E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Aufnehmen: alle die folgenden Filter
× Datum 2009
× Verleger Giulio Einaudi editore <Torino>
× Sprachen Hebrew

Gefunden 2 Dokumente.

Parameter anzeigen
Sento cadere qualcosa
0 0 0
Moderne Bücher

Zach, Natan

Sento cadere qualcosa : poesie scelte : 1960-2008 / Natan Zach ; a cura di Ariel Rathaus

Torino : Einaudi, copyr. 2009

Abstract: Lucido e appassionato. Natan Zach è un poeta che raffredda il coinvolgimento emotivo con l'ironia, oppure esaspera il sentimento in un gesto istrionico che ne toglie qualsiasi effetto patetico. Come scrive Ariel Rathaus nell'introduzione a questo volume antologico, Zach è un romantico che si dissimula, che capovolge l'emozione nel suo parodistico contrario. E tuttavia, osservata nella sua evoluzione nel corso dei decenni, l'opera di Zach è anche un progressivo, incessante tentativo di giungere alle radici stesse dell'esperienza umana, senza infingimenti estetici, mettendo sempre più a nudo la verità celata dall'incanto verbale della poesia. In un ebraico cristallino, che tocca in profondità l'odierno linguaggio discorsivo israeliano ma che per la sua intensità riesce a imporsi come una sorta di lingua sovratemporale, nei suoi toni mai declamatori Zach si è creato un vasto spazio di comunicazione letteraria nel quale esprime la sua ricerca interiore, la sua critica politica, il suo disagio, acuitosi con gli anni, nei confronti di un mondo nel quale si sente sempre più isolato e i cui spettri cerca di esorcizzare con le armi poetiche di cui è maestro.

Haggadah
0 0 0
Moderne Bücher

Haggadah : il racconto della Pasqua / a cura di Elena Loewenthal

Torino : Einaudi, 2009

Abstract: Pesach, la Pasqua ebraica, è la rievocazione dell'esodo dall'Egitto grazie al quale i figli d'Israele, ridotti a una dura schiavitù fatta di angherie e lavoro sfiancante, conquistano la libertà, ma anche la consapevolezza di essere diventati un popolo. Pesach; in ebraico significa passaggio e segna la metamorfosi dallo stato di schiavitù a quello della libertà. In questo senso, l'Esodo è divenuto il prototipo di ogni spinta rivoluzionaria. Ma Pesach racconta anche il passaggio di Dio sull'Egitto, una notte di luna piena, millenni fa. Da allora, gli ebrei commemorano con il rito quell'evento, o per meglio dire vi si immedesimano perché in ogni generazione si è tenuti a considerare se stessi come se personalmente fossimo usciti dall'Egitto. L'Haggadah l'antico testo che si legge a tavola nel corso della celebrazione pasquale, è il racconto di questa storia. La porta per entrare in quel passato, il luogo di incontro fra imperscrutabili lontananze nel tempo e nello spazio.