CASAZZA

 “Ancora tuona il cannone
  Ancora non è contento
  Di sangue la belva umana…” F. Guccini

 Il conflitto Arabo-Israeliano vede contapposti lo Stato di Israele da una parte e i Palestinesi e gli Stati Arabi dall'altra. Le radici del conflitto risiedono nella nascita del Sionismo e del nazionalismo palestinese verso la fine del diciannovesimo secolo. Il territorio della Palestina era considerato dai Sionisti patria del popolo ebraico, mentre gli arabi palestinesi, a loro volta, ne rivendicavano la proprietà. Alla fine della Seconda Guerra Mondiale e dopo la Shoah, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite approva il Piano di ripartizione della Palestina in due Stati: uno ebraico e uno arabo. Nel 1948 ci la proclamazione dello stato d'Israele. Questa divisione fu da subito osteggiata dagli Arabi, dagli antisionisti e dai vicini Paesi Arabi, che si vedevano sottratti ingiustamente una parte dei loro territori.
È da allora che i due Stati (quello d'Israele e quello Palestinese - Proclamato nel 1988) sono in guerra tra loro.
Una guerra infinita.

Due Bibliografie una per adulti, l'altra per ragazzi. Un nostro piccolo contributo per la comprensione del conflitto israelo/palestinese. I testi sono presenti nella Rete Bibliotecaria Bresciana e Cremonese
Per cominciare a capire.

 

Libri per adulti