Found 15004 documents.

Show parameters
Lizzie Siddal
0 0 0
Modern linguistic material

Testa, Arianna <1992->

Lizzie Siddal : l'artista dietro l'icona / di Arianna Testa

A, 2022

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Elizabeth Siddal è una figura assai complessa, un'artista d'avanguardia ingiustamente sottovalutata da una critica che, per oltre un secolo, l'ha ridotta ad un personaggio, basandosi esclusivamente sulla sua vicenda personale peraltro romanzata. Sarta, modella, musa, amante e moglie: queste le molteplici identità che Lizzie ha assunto fino agli anni '70 del Novecento, quando la critica letteraria, forte di una nuova impronta femminista ha riscoperto i dipinti e le poesie di cui fu autrice. Con una analisi e una profonda riflessione sulla sua persona 360°, il volume va a restituire a Lizzie quella dignità e identità di artista di cui è stata ingiustamente privata

La magia del fantasy
0 0 0
Modern linguistic material

La magia del fantasy : storie di amicizia, lealtà e coraggio

Salani, 2022

Abstract: Dodici storie sui valori dell'amicizia, della lealtà e del coraggio con i vincitori del concorso "Scrittori di classe".

Presidenti della Repubblica
0 0 0
Modern linguistic material

Pertici, Andrea <docente di diritto costituzionale>

Presidenti della Repubblica : da De Nicola al secondo mandato di Mattarella / Andrea Pertici

Il Mulino, 2022

Abstract: Descritta succintamente dal testo costituzionale, la Presidenza della Repubblica è stata via via «riempita» dai momenti politici e dalla cultura di chi è stato chiamato a incarnarne lo spirito. Cosa distingue Einaudi da Gronchi? È stato Pertini il primo «presidente degli italiani»? Perché il sistema mediatico ha descritto Napolitano come «Re Giorgio»? Cosa rappresenta, per l'Italia e il suo sistema politico, la riconferma di Sergio Mattarella? L'Assemblea costituente optò per una forma di governo parlamentare, ma affidò al Capo dello Stato importanti poteri di intermediazione politica, di controllo e di stimolo che il cittadino comune vede ciclicamente in atto nei passaggi istituzionali: la formazione dei governi, lo scioglimento della Camere, l'elezione dei Presidenti stessi. Nel corso della storia repubblicana queste funzioni si sono allargate e ristrette, perché interpretate da uomini politici all'interno di momenti politici. Ecco perché, per capire davvero i Presidenti della Repubblica, i loro profili vanno letti dentro alle stagioni della politica italiana.

Pandemie 1836-1855-1867 a Sale Marasino
0 0 0
Modern linguistic material

Burlotti, Antonio <1951-> - Scalvinoni, Gian Paolo

Pandemie 1836-1855-1867 a Sale Marasino / [a cura di Antonio Burlotti ; testi di Antonio Burlotti, Gian Paolo Scalvinoni]

Comune di Sale Marasino, 2022

Abstract: Antonio Burlotti, con la collaborazione di Gian Paolo Scalvinoni, ci fornisce in questo libro uno straordinario promemoria delle esperienze che hanno, nella storia, preceduto, per analogia, ciò che la vita ci va riservando in questi anni di Covid-19. E lo fa recuperando le esperienze di tre epidemie che in 30 anni dell'Ottocento hanno colpito Sale Marasino. Il cholera morbus, malattia giunta all'improvviso, si accanì con crudeltà inaudita sul tessuto sociale. Priva di cure, la malattia provocò sofferenze, morti, sconvolgendo la vita della comunità.

L'istinto della bellezza
0 0 0
Modern linguistic material

Giunta, Santo <1965->

L'istinto della bellezza : Carlo Scarpa a Palermo : studi sullo Steri, 1972-1978 / Santo Giunta ; postfazione di Antonino Saggio

Marsilio, 2022

Abstract: Carlo Scarpa (1906-1978), ritornando a Palermo agli inizi degli anni settanta, è riuscito a catturare, nella fisicità dello spazio costruito di palazzo Chiaromonte, detto Steri (da Hosterium, palazzo fortificato), le relazioni essenziali tra questa architettura, opera trecentesca, e la città contemporanea. La chiave usata dall'autore per decifrare quest'opera è il cammino, l'immergersi passo dopo passo nell'architettura, in un percorso-discorso peripatetico. Scarpa, per lo Steri, ha innescato un processo di rivitalizzazione basato sulla qualità degli spazi interni, concorrendo a disvelare nuove strutture narrative capaci di guardare ai tratti del nostro tempo.

Ci salverà la tenerezza
0 0 0
Modern linguistic material

Stassi, Francesca <1963->

Ci salverà la tenerezza : aforismi, poesie / Francesca Stassi

La Quadra, [2022]

Il codice dell'illusionista
4 0 0
Modern linguistic material

Läckberg, Camilla <1974-> - Fexeus, Henrik <1971->

Il codice dell'illusionista / Camilla Läckberg, Henrik Fexeus ; traduzione dallo svedese di Alessandra Albertari e Laura Cangemi

Marsilio, 2021

Abstract: Quando una donna viene trovata morta in una cassa di legno con il corpo trafitto da spade, la polizia di Stoccolma è frastornata: difficile capire se si tratti di un gioco di prestigio finito in tragedia o di un macabro rituale omicida. Le indagini vengono affidate a una squadra speciale: un gruppo eterogeneo di agenti scelti – e allergici alle procedure istituzionali – tra i quali spicca per doti investigative Mina Dabiri. Proprio Mina suggerisce di coinvolgere nel caso Vincent Walder, un famoso mentalista, profondo conoscitore del linguaggio del corpo e del mondo dell’illusionismo. Insieme si mettono sulle tracce del killer, ma la personalità di entrambi, segnata da piccole e grandi ossessioni e da segreti inconfessabili, ingarbuglia la caccia, anche perché il loro stesso passato si rivela connesso in modo inquietante al caso. E prima che la situazione precipiti, l’unica arma a disposizione dei due investigatori per impedire all’assassino di uccidere ancora è anticipare le sue mosse: solo comprendendo a fondo la sua follia, infatti, potranno mettervi fine. In questo primo, esplosivo episodio di una serie che è già un fenomeno internazionale, la straordinaria abilità di Camilla Läckberg di scavare negli abissi dell’animo umano incontra le competenze psicologiche di uno dei più apprezzati mentalisti del mondo per dare vita a un’originalissima coppia di investigatori: Mina Dabiri e Vincent Walder, la poliziotta misofoba e il mentalista esperto di misteri numerici, in lotta contro un serial killer spietato, e contro i propri demoni.

Canto per Europa
0 0 0
Modern linguistic material

Rumiz, Paolo <1947->

Canto per Europa / Paolo Rumiz ; illustrazioni di Cosimo Miorelli

Feltrinelli, 2021

Abstract: Una giovane siriana, profuga di guerra, fugge sulla barca a vela di quattro uomini assetati di miti. La ragazza si chiama Evropa. Da quel momento la leggenda della principessa fenicia rapita sulla costa del Libano da Giove trasformatosi in toro si intreccia con gli eventi del Mediterraneo di oggi: emigrazioni, secessioni, conflitti, turismo di massa. Ingravidata in sogno dal re degli dèi, la ragazza riesce a sbarcare in Italia dopo infinite avventure e a dare il suo nome alla Terra del Tramonto, che però non riconosce in una figlia dell'Asia la Grande Capostipite. Dopo il suo drammatico sbarco, Petros, il capitano, continuerà a viaggiare da solo senza più attraccare in nessun porto. Clandestino anche lui, ma libero, fino alla sua misteriosa scomparsa.

Manco per sogno
0 0 0
Modern linguistic material

Alemagna, Beatrice <1973->

Manco per sogno / Beatrice Alemagna

Topipittori, 2021

Abstract: Pasqualina: tre anni, due ali pelose e le idee molto chiare: niente scuola. Mai. Mancopersogno. Così si apre lo straordinario albo dedicato a tutti i piccoli che si apprestano ad affrontare il primo giorno di scuola. Con acutezza e umorismo, a sorpresa, la situazione si ribalta. Sarà Pasqualina a dover prendersi cura dei suoi genitori diventati piccolissimi e timorosi dell’avventura scolastica che li aspetta. In questo modo si troverà a trascorrere il primo giorno di scuola dimenticando capricci e paure, e vivendo tutte le grandi novità della strana giornata.

Piccole donne
0 0 0
Modern linguistic material

Alcott, Louisa May <1832-1888>

Piccole donne / Louisa May Alcott ; versione a cura della Biblioteca italiana per ipovedenti onlus

B.I.I. onlus, 2021

Abstract: Crescere non è facile per le sorelle March. La povertà minaccia la loro casa e l'adorato padre è stato chiamato a combattere nella guerra di Secessione. Su di loro, però, veglia l'amorevole mamma, preoccupata per il loro avvenire e, al contempo, fiera delle loro scelte. Anche i sogni non mancano: costruire una nuova famiglia per la pacata Meg; diventare scrittrice per quel maschiaccio di Jo; vivere serenamente nella casa paterna per la dolce Beth; intraprendere la carriera d'artista per la vanitosa Amy. Realizzarli non sarà facile, ma nulla sembra impossibile per chi conosce il segreto dell'affetto, dell'ottimismo e della solidarietà.

L'acqua del lago non è mai dolce
0 0 0
Modern linguistic material

Caminito, Giulia <1988->

L'acqua del lago non è mai dolce / Giulia Caminito

B.I.I. onlus, 2021

Abstract: Odore di alghe limacciose e sabbia densa, odore di piume bagnate. È un antico cratere, ora pieno d’acqua: è il lago di Bracciano, dove approda, in fuga dall’indifferenza di Roma, la famiglia di Antonia, donna fiera fino alla testardaggine che da sola si occupa di un marito disabile e di quattro figli. Antonia è onestissima, Antonia non scende a compromessi, Antonia crede nel bene comune eppure vuole insegnare alla sua unica figlia femmina a contare solo sulla propria capacità di tenere alta la testa. E Gaia impara: a non lamentarsi, a salire ogni giorno su un regionale per andare a scuola, a leggere libri, a nascondere il telefonino in una scatola da scarpe, a tuffarsi nel lago anche se le correnti tirano verso il fondo. Sembra che questa ragazzina piena di lentiggini chini il capo: invece quando leva lo sguardo i suoi occhi hanno una luce nerissima. Ogni moto di ragionevolezza precipita dentro di lei come in quelle notti in cui corre a fari spenti nel buio in sella a un motorino. Alla banalità insapore della vita, a un torto subìto Gaia reagisce con violenza imprevedibile, con la determinazione di una divinità muta.Sono gli anni duemila, Gaia e i suoi amici crescono in un mondo dal quale le grandi battaglie politiche e civili sono lontane, vicino c’è solo il piccolo cabotaggio degli oggetti posseduti o negati, dei primi sms, le acque immobili di un’esistenza priva di orizzonti. Giulia Caminito dà vita a un romanzo ancorato nella realtà e insieme percorso da un’inquietudine radicale, che fa di una scrittura essenziale e misurata, spigolosa e poetica l’ultimo baluardo contro i fantasmi che incombono. Il lago è uno specchio magico: sul fondo, insieme al presepe sommerso, vediamo la giovinezza, la sua ostinata sfida all’infelicità.

Italiana
0 0 0
Modern linguistic material

Catozzella, Giuseppe <1976->

Italiana / Giuseppe Catozzella

B.I.I. onlus, 2021

Abstract: Italiana. Una donna italiana. Maria Oliverio, altrimenti conosciuta come Ciccilla, nasce a Casole, nella Sila calabrese, da famiglia poverissima. Dalle strade del paese si sale sulla montagna che è selvaggia, a volte oscura, a volte generosa come una madre. Quelle strade, quei sentieri li imbocca ragazzina quando la sorella maggiore Teresa, tornata a vivere in famiglia, le toglie il letto e il tetto. E quelli sono i sentieri che Maria prende per combattere al fianco di Pietro, brigante e ribelle, diventando presto la prima e unica donna a guidare una banda contro la ferocia dell'esercito regio. Se da una parte Teresa trama contro di lei una incomprensibile tela di odio, dall'altra Pietro la guida dentro l'amore senza risparmiarle la violenza che talora ai maschi piace incidere sul corpo delle donne. Ciccilla passa la giovinezza nei boschi, apprende la grammatica della libertà, legge la natura, impara a conoscere la montagna, a distinguere il giusto dall'ingiusto, e non teme di battersi, sia quando sono in gioco i sentimenti, sia quando è in gioco l'orizzonte ben più ampio di una nuova umanità. Il volo del nibbio, la muta complicità di una lupa, la maestà ferita di un larice, tutto le insegna che si può ricominciare ogni volta daccapo, per conquistarsi un futuro come donna, come rivoluzionaria, come italiana di una nazione che ancora non esiste ma che forse sta nascendo con lei.

Disadorna e altre storie
0 0 0
Modern linguistic material

Franceschini, Dario

Disadorna e altre storie / Dario Franceschini

B.I.I. onlus, 2021

Abstract: Sono atmosfere rarefatte e surreali a fare da sfondo ai racconti di "Disadorna". Seguendo quel tocco lieve e ironico che contraddistingue il realismo magico tutto padano di Dario Franceschini, incontriamo uomini storditi di fronte alla vastità del mare, ci perdiamo nella nebbia che avvolge la pianura, scoviamo ricordi e amori lontani, vediamo le storie con gli occhi dei protagonisti. Forse, ci dice l'autore, è proprio nelle cose più semplici della vita che si nasconde la felicità.

Storie di pirati, corsari e... piratesse
0 0 0
Modern linguistic material

Stagni, Romano <1936->

Storie di pirati, corsari e... piratesse : viaggio immaginario attraverso i mari (e le stelle) con arrembaggi e lotte senza quartiere da parte di sanguinari filibustieri senza scupoli / Romano Stagni

B.I.I. onlus, 2021

Abstract: Erano parecchi i pirati e i corsari che in un tempo oramai lontano infestavano i mari abbordando le navi per impossessarsi dei loro carichi. Pirati e corsari, ovverossia predoni degli oceani. Personaggi senza scrupoli che seminavano morte senza pensarci troppo. C'è, però, una distinzione da fare su quei filibustieri, poiché i corsari non predavano soltanto per loro, lo facevano anche per alcuni stati bisognosi di danaro per continuare le loro costose guerre, in primis, l'Inghilterra, mentre i pirati lo facevano esclusivamente per loro uso e consumo. Includiamo anche un paio di racconti sui pirati dello spazio, argomento molto apprezzato dai ragazzi di oggigiorno. Abbordaggi e assalti all'arma bianca sono il motivo dominante di ogni racconto che si conclude con la morale. Non mancano le avventure delle ragazze, le cosiddette "Piratesse", storie elencate a parte.

Giramondo
0 0 0
Modern linguistic material

Schiavon, Gianluigi <giornalista e scrittore>

Giramondo / Gianluigi Schiavon

B.I.I. onlus, 2021

Abstract: Questo libro è un mappamondo. Da un paese all'altro le storie si rincorrono, dove un racconto finisce un altro trova l'inizio, pagina dopo pagina, città dopo città, perché su un mappamondo le distanze spariscono e anche il tramonto cede subito il passo all'alba. Fate girare il mappamondo, sfiorarlo con l'indice sarà sufficiente. Ma basterà un altro tocco leggero e il mondo si fermerà. E in quel punto, sotto l'indice, apparirà la nuova tappa del viaggio. Vi ritroverete in bilico sulle cascate di Iguaçu in Brasile e poco dopo in Norvegia, sotto lo sguardo minaccioso di un troll. La cartomante di Nizza non farà in tempo a leggervi il futuro, mentre Joe Minnesota ha già le idee chiare sul suo, nel carcere di Folsom, California, dove suonò anche Johnny Cash e non se voleva più andare. E se Enea è passato da Sciacca, il marziano Iuc non vorrà più mettere piede sulla Terra. E se a Mosca per Pyotr Ilyich l'amore è una matrioska, sappiate che l'irlandese Geoffrey Sand sta ancora aspettando la sua Emily sul Ponte di Brooklyn. Comunque sia, permettete un consiglio: non accettate scommesse sulla spiaggia di Brighton. Storie diverse si rincorrono su questo mappamondo che girando su se stesso sfoglia le pagine di un libro. Ma personaggi e luoghi differenti condividono tutti lo stesso segreto: il legame tra un posto e chi, per scelta o per caso, ci vive. Scrivere è viaggiare, leggere è fare tappa in un sogno. E dunque se questo libro è un mappamondo non sarà sbagliato chiamare chi lo leggerà Giramondo.

Basta un qualsiasi dio
0 1 0
Modern linguistic material

Gasparotti, Achille <1962->

Basta un qualsiasi dio / Achille Gasparotti

Robin, 2021

Abstract: È un maggio qualsiasi quello nel quale Marco e Lisa, due trentenni bresciani, celebrano il loro terzo anno di fidanzamento. Almeno all'apparenza. Come, all'apparenza, è la solita Napoli da cartolina quella che li accoglie. Certo è che i due si trovano al posto sbagliato nel momento sbagliato, quando sono costretti ad affrontare ciò che un destino folle ha in serbo per loro e per l'intera umanità.

Adesso che sei qui
0 0 0
Modern linguistic material

Veladiano, Mariapia <1960->

Adesso che sei qui / Mariapia Veladiano

Guanda, 2021

Abstract: Incontriamo zia Camilla sulla piazza di un piccolo paese non lontano dal lago di Garda e dal corso dell’Adige. Per le borsette e i cappellini tutti la chiamano la Regina, e in effetti nel portamento assomiglia alla regina d’Inghilterra, con qualche stranezza in più. Qualcuno l’ha fatta sedere sulle pietre della fontana dove la raggiunge la nipote Andreina, e un pezzo di realtà di zia Camilla si ricompone. È l’esordio, così lo chiamano, di una malattia che si è manifestata a poco a poco, a giorni alterni, finché il mondo fuori l’ha vista e da quel momento è esistita per tutti, anche per lei. Zia ­Camilla è sempre vissuta in campagna tra fiori, galline e gli amati orologi, nella grande casa dove la nipote è cresciuta con lei e con zio Guidangelo. Ora Andreina, che è moglie e madre mentre la zia di figli non ne ha avuti, l’assiste affettuosamente e intanto racconta in prima persona il presente e il passato delle loro vite. Una narrazione viva ed energica, come zia Camilla è sempre stata e continua a essere. Intorno e insieme a loro, parenti, amiche, altre zie, donne ­venute da lontano che hanno un dono unico nel prendersi cura, tutte insieme per fronteggiare questo ospite ineludibile, il «signor Alzheimer», senza perdere mai l’allegria. Perché zia Camilla riesce a regalare a tutte loro la vita come dovrebbe ­essere, giorni felici, fatti di quel tempo ­presente che ormai nessuno ha più, e per questo ricchi di senso.

L'erbaccia
0 0 0
Modern linguistic material

Blake, Quentin <1932->

L'erbaccia / Quentin Blake ; traduzione di Sara Saorin

Camelozampa, 2021

Abstract: La famiglia Dolciprati si ritrova all'improvviso in fondo a una voragine che si è aperta nella terra. Octavia, la loro pappagalla, ritorna con un seme: potrebbe essere questa erbaccia la chiave per ritrovare la libertà? Una favola poetica e ironica sul potere che la natura ha di salvarci.

Le mille e una notte
0 0 0
Modern linguistic material

Le mille e una notte : le più belle / versione a cura della Biblioteca italiana per ipovedenti onlus

B.I.I. onlus, 2021

Abstract: Dopo le Favole a colori e il Paradiso a colori, Le Mille e una notte a colori chiudono un trittico davvero prezioso: le Favole di La Fontaine, caposaldo della letteratura europea moderna; la Genesi, grande libro di apertura della Bibbia; il magico scrigno della fiaba d'Oriente, divenuto il prototipo stesso di ogni idea di narrazione.Insomma, tre fra ì massimi capolavori della letteratura di tutti i tempi, trasposti in immagini da un unico artista. Solo il genio di Chagall ha saputo cimentarsi in una simile impresa.Era stato l'amico Ambroise Vollard, gallerista editore e mecenate, a proporre a Chagall i progetti di illustrazioni delle favole di La Fontaine e dei libri della Bibbia. E fu ancora Vollard, verso la fine degli anni venti, a suggerirgli di affrontare anche la sfida delle Mille e una notte.«Imprevedibile, orientale, sospeso tra la Cina e l'Europa», così Chagall ebbe a definire il suo impulso creativo. E quale forziere di storie e di tinte, a cavallo tra Oriente e Occidente, se non quello custodito dalla voce ferma e suadente di Shahrazad, poteva stimolare al meglio un simile impulso? Dopo un primo abbozzo, all'inizio degli anni trenta, il progetto si interruppe. L'artista era ancora fortemente insoddisfatto dei procedimenti di stampa a colori allora disponibili. Fu solo una quindicina di anni dopo, durante il suo soggiorno negli Stati Uniti, e grazie all'incontro con Albert Carman, uno stampatore newyorkese assai esperto in tale tecnica, che Chagall riuscì a realizzare la vecchia idea, portandola a compimento nel 1948.Quando il progetto entrò finalmente nella sua fase operativa, Chagall aveva perso da poco la sua adorata moglie Bella. Il dolore e la tenerezza di quel ricordo devono avere influito non poco sulla selezione delle storie da illustrare. Chagall ne scelse quattro: Il cavallo d'ebano, Julnar del Mare, Abdullah della Terra e Abdulloh del Mare, e Kamal al-Zaman. Si tratta, non a caso, di storie profondamente pervase dal motivo dell'amore e della morte. Per il resto, non doveva che attingere alla sua più intima ispirazione, che così tante affinità aveva con quell'inesaurìbile patrimonio di storie, in cui si mescolano la tradizione araba e quella ebraica, quella egizia e quella meso-potamica, quella indiana e quella persiana. E anche questo ci restituisce la fantasmagoria dei colori di Chagall: l'intima condivisione, la comune appartenenza di grandi culture, che la deformazione del presente ci porta troppo spesso a percepire come distanti e addirittura contrapposte.Nacquero così le litografie a colori, realizzate con tecniche di incisione e di stampa raffina-tissime, affiancate da altrettanti disegni preparatori in bianco e nero, che il lettore troverà riprodotte in questo volume, per la prima volta in una edizione italiana.

E io qui, nuda
0 0 0
Modern linguistic material

Obber, Cristina <1964->

E io qui, nuda / Cristina Obber

Settenove, 2021

Abstract: Stella è una ragazza ribelle e anticonformista, ascolta solo musica punk e si sente indistruttibile. Non sorride mai. Non vuole un ragazzo fisso e l’incontro con Jacopo la trova resistente. Ma l’amore vince. Quando Stella sembra lasciarsi travolgere dalla felicità, una malattia rischia di farla precipitare nel buio. Stella cerca di rinchiudersi, vuole soltanto stare sola. Ma non è sola. Accanto a lei c’è una nonna amorevole che sa capirla e l’aiuta a non lasciare l’università. Accanto a lei c’è Jacopo, che la ama e la desidera al di là di tutti i pregiudizi. E poi ci sono Carolina, la sua amica del cuore, e il gruppo: Raja, Sofia, Shao, Pino, Ajub, Simone. Nemmeno Simone si salverà da solo. Una storia di amore e di amicizia. Una storia di trasformazione, riconoscimento e libertà.