E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Aufnehmen: keine den folgenden Filter
× Subjekt Amore <sentimenti>
Aufnehmen: alle die folgenden Filter
× Sprachen Latin

Gefunden 25788 Dokumente.

Parameter anzeigen
La consolazione della filosofia
0 0 0
Moderne Bücher

Boethius, Anicius Manlius Torquatus Severinus <circa 480-circa 524>

La consolazione della filosofia / Severino Boezio ; a cura di Fabio Troncarelli

Bompiani, 2019

Abstract: La consolazione di Filosofia è il principale testo di giuntura fra il mondo antico e la cultura medievale. Boezio fa un'originale sintesi di Platone, Aristotele, dello stoicismo, di Cicerone, della grande letteratura greco-romana, ma anche della Bibbia, di Agostino, della teologia cristiana. Scrive agli arresti, in attesa che Teodorico dia l'ordine di giustiziarlo e per questa sorta di testamento, personale e di un'intera cultura, inventa una forma letteraria nuova, parte in prosa parte in poesia, che suggestionerà anche Dante qualche secolo dopo. Nella sua apparizione, Filosofia si presenta a Boezio come una donna a metà fra l'umano e il divino. Afferma che i malvagi sono in realtà più deboli dei virtuosi, e che chi sta dalla parte della virtù, della misura e della cultura non ha niente da temere. Non smettere di pensare, non lasciarsi andare alla disperazione, sentire la forza interiore del pensiero: questa la formula per continuare a vivere di fronte alla sofferenza e alla morte. Una formula che veniva da lontano e che è andata lontano costituendo una delle armature morali dell'uomo medievale e moderno.

Ibam forte Valle Sabia...
0 0 0
Moderne Bücher

Ballerini, Roberto - Galvagni, Fabrizio <1956->

Ibam forte Valle Sabia... : Orazio in bresciano / Roberto Ballerini, Fabrizio Galvagni ; prefazione di Massimo Lanzini

[Compagnia delle pive], 2019

Abstract: Due vecchi insegnanti di latino si imbattono casualmente nel poeta Orazio mentre passeggia lungo le strade della Valle Sabbia; liberi dai percorsi obbligati della pratica scolastica, riscoprono in lui non solo un testimone del suo tempo, ma l’attore e il creatore originale di modelli esistenziali non estranei alla sensibilità del mondo in cui viviamo.

IL
0 0 0
Moderne Bücher

Castiglioni, Luigi <1882–1965> - Mariotti, Scevola <1920-2000>

IL : vocabolario della lingua latina : latino-italiano, italiano-latino / Luigi Castiglioni, Scevola Mariotti ; redatto con la collaborazione di Arturo Brambilla e Gaspare Campagna

4. ed. / a cura di Piergiorgio Parroni, ristampa aggiornata

Loescher, 2019

De brevitate vitae
0 0 0
Moderne Bücher

Seneca, Lucius Annaeus <4 a.C.-65>

De brevitate vitae / Seneca ; a cura di Tommaso Gazzarri

Mondadori, 2019

Il sonno delle piante
0 0 0
Moderne Bücher

Linné, Carl von <1707-1778>

Il sonno delle piante : 1755 / Carlo Linneo ; introduzione di Stefano Mancuso

Aboca, 2019

Abstract: Pubblicato per la prima volta a Uppsala nel 1755, il "Somnus plantarum" è uno scritto importante, ma poco conosciuto, del grande scienziato svedese Linneo, artefice del fondamentale sistema di classificazione delle piante, degli animali e dei minerali. Osservando la posizione assunta dalle foglie e dai rami di alcune piante durante la notte, Linneo ricavò alcune sorprendenti riflessioni, molto in anticipo sulla moderna scienza botanica. Linneo capì, infatti, che i movimenti notturni delle piante rispondono sempre a una legge generale del mondo vegetale. La tendenza durante il riposo a riprendere la posizione iniziale del germoglio, ad esempio, oppure la propensione al sonno in giovane età, sono tratti comportamentali che il mondo vegetale condivide con il mondo animale. Il botanico Stefano Mancuso, nella sua introduzione al Sonno delle piante afferma che “le osservazioni svolte negli ultimi anni dai ricercatori internazionali nel campo della neurobiologia vegetale dimostrano che le piante sono organismi in grado di dormire”. Proprio come aveva ipotizzato Linneo.

Vol. 3: La scienza della fine
0 0 0
Moderne Bücher

Vol. 3: La scienza della fine : testi dal XIII al XV secolo

Abstract: È il Nemico supremo, che minaccia il cosmo, la cristianità, il Signore stesso. Preannunciato nelle Lettere di Giovanni e incastonato nella Trinità del Male del­l’Apocalisse, è «inventato» da Ireneo, Ippolito, Tertulliano e Origene. Poi, dilaga nell’immaginazione del Medioevo. Questo terzo e ultimo volume completa la serie dedicata a quella che è forse la leggenda più grande dell’Occidente medievale: il Figlio della perdizione, colui che precede la seconda venuta di Cristo alla fine dei tempi. I secoli dal XIII al XV vogliono fare «scienza» del suo avvento. Pietro d’Ailly, per esempio, predica la concordanza quasi perfetta di astronomia e storia, elaborando un calcolo complesso per collocare la venuta dell’Anticristo attorno all’anno 1789 – quello della Rivoluzione francese – e sostenere che «a quei tempi secondo gli astronomi ci sarà un cambiamento di religione, e secondo loro dopo Maometto ci sarà qualcuno potente che stabilirà una legislazione vergognosa e fondata sulla magia, perciò si può credere con verosimile probabilità che dopo la religione di Maometto non ne arriverà nessun’altra, se non la legge dell’Anticristo». Chi è, infatti, l’Anticristo per gli studiosi del tardo Medioevo? È un eretico, un giudeo, un musulmano? O, addirittura, il Papa di Roma, come suggeriscono tra gli altri Pietro di Giovanni Olivi e Ubertino da Casale, nonché l’inglese John Wyclif? Per scoprirlo, il Medioevo mette in campo tutta la sua scienza. Da un lato, decide che l’Anticristo è già nato. Dall’altro, cerca di costruirne la biografia, e impiega l’esegesi biblica (cioè la «scienza» della Bibbia) e la «scienza» astrologica per discuterne l’avvento. Così, Bernardino da Siena inscena, a partire dalla bolla «Exiit qui seminat» di Niccolò III, e dall’Apocalisse, un grandioso «concilio dei diavoli convocato da Lucifero in persona», in cui Ammone, il Diavolo dello sterminio, Belzebù e Asmodeo gli riferiscono «su quanto stanno mettendo in opera per preparare la venuta dell’Anticristo». Asmodeo viene poi incaricato di recarsi in paradiso a chiedere giustizia. Mentre Ruggero Bacone raccomanda l’uso della matematica per determinare il quando, il dove e il come l’Anticristo sorgerà. Abbiamo dunque sotto gli occhi un libro affascinante, che presenta gli incubi del Medioevo con chiarezza esemplare.

Come insultavano gli antichi Romani
0 0 0
Moderne Bücher

Come insultavano gli antichi Romani : dire le parolacce in latino / a cura di Neleo Di Scepsi

Il Melangolo, 2019

Abstract: La letteratura latina costituisce un'autentica miniera di insulti, imprecazioni e volgarità di ogni genere, come dimostra questa antologia che raccoglie le testimonianze dei più grandi autori della Roma antica. L'insulto si rivelerà dunque un insospettabile strumento per avvicinarsi in modo originale ai maggiori capolavori dell'età classica, perché anche le ingiurie e le espressioni più oscene rientrano a pieno diritto nella nostra tradizione culturale.

Il fiume dei racconti
0 0 0
Moderne Bücher

Il fiume dei racconti : fonti arturiane latine / traduzione e commento a cura di Paolo Galloni

Virtuosa Mente, 2019

Abstract: Chi era re Artù, da quando esiste? L'unico modo per comprendere qualcosa della complessa leggenda del mitico sovrano è interrogare le fonti medievali, in particolare quelle latine che hanno preceduto la grande diffusione dei poemi in volgare. Il latino era la lingua della cultura alta e della storiografia, per questo i testi che qui si presentano, per la prima volta tutti insieme e preceduti da un'introduzione innovativa, erano percepiti come più autorevoli e storicamente affidabili. Se l'Artù dei poemi vernacolari è un re ideale e improbabile, quello latino è una figura paradossale e contraddittoria. Guerriero invincibile ma prepotente, sovrano iracondo, re scomparso di cui si attende il ritorno, antica salma oggetto di un sorprendente ritrovamento, l'Artù delle fonti latine è un personaggio ancora da scoprire.

Vol. 1: Libri I-III
0 0 0
Moderne Bücher

Vol. 1: Libri I-III / a cura di Luca Graverini ; testo critico e nota al testo di Lara Nicolini

L'arte di bere caffè
0 0 0
Moderne Bücher

Naironi, Antonio Fausto <1635-1707>

L'arte di bere caffè / Antonio Fausto Naironi ; introduzione, traduzione e note di Lucio Coco

Il Melangolo, 2019

Abstract: «Questo nuovo tipo di bevanda, il caffè, diffuso in tutta Europa e ora anche nella città di Roma, ha spaventato alcuni cittadini assolutamente ignari delle sue qualità e dei buoni effetti. Perciò io assai volentieri ho deciso con questo breve discorso di presentarti per tua tranquillità, lettore benevolo, questa bevanda, perché tu te ne possa servire liberamente.» L'opera di Antonio Fausto Naironi, pubblicata a Roma nel 1671, costituisce il primo trattato interamente dedicato a questo argomento. L'autore, nato a Roma ma di origini libanesi, ricostruisce la storia del caffè, prima che il suo consumo si diffondesse in Europa attraverso Venezia, fornendo suggestivi spunti sulle abitudini e le consuetudini di popoli lontani. Oltre alle sue virtù terapeutiche, viene messo in luce anche il risvolto sociale che accompagna da sempre il rito del caffè.

Architrenius
0 0 0
Moderne Bücher

Johannes de Hauvilla

Architrenius / Giovanni di Altavilla ; a cura di Lorenzo Carlucci e Laura Marino

Carocci, 2019

Abstract: Capolavoro del XII secolo a lungo misconosciuto, di cui qui si offre la prima traduzione italiana, il poema Architrenius (1184 ca.) di Giovanni di Altavilla narra il viaggio di un uomo alla ricerca della Natura quale responsabile dei mali umani. Il protagonista visita luoghi emblematici del vizio - la dimora di Venere, la taverna, l'università, la corte, il chiostro - e giunge infine all'isola di Tylos, dove le orazioni di antichi filosofi precedono l'aspro dialogo con la Natura matrigna. In un latino vivido e pluristilistico, quest'opera, vero prototipo della Commedia, integra le molteplici forme della letteratura coeva, dalla vena comico-realistica alle sottigliezze metafisiche, dal romanzo di formazione all'allegoria didascalica. Con sorprendente modernità, il protagonista discute le tesi del provvidenzialismo antropocentrico, assumendo accenti lucreziani e manichei, e prefigurando il Leopardi del Dialogo della Natura e di un Islandese.

Diritti e potere nella storia
0 0 0
Moderne Bücher

Corsetti, Carlo <1946->

Diritti e potere nella storia : dalla Magna Carta alla Carta Europea / Carlo Corsetti

Aracne, 2019

Abstract: Tra diritti umani e potere politico esiste un rapporto dialettico, tale che, nella loro urgenza di soddisfacimento, i diritti tendono a limitare il potere, che, nella sua ricerca di consolidamento, tende invece a limitare i diritti. Evidenziato e chiarito, anzitutto per via etimologica, questo conflitto perennemente latente e oscillante tra repressione e rivoluzione, il volume ricostruisce i diversi contesti storici, in cui sono state redatte e proclamate tutte le grandi carte declaratorie dei diritti umani, riportate in lingua originale e in una nuova traduzione italiana, che nel caso del Manifesto di abbandono nederlandese e della Legge dell’Habeas corpus inglese risulta essere storicamente la prima. Si giunge così alla scoperta dell’enorme importanza che ebbe quel Manifesto di abbandono, poiché esso fu ispiratore e modello del Bill of Rights inglese e della Dichiarazione d’indipendenza degli USA. Analogamente, dalla lettura comparata dei testi, emerge che tra Germania e Italia esiste un parallelismo giuridico, che dalle rivoluzioni e costituzioni del 1848–1849 giunge, attraverso le leggi razziali naziste e fasciste degli anni Trenta del Novecento, fino alle costituzioni del 1948–1949, contemporanee alla Dichiarazione universale dei diritti umani e come questa ispirate e imposte dal rifiuto delle violenze commesse e subite durante la guerra mondiale. Da questa stessa tragica esperienza ha ripreso forza e slancio il processo d’integrazione europeo, qui ricostruito con puntualità e ampiezza nei suoi fallimenti come nei suoi successi, fino alla proclamazione della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea, con cui il potere politico s’impegna a rispettare i diritti delle persone e le autorizza a citarlo in giudizio davanti a una corte indipendente da esso.

Aeneis
0 0 0
Moderne Bücher

Vergilius Maro, Publius <70 a.C.-19 a.C.>

Aeneis / P. Vergilius Maro ; recensuit atque apparatu critico instruxit Gian Biagio Conte

Editio altera

De Gruyter, 2019

Cicero's Paradoxa stoicorum
0 0 0
Moderne Bücher

Cicero, Marcus Tullius <106 a.C.-43 a.C.>

Cicero's Paradoxa stoicorum : text and philological commentary / by Daniela Galli

Carocci, 2019

Abstract: Si tratta di una breve composizione che presenta un commento a sei affermazioni paradossali del pensiero stoico, che Cicerone tenta, con la sua arte retorica, di rendere accessibili al grande pubblico dei lettori. L'impresa è stimolante per il grande oratore, soprattutto se si tiene conto che gli Stoici adoperavano sovente un linguaggio sintetico e difficile, se non addirittura astruso. La trattazione filosofica si arricchisce di una vasta esemplificazione tratta dalla storia nazionale e dai suoi personaggi più famosi nonché di una serie di ritratti, ricavati dalla vita di ogni giorno.

L'essere degli accidenti nell'eucaristia
0 0 0
Moderne Bücher

Duns Scotus, Ioannes <1265/1266-1308>

L'essere degli accidenti nell'eucaristia / Duns Scoto ; a cura di Davide Riserbato

Bompiani, 2019

Abstract: Al centro del trattato sull’Eucaristia di Giovanni Duns Scoto, nel IV libro del suo «Commento alle Sentenze», si trovano incastonate due questioni dedicate all’essere degli accidenti. Esse vantano un notevole interesse teoretico, non soltanto per un’adeguata comprensione della teologia eucaristica del maestro scozzese, ma soprattutto per definire la relazione da lui istituita tra metafisica e teologia, che rappresenta uno dei temi cardine del suo pensiero.

Ipse dixit
0 0 0
Moderne Bücher

Mazzocato, Gian Domenico <1946->

Ipse dixit : pillole di saggezza latina ad uso quotidiano / Gian Domenico Mazzocato

Editoriale programma, 2018

De rerum natura libri VI
0 0 0
Moderne Bücher

Lucretius Carus, Titus <94 a.C-50 a.C.>

De rerum natura libri VI / Titus Lucretius Carus ; edidit Marcus Deufert

De Gruyter, 2019

Abstract: Scomparso per secoli dalle biblioteche di letterati e sapienti ostili alle tesi epicuree, e riscoperto solo in pieno Rinascimento grazie a un umanista che ne rinvenne una copia in un monastero tedesco, il De rerum natura, poema filosofico in esametri composto da Lucrezio nel I secolo d.C, è un unicum nella storia della letteratura e del pensiero antico. Si compone di tre coppie di libri che hanno per argomento la fisica - il molteplice aggregarsi degli atomi, in un ciclo infinito di nascita e di distruzione - la natura e il cosmo. Ispirato alla tradizione greca di poemi didascalici oggi andati perduti, il De rerum natura è al contempo un'opera letteraria ricca d'immagini evocative, invenzioni linguistiche, picchi lirici e passaggi avvincenti quali la celebre fenomenologia dell'amore e la toccante descrizione della peste di Atene. Il capolavoro di Lucrezio è anche un viaggio iniziatico attraverso gli insegnamenti del maestro Epicuro. Solo conoscendo i principi che regolano la natura e l'uomo, infatti, il saggio potrà raggiungere l'unico traguardo davvero ambito: la prospettiva di prezioso distacco da cui contemplare le cose, libero dai travagli di ogni giorno, con la gioia e il sollievo dell'uomo salvo sulla riva che fissa lo sguardo sul mare in tempesta.

Opere di retorica
0 0 0
Moderne Bücher

Cicero, Marcus Tullius <106 a.C.-43 a.C.> - Cicero, Marcus Tullius <106 a.C.-43 a.C.>

Opere di retorica / Marco Tullio Cicerone ; introduzione, traduzione e commento a cura di Gian Enrico Manzoni

Scholé, 2019

Orationes
0 0 0
Moderne Bücher

Theodorus Metochites <1270-1332>

Orationes / Theodorus Metochites ; ediderunt Ioannis Polemis et Eleni Kaltsogianni

De Gruyter, 2019

Metamorfosi
0 0 0
Monographien

Apuleius <circa 125-circa 180>

Metamorfosi / Apuleio

Fondazione Lorenzo Valla : Mondadori