Community » Forum » Recensioni

La vita immaginata
0 1 0
Peli, Giovanni <1978->

La vita immaginata

Lamantica Edizioni, 2020

Abstract: Questa raccolta che alterna versi e prosa descrive la condizione psicologica di uno stato d’eccezione connesso in radice con un dramma essenzialmente politico. Il destino di ciascuno di noi non è, in fondo, che l’avventuroso riflesso del cammino di una comunità, tra ordine culturale e ordine naturale.

996 Visite, 1 Messaggi
Utente 88768
56 posts

Tra le pagine azzurre di questo libro prende forma, in un elegante prosimetro, la vita immaginata durante la pandemia.
Il rumore delle sirene scandisce nel primo capitolo i "Movimenti" del mondo esterno, della natura che continua il suo corso e delle bare che sfilano sotto il sole. All'interno, tra le mura di casa, «il tempo passa come uno straniero». La prosa dei capitoli centrali diventa un lento percorso di rinascita. La voce e i singoli fonemi diventano nuovo esercizio di comunicazione che assume una dimensione salvifica; ma per raggiungere la salvezza si attraversano anche oscure previsioni di un futuro di cyborg e di un orizzonte bidimensionale appiattito dai social network.
I versi tornano a scorrere negli ultimi capitoli: il sole splende ora su palloni sporchi di fango in un silenzio che sa finalmente di paradiso. "Il finale" riserva una formula apotropaica, un invito all'oscurità che nasconde però la speranza di un'eterna consolazione.

  • «
  • 1
  • »

9917 Messaggi in 8211 Discussioni di 1082 utenti

Attualmente online: Ci sono 90 utenti online