Antropologia culturale

(Argomento)

Notiz:
  • Branca delle scienze umane e antropologiche dirette all'indagine e interpretazione di attività espressive e creative, di istituzioni e credenze dei popoli primitivi, ma anche di società civilizzate
Thesaurus
Rinvio da (UF)
Più generale (BT)
Più specifico (NT)
Vedi anche (RT)

Opere collegate
Aufnehmen: alle die folgenden Filter
× Datum 2017

Gefunden 17 Dokumente.

Ergebnisse aus anderen Suchen: Rete Bibliotecaria Bergamasca

Corpi impuri
0 0 0
Moderne Bücher

Manicardi, Marinella

Corpi impuri : il tabù delle mestruazioni / Marinella Manicardi ; postfazione Giancarla Codrignani

Odoya, 2017

Abstract: Si dice: ho le mie cose, sono indisposta, ho il marchese, il marchese? In "quei giorni" mia madre mi vietava il bagno e non preparava la maionese: sarebbe impazzita! Come pure non toccava i fiori: sarebbero appassiti. Oggi per molte donne le innominabili mestruazioni sono una scocciatura, se non un'imbarazzante vergogna. Gli uomini, poi, spesso non ne vogliono nemmeno sentir parlare: che schifo! Se il sangue mestruale provenisse - non so - da un braccio, forse non sarebbe coperto da censure. Ma quel sangue proviene da dove ha origine la vita. E lì, in quel punto, attorno al sesso femminile, si è scatenata una battaglia esilarante e tragica. Scienza e religione si sono affrontate nei secoli con dogmi strampalati e teorie scientifiche fantasiose; fino al 1875 quando, finalmente, hanno cominciato a capirci qualcosa.

Antropologia contemporanea
0 0 0
Moderne Bücher

Matera, Vincenzo <1961->

Antropologia contemporanea : la diversità culturale in un mondo globale / Vincenzo Matera

Laterza, 2017

Abstract: Che cos'è l'antropologia? Come è cambiata dalle sue origini? Quali sono le questioni aperte e le principali linee di ricerca oggi? Raccontare l'antropologia per tematiche e a partire dalle urgenze dell'attualità, senza trascurare le incursioni retrospettive dentro il «passato che si può usare»: questa la scommessa che percorre ogni capitolo del libro.

Tra crisi e riscatto
0 0 0
Moderne Bücher

Di Fazio, Angela <filologa>

Tra crisi e riscatto : Elsa Morante legge Ernesto De Martino / Angela Di Fazio

Pendragon, 2017

Abstract: Un profilo di Elsa Morante, lettrice di etno-antropologia, a partire dai rilievi su un corpus di opere organiche alla ricerca di Ernesto De Martino: il saggio Pro o contro la bomba atomica (1965); la raccolta mondo salvato dai ragazzini e altri poemi (1968); i romanzi La Storia (1974) e Aracoeli (1982). Con questo intento il volume analizza, nelle particolari modulazioni morantiane, le tematiche demartiniane dell'antropogenesi (l'oscillazione tra "crisi della presenza" e "riscatto culturale" come forme costitutive dell'essere umano); il rapporto tra storia e metastoria; il concetto di "apocalisse culturale"; la risoluzione del lutto attraverso forme di compianto ritualizzate e la categoria della "festa" rivoluzionaria, motivi funzionali alla definizione, da parte di Morante, del ruolo dell'intellettuale nel secondo dopoguerra. Lo studio arriva così a definire l'eredità di De Martino nei termini di una teoria culturale, che incontra qui una particolare declinazione letteraria.

Anime assenti
0 0 0
Moderne Bücher

Faranda, Laura <docente in discipline etnoantropologiche>

Anime assenti : sul corpo femminile nel Mediterraneo antico / Laura Faranda

Armando, 2017

Abstract: Il volume si propone come un viaggio nel corpo femminile, in un Mediterraneo da intendere come luogo di incubazione antropologica di alcune categorie del pensiero occidentale. Si parte dalla Grecia omerica, nella quale la parola mitica è ancora avvertita come statuto etico e mimetico di una collettività a "oralità primaria", vale a dire sottomessa a un principio di trasmissione del sapere coerente con una comunità non ancora alfabetizzata. Assumendo il repertorio mitico come "enciclopedia tribale" di norme, saperi, valori, i Greci si avviavano verso nuovi modelli e nuovi equilibri produttivi e riproduttivi, ripensavano la sfera domestica e la vita sociale secondo l'inaugurale equilibrio androcentrico, più funzionale (rispetto agli echi di un diritto materno) e decisamente speculare all'espansione di una solida sedentarietà cerealicola. Dee, regine, vergini, vittime e vestali, signore e prigioniere di una storia che non oppone resistenze al linguaggio del mito, le donne greche - consegnate alle metafore di un corpo che evoca il tema della nascita, del nutrimento, dell'eros, del silenzio o della voce - ci immettono in un viaggio antropologico tra mito e storia, in un gioco sempre possibile di simbiosi tra passato e presente; ci ricordano che "in principio era l'oggi", ovvero che il passato riaffiora costantemente e nutre, rigenera, riconfigura il presente, indicando a chi sa intenderne la pregnanza nuove piste e nuovi terreni di investimento sul futuro.

Oltre Adriatico e ritorno
0 0 0
Moderne Bücher

Oltre Adriatico e ritorno : percorsi antropologici tra Italia e Sudest Europa / a cura di Zaira Tiziana Lofranco e Antonio Maria Pusceddu

Meltemi, 2017

Abstract: L'ultimo ventennio ha visto la rinascita, all'interno dell'antropologia italiana, di un interesse per il sudest Europa, in linea con una diffusa attenzione dell'opinione pubblica, stimolata dai drammatici accadimenti successivi alla fine della Guerra fredda. Il volume è un inedito tentativo di riflettere sulle ragioni di questo rinnovato interesse, attraverso percorsi di ricerca che esplorano lo scenario mobile in cui si ridefiniscono le relazioni e gli equilibri tra le due sponde dell'Adriatico. I contributi spaziano dalla cooperazione internazionale agli interventi militari, dalle strategie produttive alle migrazioni e al turismo, fino alla più recente crisi economica. A fare da filo conduttore è il comune approccio etnografico-riflessivo, attento ai rapporti di potere, ai processi e agli ordini discorsivi che configurano l'interesse per uno spazio geopolitico e culturale spesso percepito attraverso il doppio registro della prossimità e della distanza.

Di cibo, di storia, di ricette
0 0 0
Moderne Bücher

Mandelli, Massimo <1950->

Di cibo, di storia, di ricette : tipicità valtellinesi e valchiavennasche a tavola : la tradizione continua... / Massimo Mandelli ; con gli chef Antonio Borruso ... [et al.]

Banca popolare di Sondrio, 2017

Abstract: Aspetti storici ed antropologici riguardanti la cucina valtellinese e valchiavennasca

L'antropologia di fronte ai problemi del mondo moderno
0 0 0
Moderne Bücher

Lévi-Strauss, Claude <1908-2009>

L'antropologia di fronte ai problemi del mondo moderno / Claude Lévi-Strauss ; traduzione di Silvano Facioni

Bompiani, 2017

Abstract: Nella primavera del 1986 Claude Lévi-Strauss tenne a Tokyo le tre conferenze riunite in questo volume. Qui affronta i temi fondamentali della sua opera, attingendo liberamente agli scritti che lo hanno reso celebre e riprendendo i principali argomenti sociali che non hanno mai smesso di inquietarlo, ma soprattutto riflette sull'avvenire possibile dell'antropologia in un mondo che sta per entrare nel XXI secolo. La sua proposta è che essa si configuri come un nuovo umanesimo universale, che insegni a rispettare la diversità culturale e attribuisca pari dignità a ogni forma di organizzazione sociale: l'antropologia infatti "cercando la propria ispirazione nel cuore delle società più umili e per molto tempo disprezzate, proclama che niente di ciò che è umano potrebbe essere estraneo all'uomo. In questo modo fonda un umanesimo democratico che supera quelli che lo hanno preceduto, creati per classi privilegiate, a partire da civiltà privilegiate e (...) fa appello alla riconciliazione dell'uomo e della natura in un umanesimo generalizzato".

Antropologia medica
0 0 0
Moderne Bücher

Weizsäcker, Victor von <1886-1957>

Antropologia medica / Viktor von Weizsacker ; a cura di Oreste Tolone

Morcelliana, 2017

Abstract: Nel saggio programmatico qui tradotto insieme a tre contributi complementari (1927-1953), Viktor von Weizsäcker elabora la prima definizione di antropologia medica come scienza che antepone alla tecnica la nozione essenziale di umanità. Una "nuova medicina" il cui oggetto, velato dal mistero, è conoscibile attraverso la sua dimensione spirituale e culturale, non soltanto naturale e biologica: l'anamnesi, vale a dire la storia della malattia e il rilievo dei fattori psichici oltre che fisici per la sua ricostruzione, così come la reciprocità della relazione medico-paziente, ne fanno un sapere scientifico a misura d'uomo.

Lavorare alla Pirelli-Bicocca
0 0 0
Moderne Bücher

Rimoldi, Luca

Lavorare alla Pirelli-Bicocca : antropologia delle memorie operaie / Luca Rimoldi ; prefazione di Fulvia D'Aloisio

ArchetipoLibri, 2017

Abstract: Quelle che Luca Rimoldi propone, in questo primo volume monografico, sono memorie di lavoro e di luoghi, fili di una trama di ricordi dei lavoratori dell’industria Pirelli del quartiere Bicocca di Milano, ripercorsi a ritroso nel tempo e attraverso gli spazi una volta destinati alla produzione, la cui evocazione si configura attraverso la selezione e reinterpretazione operata dalla memoria. Quest’ultima, nelle sue molteplici sfaccettature, si pone come parte integrante della concezione del mondo e dell’identità dei soggetti sociali. L’intreccio tra lavoro e luoghi, che costituisce il perno di questa ricerca, è sollecitato dall’autore in linea con la sua ipotesi principale, cioè che in questo intreccio stia non solo un denso interscambio tra due ambiti (memoria del lavoro e memoria dei luoghi), ma anche il processo stesso di rievocazione e ricostruzione, operato tra l’antropologo e i suoi interlocutori.

Narrare l'inizio
0 0 0
Moderne Bücher

Mantegazza, Raffaele <1966->

Narrare l'inizio : gravidanza, parto, nascita tra natura e culture / Raffaele Mantegazza

Castelvecchi, 2017

Abstract: Riti, miti e narrazioni che hanno rappresentato la fecondità, la gravidanza, il parto e la nascita nelle culture antiche e moderne. In questo libro, partendo dalle tre religioni abramitiche, ma con ampi riferimenti ai Veda e ad altre culture non occidentali, emerge come l'evento della nascita sia sempre stato vissuto come fatto sociale significativo, ritualizzato e sacralizzato, e dunque gestito dalla collettività e mai considerato come un fatto privato né tantomeno sanitarizzato come oggi. Sulla scorta di questo quadro storico e antropologico si avvia una discussione su alcuni temi relativi alla nascita odierna (dall'amniocentesi alla fecondazione assistita, fino alla maternità surrogata) sempre letti in chiave pedagogica e interculturale e con uno sguardo rivolto ai significati culturali delle pratiche e delle rappresentazioni.

Ecologia della parola
0 0 0
Moderne Bücher

Angelini, Massimo <1959->

Ecologia della parola : il sale, gli occhi, le stelle, l'aratro, il dono ... conversazioni per un altro modo di sguardare la realtà / Massimo Angelini

Ristampa rivista e corretta

Pentàgora, 2017

Abstract: Dall’origine di alcune parole di uso comune, alle radici del nostro tempo e della confusione che lo anima: questa è la traccia del libro, che si propone come un abbecedario o una modesta bussola per incoraggiarci a scegliere da che parte stare. Per un mondo a misura di persona o d’individuo? Orientato alla cultura o all’usura? Per un modo dialogico di essere in relazione col mondo e gli altri o perché prenda il sopravvento il monologo di un io sempre più isolato, sempre più infelice?

Andare per i luoghi della dieta mediterranea
0 0 0
Moderne Bücher

Moro, Elisabetta <1971> - Niola, Marino <1953->

Andare per i luoghi della dieta mediterranea / Elisabetta Moro, Marino Niola

Il Mulino, 2017

Abstract: Convivialità, stagionalità, sostenibilità. Sono i segreti della dieta mediterranea. Uno stile di vita che ha conquistato il mondo. Scoperta negli anni Cinquanta tra Napoli e il Cilento da due scienziati americani. Fondata sugli alimenti-simbolo della triade mediterranea – cereali, olio e vino – questa dieta che non è una dieta combina felicemente eredità del mondo classico e tradizioni locali. Scopriamola nei suoi luoghi sacri: dalla Campania, con Amalfi e le acciughe di Cetara, o con Pozzuoli, regno dei frutti di mare, alla Puglia, con le orecchiette di grano arso di Tricase e con la pasta di mandorle di Lecce, dalla Lucania, con il suo pane antico, alla Sicilia, con i tonni di Favignana, le panelle di Palermo e gli arancini di Catania – oltre che in quegli autentici empori di tipicità che sono Napoli, Genova, Venezia.

Antropologia essenziale
0 0 0
Moderne Bücher

Bonato, Laura - Zola, Lia <1975->

Antropologia essenziale / Laura Bonato, Lia Zola

McGraw-Hill Education Create, 2017

L'invenzione del globo
0 0 0
Moderne Bücher

Vegetti, Matteo <1971->

L'invenzione del globo : spazio, potere, comunicazione nell'epoca dell'aria / Matteo Vegetti

Einaudi, 2017

Abstract: Il libro ripensa la globalizzazione da una prospettiva originale, basata sull'idea che il nostro tempo sia partecipe di una rivoluzione spaziale paragonabile solo a quella che, all'epoca della conquista degli oceani, ha fatto sorgere l'età moderna Sviluppando la riflessione di Carl Schmitt circa il potere degli elementi (terra, mare, fuoco, aria), Vegetti indica nell'avvento della spazialità aerea l'esordio di una seconda fase globale, che attraverso l'aviazione, le onde elettromagnetiche, i sistemi della telecomunicazione satellitare, i viaggi spaziali e la tecnologia informatica ha plasmato un nuovo spazio e una nuova coscienza spaziale. L'autore studia in chiave genealogica gli effetti riconducibili a questa profonda transizione storica: effetti di ordine politico e sociale, ma anche antropologici, dato che la metamorfosi dello spazio esige un riorientamento complessivo del rapporto tra il soggetto e il mondo cui appartiene. In questa prospettiva il volume interroga la crisi della statualità, ovvero del nomos della terra quale la modernità l'ha conosciuto, e la nascita di un nuovo ordine globale ancora in cerca di se stesso.

Quel che resta
0 0 0
Moderne Bücher

Teti, Vito <1950->

Quel che resta : l'Italia dei paesi, tra abbandoni e ritorni / Vittorio Teti ; prefazione di Claudio Magris

Donzelli, 2017

Abstract: «Mentre scrivo queste righe, il campanile di Amatrice cade sotto la forza del terzo terremoto che ha colpito, in meno di sei mesi, i paesi dell’Italia centrale. L’immagine del campanile viene riproposta ossessivamente. È una sequenza che angoscia e che però chiede di essere guardata e riguardata. Le immagini delle rovine, le visioni dei vuoti, delle assenze, dei luoghi a cui è stata sottratta la vita sono immagini perturbanti di cui abbiamo bisogno». Scrive così Vito Teti, nell’incipit di questo libro che riannoda il filo di una riflessione iniziata quindici anni fa con Il senso dei luoghi, un saggio che ha dato vita a un vero e proprio filone a cavallo tra antropologia, reportage, letteratura e fotografia. Nell’immagine del campanile di Amatrice, Teti scorge un mondo ben più vasto, che va anch’esso inesorabilmente franando. Mentre i grandi agglomerati urbani si preparano a ospitare la gran parte della popolazione mondiale, interi territori si spopolano. E lo spopolamento è la cifra delle aree interne di numerose regioni d’Italia e d’Europa. Di fronte a questo scenario, l’antropologo coglie l’abbandono come la forma culturale dello spopolamento e si chiede: cosa fare dei segni del passato, delle schegge di un universo esploso? Nella prospettiva di Teti, il passato può e deve essere riscattato come un mondo sommerso di potenzialità suscettibili di future realizzazioni. In agguato, certo, c’è il rischio che la retorica e la nostalgia restaurativa seppelliscano quel poco che, del paese, resta. Viceversa, la nostalgia positiva, costruttiva può essere sostegno a innovazione, inclusione e mutamento. Se la nostalgia diventa una strategia per inventare il paese, allora quel che resta è ancora moltissimo. L’antropologia dell’abbandono e del ritorno, di cui Teti definisce in queste pagine i tratti essenziali, è un tentativo d’interpretazione dei luoghi a partire da quel che resta, e che occorre ascoltare, prendendosene cura. Come scrive Claudio Magris nella prefazione: «In questo libro di scienza e di poesia c’è una profonda partecipazione al destino nomade e ramingo non solo degli emigranti partiti con le loro povere cose, ma di ognuno, delle stesse civiltà, del loro nascere e passare, ma forse mai definitivamente».

La scuola in pratica
0 0 0
Moderne Bücher

Benadusi, Mara <docente di antropologia>

La scuola in pratica : prospettive antropologiche sull'educazione / Mara Benadusi

Nuova ed. rivista e ampliata

Ed.it, 2017

Abstract: La scuola in pratica, con il suo coacervo di routine, stili di pensiero ed azione, imprese collettive e sforzi solitari, ritualità, gerghi specialistici e colloquiali, risorse, strumenti, storie di vita e di battaglia... In questo manuale, esplorando il rapporto tra scuola, antropologia e migrazioni, l’autrice mostra come l’educazione sia un’attività legata all’esperire più che al conoscere: richiede coinvolgimento attivo dei partecipanti, coordinamento delle loro energie individuali e soprattutto immaginazione, ossia l’abilità creativa di estrapolare dal vissuto sociale la propria visione del mondo.

La scomparsa del pensiero
0 0 0
Moderne Bücher

Bencivenga, Ermanno <1950->

La scomparsa del pensiero : perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa / Ermanno Bencivenga

Feltrinelli, 2017

Abstract: Logico e filosofo del linguaggio, Ermanno Bencivenga smaschera la più insidiosa delle catastrofi del nostro tempo: la nostra capacità di ragionare rischia di scomparire. Ma ragionare significa tacitare le emozioni e gli impulsi per fare spazio alle idee e, soprattutto, a una discussione ordinata che le analizzi e ne determini il valore, aprendo nuove strade alla nostra convivenza. Raccontando la sua esperienza di professore, Bencivenga mostra che questa "catastrofe gentile", silenziosa quanto devastante, riguarda soprattutto i giovani. Le nuove generazioni sono più esposte alla proliferazione dei mezzi d'informazione e di comunicazione, che sono diventati troppo veloci e potenti rispetto al tempo che il pensiero logico richiede. Con il risultato inquietante che i giovani si abitueranno sempre più all'idea che qualcun altro, o meglio qualcos'altro, ragioni per loro. Un saggio che ci mette in guardia di fronte alle insidie della mutazione antropologica che sottrae alla nostra specie la sua risorsa più preziosa: il ragionamento.