E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Aufnehmen: alle die folgenden Filter
× Sprachen French

Gefunden 32201 Dokumente.

Parameter anzeigen
Il figlio maledetto
0 0 0
Moderne Bücher

Balzac, Honoré de <1799-1850>

Il figlio maledetto / Honoré de Balzac ; introduzione di Alessandra Ginzburg ; traduzione di Mariolina Bertini

Marsilio, 2019

Abstract: Nel pieno delle guerre di religione, in una notte di tempesta, Jeanne de Saint-Savin dà alla luce un bambino fragile e delicato. Il marito - un uomo d'armi rude e brutale - rifiuta di riconoscere quel figlio tanto dissimile da lui. Étienne, il «figlio maledetto», crescerà esiliato in una capanna in riva all'oceano; dialogherà con le onde, con i fiori e con le stelle, e sarà votato a un destino di amore e di morte. In questo singolare racconto, scritto tra il 1831 e il 1836, Balzac si muove alla ricerca di suspense e di atmosfere da romanzo gotico, e al tempo stesso si immerge in riflessioni sorprendenti sulla natura del pensiero e delle passioni, sui rapporti tra energia e materia.

The churches of Manerba
0 0 0
Moderne Bücher

Leali, Giuliana

The churches of Manerba : history and legend = Manerbas Kirchen : zwischen Geschichte = Le églises de Manerba : entre histoire et légend / Giuliana Leali

[Comune di Manerba del Garda] : Proloco, Manerba del Garda, 2018

Abstract: Breve panoramica delle chiese e degli edifici sacri presenti sul territorio di Manerba del Garda.

Il libro della Costituzione
0 0 0
Moderne Bücher

Luzzati, Emanuele <1921-2007> - Piumini, Roberto <1947-> - Onida, Valerio <1936->

Il libro della Costituzione / Valerio Onida, Roberto Piumini ; illustrazioni di Emanuele Luzzati ; testimonianza di Elisabeth Arquinigo Pardo

Sonda, 2019

Abstract: Un testo avvincente sui valori della nostra Costituzione. Le tavole di Emanuele Luzzati e i testi di Roberto Piumini raccontano i valori della Costituzione attraverso 15 parole-chiave: democrazia, lavoro, diritti umani, uguaglianza, diritti e doveri, unità della Repubblica, rispetto delle diversità linguistiche, Stato e chiesa, dialogo tra le religioni, cultura e ricerca, ambiente, arte e storia, accoglienza dello straniero, pace, tricolore. La prima parte della Costituzione italiana viene proposta in dodici lingue (albanese, arabo, cinese, ebraico, francese, inglese, portoghese, rumeno, russo, spagnolo, tedesco), compreso l'italiano, per consentire ai bambini italiani e a quelli provenienti da altri Paesi e culture di comprenderla più profondamente e di sentirla più vicina alla propria mente e al proprio cuore. Il testo è arricchito dai commenti del costituzionalista Valerio Onida dei primi 12 articoli con i consigli per applicarli nella vita di tutti i giorni.

À quelques pas des lignes
0 0 0
Moderne Bücher

Tardieu, Victor <1870-1937> - Tardieu, Jean <1903-1995>

À quelques pas des lignes : correspondance 1914-1918 / Victor Tardieu & Jean Tardieu ; édition établie et présentée par Giacomo Turolla

Presses universitaires de Lyon, 2019

Abstract: Composée de quatre-vingts lettres échangées entre 1914 et 1918, cette correspondance entre Victor et Jean Tardieu offre un aperçu de la vie quotidienne d’un soldat un peu particulier, à travers des descriptions du front stylisées par le regard du peintre et illustrées par les reproductions de ses plus belles oeuvres. Cet échange révèle aussi les premiers pas littéraires d’un tout jeune garçon. Au-delà de l’histoire du conflit proprement dit, ce qui ressort est un tableau précis, raisonné et approfondi de la pensée sociale française sous la Troisième République. C’est aussi le regard d’un père sur son fils et sur son propre rôle de parent absent. Le point de vue est à la fois celui des civils, devant faire face au bouleversement de leur vie quotidienne, et celui des soldats envoyés au front. Ces deux mondes se répondent, dans un dialogue indispensable au maintien du lien entre les deux pans d’une famille à l’heure où elle doit, comme l’ensemble du pays, remettre en question son existence et se retrouver jour après jour.

Cremona 1859
0 0 0
Moderne Bücher

Valotti, Gianluigi <1958->

Cremona 1859 : il soccorso dei feriti francesi dopo la Battaglia di Solferino = Crémone 1859 : les secours aux blessés francais après la bataille de Solferino / Gianluigi Valotti

Compagnia della stampa Massetti Rodella, 2019

Abstract: opera che testimonia la presenza francese a Cremona nei giorni precedenti e successivi alla Battaglia di Solferino e tributa un giusto omaggio alla popolazione di Cremona, che l'indomani della battaglia del 24 giugno 1859 accolse 8.500 soldati francese feriti. Il lavoro dell'autore dà una visione più completa del contributo e della partecipazione francesi negli eventi del Risorgimento, che hanno condotto all'unità d'Italia.

De la race des seigneurs
0 0 0
Moderne Bücher

Delon, Alain-Fabien <1994->

De la race des seigneurs : roman / Alain-Fabien Delon

Stock, 2019

Edmonde
0 0 0
Moderne Bücher

Saint Pern, Dominique de <giornalista>

Edmonde : roman / Dominique de Saint Pern

Stock, 2019

Qui suis-je?
0 0 0
Moderne Bücher

Dé, Claire <1968->

Qui suis-je? / Claire Dé

Les grandes personnes, 2018

Poemetti in prosa
0 0 0
Moderne Bücher

Baudelaire, Charles <1821-1867>

Poemetti in prosa / Charles Baudelaire ; a cura di Patrizio Tucci

Carocci, 2019

  • Nicht buchbar
  • Gesamtkopien: 1
  • Geliehen: 0
  • Reservierungen: 0

Abstract: L'enigmatico protagonista dei "piccoli poemi in prosa" che costituiscono «Lo spleen di Parigi» è un flâneur solitario che si aggira per i «labirinti di pietra» di Parigi, ama appassionatamente il mistero ed è pronto a trovare seduzioni e malie a ogni angolo di strada. In lui le «fiamme della fantasia» possono accendersi «soltanto sotto il lutto profondo della Notte», e al suo vagabondare dietro le facciate delle case corrisponde il vagabondaggio di una prosa che insegue gli «ondulamenti della fantasticheria» e i «soprassalti della coscienza», sempre pronta a smarrirsi per ritrovarsi più vicina alla verità. È l'esplorazione della vita moderna, il viaggio in fondo alla notte, nel vortice in cui Baudelaire è stato uno dei primi ad avventurarsi, in quell'abisso dove sono sospesi per un eterno attimo il bene e il male.

Lo spleen di Parigi
0 0 0
Moderne Bücher

Baudelaire, Charles <1821-1867>

Lo spleen di Parigi : piccoli poemi in prosa / Charles Baudelaire ; a cura di Giuseppe Montesano

Mondadori libri, 2018

Abstract: L'enigmatico protagonista dei "piccoli poemi in prosa" che costituiscono «Lo spleen di Parigi» è un flâneur solitario che si aggira per i «labirinti di pietra» di Parigi, ama appassionatamente il mistero ed è pronto a trovare seduzioni e malie a ogni angolo di strada. In lui le «fiamme della fantasia» possono accendersi «soltanto sotto il lutto profondo della Notte», e al suo vagabondare dietro le facciate delle case corrisponde il vagabondaggio di una prosa che insegue gli «ondulamenti della fantasticheria» e i «soprassalti della coscienza», sempre pronta a smarrirsi per ritrovarsi più vicina alla verità. È l'esplorazione della vita moderna, il viaggio in fondo alla notte, nel vortice in cui Baudelaire è stato uno dei primi ad avventurarsi, in quell'abisso dove sono sospesi per un eterno attimo il bene e il male.

Gli animali con Boogie
0 0 0
Moderne Bücher

Fatus, Sophie <1957->

Gli animali con Boogie / Sophie Fatus

Lapis, 2018

Canzoni per le sirene
0 0 0
Moderne Bücher

Apollinaire, Guillaume <1880-1918>

Canzoni per le sirene / Guillaume Apollinaire ; traduzioni di Vittorio Sereni, Giovanni Raboni e Maurizio Cucchi ; a cura di Maurizio Cucchi

Mondadori, 2018

I colori con Boogie
0 0 0
Moderne Bücher

Fatus, Sophie <1957->

I colori con Boogie / Sophie Fatus

Lapis, 2018

Patente A e B multilingue
0 0 0
Moderne Bücher

Peluso, Alberto

Patente A e B multilingue : italiano, inglese, francesca, spagnolo, tedesco, arabo, cinese / Alberto Peluso

4. ed. interamente riv. e aggiornata alla luce della normativa vigente

Peluso, 2018

Ricordi dormienti
0 0 0
Moderne Bücher

Modiano, Patrick <1945->

Ricordi dormienti / Patrick Modiano ; traduzione di Emanuelle Caillat

Einaudi, 2018

Abstract: Un giorno, sul lungosenna, Jean perde l'equilibrio: dalla riva del presente precipita in un vortice di ricordi che credeva perduti. Anche se il tempo ne ha sfumato i contorni, a Jean tornano in mente numeri di telefono inventati, fermate del metrò, dediche scritte con l'inchiostro blu. Ma i dettagli piú irrisori sono indizi per ritrovare le donne che Jean ha incontrato e che ora, come spettri evanescenti, eludono la sua presa nel labirinto della memoria. Nelle piante le gemme dormienti rimangono a riposo anche per diversi anni - fino a cento nella quercia - e si schiudono un giorno, per caso. Ai ricordi di Jean succede la stessa cosa: il titolo di un libro intravisto su una bancarella del lungosenna basta a destare le immagini di un passato che credeva di avere smarrito. Come trasportato da una nuvola di impalpabile malinconia, Jean ritorna cosí alla Parigi della sua giovinezza, alle passeggiate della domenica pomeriggio, agli incontri nei caffè all'alba, agli arrondissement deserti nel caldo d'agosto. Scene, dettagli, parole che scortano il protagonista ad appuntamenti con fantasmi in bianco e nero, lo investono di paure dimenticate, lo seducono con fughe da porte secondarie e dedali di strade parigine in cui nascondersi. La geografia dei luoghi si fonde con i ritratti sfuggenti di donne dal fascino sibillino: Martine, Mireille, Geneviève, Madeleine, la signora Hubersen, una ragazza di cui Jean omette il nome perché coinvolta in un misterioso delitto. E proprio come se avessero commesso un crimine in preda a un raptus emotivo, i ricordi del narratore - che a volte sembrano tanto coincidere con quelli dell'autore - non implorano né oblio né perdono, bensí l'impunità immeritata che il tempo garantisce anche ai piú feroci assassini. Ma non c'è una legge dei ricordi a sancirne la prescrizione: in questi casi non resta che rinviarli al giudizio inappellabile della nostalgia.

Nel mio quartiere non succede mai niente
0 0 0
Moderne Bücher

Raskin, Ellen <1928-1984>

Nel mio quartiere non succede mai niente / Ellen Raskin

Terre di mezzo, 2018

Abstract: Chester si annoia: nel suo quartiere non ci sono mostri, né astronauti, né spie. Di tigri e pirati nemmeno l'ombra. Insomma, non succede un bel niente. Ma sarà proprio vero? Guarda bene tra le pagine di questo libro: in realtà le case e i marciapiedi brulicano di avventure!

La Via Francigena
0 0 0
Moderne Bücher

Ferraris, Roberta

La Via Francigena : 1000 km à pied du Grand-Saint-Bernard à Rome / Roberta Ferraris ; avec la contribution de Luciano Callegari et Simone Frignani

1. ed. en francais

Terre di mezzo, 2018

Abstract: Dalle Alpi a Roma a piedi lungo il percorso degli antichi pellegrini sulle orme dell'arcivescovo Sigerico (X secolo). Un mese intero, una settimana o pochi giorni: uno straordinario viaggio di scoperta da soli o in gruppo, tra paesaggi inaspettati, pievi medievali e tratti di strade romane, attraversando alcuni dei borghi più belli e suggestivi d'Italia. 45 tappe tra Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Liguria, Toscana e Lazio. Con tutte le informazioni indispensabili per mettersi in cammino: le mappe dettagliate, le altimetrie, la descrizione passo passo del percorso, le varianti ufficiali, dove dormire e i luoghi da visitare. Una guida per tutti: pellegrini, trekker, viandanti e per chi vuole sperimentarsi anche per brevi tratti lungo uno degli itinerari più famosi d'Europa.

Poesie
0 0 0
Moderne Bücher

Char, René <1907-1988>

Poesie / René Char ; tradotte da Giorgio Caproni ; a cura di Elisa Donzelli

Einaudi, 2018

Fortunato Martinengo
0 0 0
Moderne Bücher

Fortunato Martinengo : un gentiluomo del Rinascimento fra arti, lettere e musica / a cura di Marco Bizzarini e Elisabetta Selmi

Ateneo di Brescia, Accademia di scienze, lettere ed arti : Morcelliana, 2018

Abstract: Contemplando il ritratto del conte Fortunato Martinengo oggi esposto alla National Gallery di Londra non si può che essere rapiti dallo sguardo assorto del giovane gentiluomo sontuosamente abbigliato e circondato da una foresta di simboli oggi non facilmente decifrabili. Quale immagine di sé egli intendeva evocare? Quella di un melanconico sognatore? Di un erudito filosofo? O semplicemente di un uomo dubbioso? E qual è il profondo significato del motto greco riprodotto sul cappello (“Ahimè, troppo desidero”), apparentemente estraneo, in questa precisa forma gnomica, a fonti e tradizioni letterarie antiche? Non c’è dubbio che proprio questo celebre dipinto del Moretto si distingua nettamente per valori artistici e per fascino storico non solo all’interno del catalogo del pittore bresciano, ma nel più ampio contesto della ritrattistica cinquecentesca italiana. Il capolavoro del Bonvicino, con il suo carico di enigmi irrisolti, ha dunque rappresentato un ideale punto di partenza per l’articolato percorso di studi avviato dal Convegno internazionale su Fortunato Martinengo promosso congiuntamente con l’Ateneo di Brescia e l’Ateneo Veneto di Venezia. Il convegno si proponeva di far luce sul nobile bresciano ritratto dal Moretto, di cui non si dispone oggi neppure di una breve voce nel Dizionario biografico degli Italiani; nondimeno la sua straordinaria personalità ebbe grande rilevanza nei cenacoli culturali dell’epoca per quanto riguarda le lettere, la passione civile, l’editoria, la musica, le arti figurative, il pensiero filosofico e religioso. Una biografia, quella del Martinengo, intessuta di ambiziosi progetti editoriali, di splendidi mecenatismi, ma anche di amicizie pericolose che forse, nel lungo periodo, finirono per decretarne una sorta di damnatio memoriae. Fortunato (nome di battesimo Fortunale) era nato ad Arco di Trento il 9 luglio 1512, figlio di Cesare ii, appartenente a quel ramo bresciano dei Martinengo che già nel xvi secolo si cominciava a definire “de’ Cesareschi”. Sua madre era Ippolita Gambara, del medesimo lignaggio della poetessa Veronica. Al pari di molti altri aristocratici concittadini, Fortunato studiò a Padova e nella città veneta entrò presto in contatto con Sperone Speroni e con l’Accademia degli Infiammati. Bernardino Tomitano gli riserverà un ruolo centrale nei Ragionamenti della lingua toscana (1545). Uomo colto e raffinato, amante dell’eleganza, proprietario di un ingente patrimonio, coltivava in prima persona la poesia dedicandosi con singolare passione anche alla musica. Forti inquietudini spirituali lo portarono a progettare un avventuroso pellegrinaggio in Terrasanta. Ben presto acquisì rinomanza, anche al di là delle Alpi, tra numerosi letterati. Come si può immaginare, sono molteplici gli interrogativi sollevati dall’enigmatica personalità dell’aristocratico bresciano entro uno scacchiere fortemente ramificato, tale non solo da trascendere i confini della storia locale, ma da imporre di necessità un approccio multidisciplinare. Negli ultimi tempi il panorama degli studi si è notevolmente arricchito: sulla diffusione degli scritti erasmiani in Italia e sulla penetrazione di istanze riformistiche è appena il caso di ricordare i fondamentali apporti di specialisti quali Silvana Seidel Menchi, Adriano Prosperi e Achille Olivieri. Per venire nello specifico a Fortunato Martinengo, si segnalano – in ambito storico-letterario – i recenti contributi di chi scrive e di Marco Faini. Inoltre Pino Marchetti ha chiarito diversi aspetti del rapporto tra Fortunato e il teorico musicale d’origine ebraica Pietro Aaron; Bonnie Blackburn ha messo in relazione con la cerchia del Martinengo il giovanile soggiorno bresciano del celebre compositore oltremontano Cipriano de Rore, mentre lo scrivente ha dimostrato che Barbara Calini, “madrina” dell’Accademia degli Occulti (per molti aspetti ideale prosecuzione del cenacolo dei Dubbiosi), era figlia di una sorella di Fortunato. Da questo rinnovato quadro delle conoscenze ha preso le mosse il convegno del 2016 di cui ora si pubblicano integralmente gli atti. Grazie a una minuziosa consultazione delle superstiti carte dell’Archivio Storico Privato Martinengo Cesaresco, non poche novità documentarie emergono dai contributi iniziali.

La guerra e lo Stato
0 0 0
Moderne Bücher

La guerra e lo Stato : 1914-1918 / a cura di Giovanna Procacci, Nicola Labanca, Federico Goddi

Unicopli, 2018

Abstract: Con quali misure i vari paesi europei affrontarono la situazione eccezionale determinata dalla guerra? Quali le trasformazioni delle funzioni pubbliche prodotte dallo stato di eccezione? E quali nuovi rapporti si istaurarono non solo tra i poteri dello Stato e tra civili e militari, ma anche tra il centro e la periferia, tra le istituzioni pubbliche e quelle private? Il volume comprende saggi di studiosi stranieri ed italiani (tra i quali Robert Skidelsky, Gerhard Hirschfeld, Fabienne Boch, Christophe Charle, Pietro Costa, Pierluigi Ciocca, Giorgio La Malfa, Paola Carucci, Luigi Tomassini, Andrea Panaccione), che affrontano sotto diverse angolature le trasformazioni che nei principali paesi europei, e in Italia in particolare, la guerra produsse nella struttura dello Stato, nei rapporti tra i vari poteri, nell'economia e nella vita sociale del paese. Il volume termina con le riflessioni sulle conseguenze del conflitto in Europa nel breve e nel lungo periodo.