction>

(Classe)

Note:
  • Genere solo letterario. Opere basate su episodi realmente accaduti
Thesaurus
Rinvio da (UF)
Vedi anche (RT)

Found 698 documents.

Related search results: Rete Bibliotecaria Bergamasca

Exodus
0 0 0
Monographs

Uris, Leon <1924-2003>

Exodus / Leon Uris ; traduzione di Augusta Mattioli

Milano : A. Mondadori

Abstract: Il romanzo dell'epopea che condusse alla nascita di Israele, ma anche della lacerante questione palestinese. Estate 1947, a bordo della nave Exodus l'attivista Arì Ben Canaan, l'infermiera americana Kitty Fremont e gli adolescenti Dov Landau e Karen Clemens, insieme con tanti altri giovani sopravvissuti alla Shoah, vanno incontro al loro destino: contribuire alla creazione dello stato ebraico e alla riscossa di un popolo. Ma fino a che punto si può sacrificare la propria esistenza in nome di un ideale? Ispirato a un episodio vero, Exodus è un'opera fondamentale per conoscere e capire la genesi di uno dei capitoli più drammatici, e tuttora irrisolti, della storia contemporanea.

1: Romanzi e racconti
0 0 0
Modern linguistic material

Yourcenar, Marguerite <1903-1987> - Yourcenar, Marguerite <1903-1987>

1: Romanzi e racconti

Abstract: Questa nuova edizione rilegata comprende tutte le opere narrative della scrittrice belga, corredate dalle Prefazioni scritte da lei stessa. Innanzitutto, le grandi rivisitazioni narrative del mondo classico e dell'età barocca, come le Memorie di Adriano e L'opera al nero. Poi, le analisi psicologiche di Alexis o il trattato della lotta vana, di Moneta del sogno e di Il colpo di grazia. Per concludere con i racconti sparsi e con le incursioni in una civiltà antitetica all'Occidente di Fuochi e di Novelle orientali.

Il silenzio dei nostri amici
0 0 0
Modern linguistic material

Long, Mark <1957-> - Powell, Nate <1978-> - Demonakos, Jim

Il silenzio dei nostri amici / testi di Mark Long & Jim Demonakos ; disegni di Nate Powell

Milano : Bao, 2012

Abstract: Nel Texas degli anni Sessanta, una famiglia bianca che vive in un quartiere notoriamente razzista e una famiglia nera dei bassifondi sfidano i pregiudizi della gente di Houston sopportando umiliazioni e violenza per ottenere la liberazione di cinque studenti di college neri, ingiustamente accusati per l'omicidio di un poliziotto. Il silenzio dei nostri amici attinge ai ricordi dell'infanzia di Mark Long che, insieme al co-autore Jim Demonakos, ha creato un potente affresco di quel momento di fortissima tensione sociale nella storia degli Stati Uniti. Con i disegni di Nate Powell (Portami via) a rendere ancor più vivide le vicende narrate.

Iqbal
0 0 0
Modern linguistic material

D'Adamo, Francesco <1949->

Iqbal : a novel / written by Francesco D'Adamo ; translated by Ann Leonori

London : Simon & Schuster, 2004

Abstract: Nel libro è narrata una storia vera, quella di Iqbal Mashir, che venne assassinato in Pakistan a tredici anni dalla mafia dei tappeti per avere denunciato il suo ex padrone e avere contribuito a far chiudere decine di fabbriche clandestine e a liberare centinaia di bambini schiavi come lui. È il racconto della faticosa conquista della libertà materiale e morale da parte dei diseredati del mondo, e di una ribellione contro coloro che sembrano troppo potenti, troppo ricchi, troppo invisibili per essere toccati. Un romanzo di denuncia in bilico tra commozione ed indignazione, ma anche una storia di libertà e di aquiloni, di speranza e cocciuta memoria.

I beati della Desolazione
0 0 0
Modern linguistic material

Bazin, Hervé <1911-1996>

I beati della Desolazione / Hervè Bazin

Milano : Bompiani, 1971

Exodus
0 0 0
Monographs

Uris, Leon <1924-2003>

Exodus / Leon Uris ; traduzione di Augusta Mattioli

Milano : Mondadori

Abstract: Il romanzo dell'epopea che condusse alla nascita di Israele, ma anche della lacerante questione palestinese. Estate 1947, a bordo della nave Exodus l'attivista Arì Ben Canaan, l'infermiera americana Kitty Fremont e gli adolescenti Dov Landau e Karen Clemens, insieme con tanti altri giovani sopravvissuti alla Shoah, vanno incontro al loro destino: contribuire alla creazione dello stato ebraico e alla riscossa di un popolo. Ma fino a che punto si può sacrificare la propria esistenza in nome di un ideale? Ispirato a un episodio vero, Exodus è un'opera fondamentale per conoscere e capire la genesi di uno dei capitoli più drammatici, e tuttora irrisolti, della storia contemporanea.

Se questo è un uomo
0 0 0
Modern linguistic material

Levi, Primo <1919-1987>

Se questo è un uomo / Primo Levi

De Silva, 1947

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Primo Levi, reduce da Auschwitz, pubblicò Se questo è un uomo nel 1947. Einaudi lo accolse nel 1958 nei Saggi e da allora viene continuamente ristampato ed è stato tradotto in tutto il mondo. Testimonianza sconvolgente sull'inferno dei Lager, libro della dignità e dell'abiezione dell'uomo di fronte allo sterminio di massa, Se questo è un uomo è un capolavoro letterario di una misura, di una compostezza già classiche. È un'analisi fondamentale della composizione e della storia del Lager, ovvero dell'umiliazione, dell'offesa, della degradazione dell'uomo, prima ancora della sua soppressione nello sterminio.

Chicolo
0 0 0
Modern linguistic material

Morchio, Anna

Chicolo / Anna Morchio ; illustrazioni di Sonia Cattaneo

Coccole Books, 2013

Abstract: Chicolo è un bimbo speciale: nato con un sorriso come se ne vedono pochi. La sua bocca è un quadrifoglio e porta fortuna ma anche tante difficoltà.Una storia vera con un lieto fine per tutti i bambini con un sorriso... a quadrifoglio! Età di lettura: da 4 anni.

Se ti abbraccio non aver paura
2 0 0
Modern linguistic material

Ervas, Fulvio <1955->

Se ti abbraccio non aver paura : il viaggio di Franco e Andrea / Fulvio Ervas

Mondolibri, 2013

Occupied city
0 0 0
Modern linguistic material

Peace, David <1967->

Occupied city / David Peace

Faber and Faber, 2009

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Tokyo, 1948. Anno del Ratto. Portatore di malattia, il topo governa la città occupata due volte: dalle truppe del generale americano Mac Arthur, insediato dopo la resa giapponese, e da fantasmi inquieti. Tokyo. Un altro anno del Ratto. Uno scrittore corre ansimando nella notte, gli occhiali rotti, i pantaloni infangati. Fra le sue braccia gli appunti di un libro che non vuole farsi scrivere. Sta correndo verso la Porta Nera. Lì forse troverà la verità. Lì forse capirà chi è il falso medico che nel 1948 ha avvelenato e ucciso i dodici dipendenti della Banca Teikoku. Tokyo ha scelto il suo colpevole. Ma la città è occupata, posseduta, la verità nascosta. Per scoprirla, lo scrittore partecipa a una seduta spiritica: dodici candele vengono spente, una per ciascuno spirito. Le voci delle vittime, della polizia, degli occupanti americani si contaminano, si intrecciano in un serrato rituale esorcistico. Fra i deliri dei testimoni, dove nessuno dice la verità e quando la dice ne mistifica un'altra, s'insinua lo spettro della Guerra Batteriologica, l'eredità degli atroci esperimenti sui tronchi, le cavie umane dell'Unità 731 deliberatamente infettate dalla peste. E le pagine del libro che non voleva farsi scrivere ora non sono più bianche. Eppure lo scrittore non trova pace perché, sì, i personaggi finalmente sono suoi, ma sue sono anche le lacrime, sua è la sofferenza del Giappone. È la condanna dello scrittore quella che David Peace racconta nel secondo volume della Trilogia di Tokyo.

Se questo è un uomo
0 0 0
Modern linguistic material

Levi, Primo <1919-1987>

Se questo è un uomo / Primo Levi ; postfazione di Cesare Segre

Fabbri, 2012

Abstract: Primo Levi, reduce da Auschwitz, pubblicò Se questo è un uomo nel 1947. Einaudi lo accolse nel 1958 nei Saggi e da allora viene continuamente ristampato ed è stato tradotto in tutto il mondo. Testimonianza sconvolgente sull'inferno dei Lager, libro della dignità e dell'abiezione dell'uomo di fronte allo sterminio di massa, Se questo è un uomo è un capolavoro letterario di una misura, di una compostezza già classiche. È un'analisi fondamentale della composizione e della storia del Lager, ovvero dell'umiliazione, dell'offesa, della degradazione dell'uomo, prima ancora della sua soppressione nello sterminio.

Miss Bangkok
0 0 0
Modern linguistic material

Boonmee, Bua <1974-> - Pierce, Nicola <1969->

Miss Bangkok : memoirs of a Thai prostitute / by Bua Boonmee with Nicola Pierce

Maverick house, 2007

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Memorie di una prostituta tailandese.

Storia di Iqbal
0 0 0
Modern linguistic material

D'Adamo, Francesco <1949->

Storia di Iqbal / Francesco d'Adamo

Fabbri centauria, 2014 (stampa 2015)

Abstract: Nel libro è narrata una storia vera, quella di Iqbal Mashir, che venne assassinato in Pakistan a tredici anni dalla mafia dei tappeti per avere denunciato il suo ex padrone e avere contribuito a far chiudere decine di fabbriche clandestine e a liberare centinaia di bambini schiavi come lui. È il racconto della faticosa conquista della libertà materiale e morale da parte dei diseredati del mondo, e di una ribellione contro coloro che sembrano troppo potenti, troppo ricchi, troppo invisibili per essere toccati. Un romanzo di denuncia in bilico tra commozione ed indignazione, ma anche una storia di libertà e di aquiloni, di speranza e cocciuta memoria.

La vera storia di Esther la super maialina
0 0 0
Modern linguistic material

Jenkins, Steve <1982-> - Crane, Caprice - Walter, Derek <1981->

La vera storia di Esther la super maialina / Steve Jenkins, Derek Walter e Caprice Crane ; illustrazioni di Cori Doerrfeld

Sonda, 2018

Abstract: Le avventure della maialina che cresceva, e cresceva e cresceva e della sua famiglia eccezionale, che più diventa grossa, più le vuole bene. Esther è la maialina più famosa del Web: dopo essere stata adottata a sei settimane da una coppia di amici, che pensavano fosse un «innocuo» porcellino d’India, è cresciuta sempre di più, e le sorprese non finiscono qui. Versione illustrata per i più piccoli, che si innamoreranno del suo musetto dolce e buffo e si divertiranno insieme con lei!

Se questo è un uomo
0 0 0
Modern linguistic material

Levi, Primo <1919-1987>

Se questo è un uomo / Primo Levi ; postfazione di Cesare Segre

Ed. speciale

San Paolo, 2017

Abstract: Primo Levi, reduce da Auschwitz, pubblicò Se questo è un uomo nel 1947. Einaudi lo accolse nel 1958 nei Saggi e da allora viene continuamente ristampato ed è stato tradotto in tutto il mondo. Testimonianza sconvolgente sull'inferno dei Lager, libro della dignità e dell'abiezione dell'uomo di fronte allo sterminio di massa, Se questo è un uomo è un capolavoro letterario di una misura, di una compostezza già classiche. È un'analisi fondamentale della composizione e della storia del Lager, ovvero dell'umiliazione, dell'offesa, della degradazione dell'uomo, prima ancora della sua soppressione nello sterminio.

Corpo felice
0 0 0
Modern linguistic material

Maraini, Dacia <1936->

Corpo felice : storia di donne, rivoluzioni e un figlio che se ne va / Dacia Maraini

Rizzoli, 2019

Abstract: Una madre che non ha avuto il tempo di esserlo. Un figlio mai cresciuto. Tra di loro, i giorni teneri e feroci, sognati eppure vividissimi che non hanno vissuto insieme. E un dialogo ininterrotto che racconta cosa significa diventare donne e uomini oggi. A più di quarant’anni dai versi che hanno disegnato i contorni di un cambiamento possibile – “Libere infine di essere noi / intere, forti, sicure, donne senza paura” – L'autrice riavvolge il filo di una storia tempestosa, quella al femminile, attraverso le parole di una madre a un figlio perduto, il suo, che cammina verso la maturità pur abitando solo nei ricordi. È così che l’immaginazione si fa più vera della realtà, come accade per tutte le donne che popolano i suoi libri – Marianna, Colomba, Isolina, Teresa – e sono arrivate a noi con le loro voci e i loro corpi. Corpi che non hanno mai smesso di cercare la propria via per la felicità, pieni di vita o disperati per la sua assenza, amati o violati, santificati o temuti, quasi sempre dagli altri, gli uomini. Ed è proprio a loro che parlano queste pagine. Agli occhi di un bambino maschio non ancora uomo. Per ricordare a lui e a tutti noi, sul filo sottile ma resistente della memoria, che solo quando l’amore arriva a illuminare le nostre vite, quello tra i sessi non sarà più uno scontro ma l’incontro capace di cambiare le regole del gioco.

Il figlio di Noé
0 0 0
Modern linguistic material

Schmitt, Eric-Emmanuel <1960->

Il figlio di Noé / Eric-Emmanuel Schmitt ; traduzione dal francese di Alberto Bracci Testasecca

E/O, 2018

Abstract: 1942: nel Belgio occupato dai nazisti, il piccolo ebreo Joseph, sette anni, viene affidato dai genitori a un sacerdote cattolico, padre Pons, che in una sorta di collegio accoglie sotto falso nome molti ragazzi ebrei. Joseph è sedotto dai riti cristiani come la messa a cui assiste per non destare sospetti, ma padre Pons non vuole che abbandoni la fede degli antenati. E gli svela un segreto: nella cripta della chiesa ha allestito di nascosto una sinagoga in cui ha raccolto oggetti di culto, libri, dischi con canti e preghiere yiddish. Come Noè, padre Pons si è costruito un'arca con la quale salvare il futuro del mondo. Dall'autore di Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano, un tributo all'amicizia, alla solidarietà e al coraggio.

Le cose innominabili
0 0 0
Modern linguistic material

De Michele, Girolamo <1961->

Le cose innominabili / Girolamo De Michele

Rizzoli, 2019

Abstract: Emma Battaglia, Taranto, ce l'ha nel sangue: come patologia forse causata dalla polvere del grande Siderurgico che scontorna i margini delle cose, colora di rosso le tombe al cimitero e si deposita nei polmoni. Emma, il suo male, l'ha chiamato la Bestia. Del resto le parole sono importanti. Lo sa bene lei che è insegnante in un liceo e nel tempo libero fa la maestra a ragazzini che altrimenti imparerebbero solo dalla strada. Ma a furia di fronteggiare la Bestia in agguato si finisce per vedere il mondo in modo diverso, e da una prospettiva obliqua. Così Emma osserva il terremoto che scuote gli equilibri di potere ai piedi della Fabbrica. L'omicidio di un commercialista con entrature importanti e la guerra tra i clan del crimine organizzato hanno precipitato Taranto nel caos. Persona casualmente informata dei fatti, vittima di tradimenti passati che proiettano la loro ombra fino a oggi, la professoressa Battaglia si ritrova a ricordare, a intercettare pettegolezzi, a parlare con sbirri che dovrebbero investigare e con testimoni che credono di aver visto. Nella città dei veleni la polvere non solo contagia, ma distorce, annebbia e confonde. Autore di culto del noir italiano, Girolamo De Michele scrive un poliziesco dalle mille voci, una commedia umana in cui l'indagine si frantuma in un infinito gioco di specchi e la scoperta della verità non coincide col fare giustizia. Racconta di un Sud che continua a dire delle vergogne del Paese intero: del profitto che vale più della vita, della catastrofe ambientale sulla pelle dei poveri cristi, dei gattopardi di sempre travestiti da nuovi padroni, di odiatori da social network, di sindacalisti corrotti, questurini corrotti, politici corrotti. Perché il veleno più subdolo è quello che guasta il cuore e la mente.

Con le migliori intenzioni
0 0 0
Modern linguistic material

Di Brango, Enzo

Con le migliori intenzioni : una bomba a San Pietro / Enzo Di Brango

Nova Delphi, 2019

Abstract: Il 25 giugno 1933 la basilica di San Pietro è teatro di un attentato dinamitardo. Le cronache dell'epoca riportano un bilancio di alcuni feriti. Non ci sono vittime, pochi i danni materiali. I tre responsabili, pedinati e arrestati qualche tempo dopo, si rivelano strumenti inconsapevoli al servizio di un complotto ordito dall'Ovra, la potente polizia politica fascista, con l'obiettivo di incastrare come mandanti alcuni tra gli antifascisti più conosciuti nel mondo del fuoriuscitismo: Gaetano Salvemini, Carlo Rosselli e Alberto Cianca. Ma non tutto va come previsto...

Il nemico in casa
0 0 0
Modern linguistic material

Nemo, Martin

Il nemico in casa : 1942 la vittoria mancata / Martin Nemo

IBN, 2018

Abstract: Dicembre 1941: la guerra è diventata mondiale e le lancette della storia si muovono inesorabilmente contro l'Asse. Il 1942 sarà l'anno decisivo per le sorti del conflitto ed in particolare per l'Italia. Giulio Balestrier è un giovane ufficiale di marina che verrà travolto da un incredibile destino di spionaggio, amore, avventura e doppi giochi. Dall'Atlantico all'Europa, il dramma del protagonista si intreccerà con vecchie e nuove rivalità tra la follia della guerra più totale, in un mondo dove nulla è quello che sembra. È il secondo conflitto mondiale lo scenario del romanzo di Nemo, guerra in mare, condotta dalla nostra flotta, considerata fino allo scoppio delle ostilità una temibile potenza navale, soprattutto per la numerosa componente sommergibilistica, ma presto ridimensionata, fin dai primi mesi di attività nel Mediterraneo, dall’aggressività britannica, dalla superiore capacità operativa e disponibilità di riserve dell’avversario, quello sì davvero possente. La Home Fleet era accorsa in forze nel Mare Nostrum, dove poteva vantare il controllo di tre formidabili punti d’appoggio: lo stretto di Gibilterra, l’isola di Malta al centro e il porto di Alessandria d’Egitto. L’autore premette che le vicende raccontate sono ispirate dalla vulgata del sabotaggio dello sforzo bellico italiano da parte di alti ufficiali al vertice delle forze armate. Per quanto riguarda la Marina, tanti sospetti di collaborazione col nemico sono venuti meno quando alla fine degli anni ‘70 è caduto l’inaccessibile segreto militare mantenuto dagli inglesi sul Sistema Ultra, che aveva consentito di decrittare tutti i messaggi che i comandi tedeschi si scambiavano con una macchina cifratrice, Enigma, che ritenevano inattaccabile. Era stata presto violata e così Londra conosceva in chiaro tutte le comunicazioni germaniche che in modo pignolo puntualizzavano anche gli spostamenti delle unità della nostra Marina, perfino le coordinate degli appostamenti di sommergibili. Per i britannici, arrivare e colpire era come andare ad un appuntamento. Nel romanzo, trama e personaggi sono di pura fantasia e non fanno riferimento a persone realmente esistite. Gli eventi storici sono quelli autentici invece e nell’esatta sequenza cronologica. È come leggere un libro di storia del 1942, con l’eccezione di due licenze narrative: l’agguato di sommergibili italiani al largo di Gibilterra (fantascienza, visto il totale controllo di quelle acque da parte della flotta inglese) e uno scontro aeronavale nel Tirreno. Inventati anche i nomi dei sommergibili Ferrarin, X5, X7, X8 e le loro imprese.