E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Cataloghi di esposizioni
× Livello Monografie

Trovati 18353 documenti.

Mostra parametri
Sguardi privati
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sguardi privati : volti e personaggi di Valcamonica tra '600 e '700 / [catalogo della mostra a cura di Federico Troletti]

Museo Camuno : Compagnia della stampa Massetti Rodella, 2020

Abstract: I volti delle donne e degli uomini che hanno vissuto e fatto grande, con il lavoro e con la cultura, la Valcamonica: una raccolta di rittratti raffiguranti la borghesia e la nobiltà camuna tra Seicento e Ottocento. La mostra ha ospitato dipinti di istituzioni pubbliche, musei e proprietà private.

De re aedificatoria
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De re aedificatoria : opere di Mario Pozzan / a cura di Paolo Conti, Valter Rosa e Andrea Visioli

[S.n.], 2020

Maria Lai
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Maria Lai : tenendo per mano il sole = holding the sun by the hand

5 Continents : MAXXI, 2019

Abstract: Il MAXXI presenta la prima grande retrospettiva di Maria Lai. La mostra curata da Bartolomeo Pietromarchi e Luigia Lonardelli - affascinante per ricchezza di semplici materiali, oggetti, colori e tecniche che accendono i nostri sguardi e la nostra immaginazione - con oltre duecento opere esposte, dai lavori degli anni Sessanta fino ai più recenti, si dipana in una densa trama sensoriale e intellettuale. C'è come un filo luminoso che sembra riprendere la stessa tessitura sapiente infusa dall'estro e dalle mani dell'artista nelle varie stagioni del suo cammino. I Telai. I Libri cuciti. I ricami. Le sculture. I tappeti. Le Geografie. Le Fiabe. Maria Lai ci ha lasciato un tesoro di arte intima e universale, con un messaggio ancestrale e globale: ci porta alle radici del rapporto tra umanità e natura, tra identità personale e ritualità collettiva, tra racconto di sé e condivisione di legami con l'altro. È quasi un unico 'album' di parole, immagini, manufatti, atmosfere che non celano una mera testimonianza ma trasmettono un insegnamento: mettere assieme il visibile e l'invisibile, secondo la sua felice definizione del significato più profondo dell'arte.

Il Carmine a colori
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Borrani, Fausto <1925-2014>

Il Carmine a colori / Fausto Borrani

Museo nazionale della fotografia : Cinefotoclub Brescia, 2019

Abstract: La mostra raccoglie una serie di fotografie realizzate nel quartiere del Carmine, scelte tra le migliaia presenti nell’archivio, quadrilatero urbano dal fascino unico, in continuo fermento e trasformazione. Le immagini di Borrani lo raccontano a cavallo degli anni ’60/’70/‘80, attraverso il colore che emana l’atmosfera che si respirava nel quartiere prima delle trasformazioni avvenute agli inizi del nuovo millennio. E’ un viaggio in un passato non troppo lontano, in un luogo che ha subito le trasformazioni degli ultimi decenni, trasformazioni che hanno modificato il tessuto urbano e l’aspetto delle abitazioni, hanno cambiando le destinazioni d’uso dei negozi, facendo però rimanere ancora oggi il Carmine il cuore pulsante della città, mettendo in rilievo la sua anima più vera, più popolare ed autentica.

Spazi immensi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Spazi immensi : Paolo Bini / [testi in catalogo e in mostra Luca Beatrice, Paolo Bini, Alessandra Troncone]

Intesa Sanpaolo, 2019

Abstract: A soli trentaquattro anni, Paolo Bini si sta rivelando come uno dei pittori italiani più interessanti e originali dell nuova generazione, già maturo per un confronto internazionale. Artista istintivo e ricercatore, colorista e stratificatore, ammalia lo sguardo e aggredisce lo spazio dell pittura nel quadro in un continuo movimento tra dentro e fuori. Pittura di spazi dunque, spazi che diventano immensi perché la pittura li buca, li attraversa, li sovverte, mettendo in crisi la consueta percezione frontale. Ogni sua mostra, ogni suo intervento include dettagli minimi invece fondamentali: la posizione delle opere nello spazio, i rapporti dimensionali, l'equilibrio formale tra campi di colore e illusorie monocromie. L'analisi critica dell'opera di Bini è affidata in questo volume ai testi di Luca Beatrice e di Alessandra Troncone.

Kandinskij, Goncarova, Chagall
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kandinskij, Goncarova, Chagall : sacro e bellezza nell'arte russa / a cura di Silvia Burini, Giuseppe Barbieri, Alessia Cavallaro

Gallerie d'Italia : Skira, 2019

Abstract: "Kandinskij, Goncarova, Chagall. Sacro e bellezza nell'arte russa" presenta un nucleo di diciannove preziose icone russe appartenenti alle collezioni d'arte di Intesa Sanpaolo accostato a quarantacinque capolavori di artisti russi di fine Ottocento e inizio Novecento provenienti dalla Galleria Tret'jakov di Mosca e da altri importanti musei della Russia, di Nizza e di Salonicco. Pubblicato in occasione della mostra di Vicenza e curato da Silvia Burini, Giuseppe Barbieri e Alessia Cavallaro, il volume affronta un tema di rilevante spessore, quello dei rapporti tra la tradizione delle icone e i movimenti artistici che, tra Otto e Novecento, hanno radicalmente mutato il contesto russo influenzando definitivamente anche quello internazionale. Attraverso le opere di Chagall, Kandinskij, Goncarova, Malevic, Tatlin, Filonov, Kljun e di altri artisti russi di fine Ottocento primi Novecento viene dimostrato come l'arte moderna russa sia tornata ad attingere linfa vitale dalla spiritualità degli antichi modelli iconografici, la cui simbologia universale sa essere linguaggio anche della nuova sensibilità estetica delle Avanguardie.

Figure per Gianni Rodari
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Figure per Gianni Rodari = Illustrators for Gianni Rodari : eccellenze italiane = italian excellence

Einaudi ragazzi, 2019

Abstract: Catalogo della mostra Eccellenze italiane – Figure per Gianni Rodari, organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di San Francisco in collaborazione con Bologna Children’s Book Fair. 21 illustratori, 21 interpretazioni visive che accompagnano il lavoro di Gianni Rodari dagli anni ’60 alla contemporaneità.

Me, my self(ie) and I
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Me, my self(ie) and I : l'autoritratto a fumetti : 8 marzo - 7 aprile 2019 / mostra e catalogo a cura di Mariella Lazzarin

Allagalla, 2019

Abstract: Mostra organizzata da Sottodiciotto Film Festival in collaborazione con l'Accademia Albertina di Torino, il volume raccoglie quasi 100 pezzi realizzati dai più grandi talenti del fumetto italiano: tavole originali, cover, bozze e illustrazioni in cui si indaga sulla rappresentazione di sé e sull'identità, dall'autoritratto al journal intime, dall'alter ego al reportage. Uno sguardo leggero e divertito su oltre cento anni di storia del fumetto e dell'illustrazione. Sono qui raccolte le opere di Attilio Mussino, Roberto Recchioni, Angelo Stano, Milano Manara, Benito Jacovitti, Andrea Pazienza, Bonvi, Magnus, Paolo Eleuteri Serpieri, Ivo Milazzo, Manuele Fior, Gipi, Paolo Bacilieri, Eleonora Antonioni, Josephine Yole Signorelli "Fumettibrutti" e tanti altri.

Zehra Doğan
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zehra Doğan : avremo anche giorni migliori : opere dalle carceri turche / a cura di Elettra Stamboulis

Skira, 2019

Abstract: È nell'uso del plurale, in quel verbo avremo, che ci coinvolge tutti, che consiste la chiave interpretativa della pratica artistica della giovane artista e giornalista curda del sudest della Turchia. La potenza immaginifica della sua mano è il risultato della riflessione e della relazione di una specifica collettività, quella delle donne detenute con Zehra nelle prigioni di Mardin, Diyarbakir, Tarso. Due anni e nove mesi di prigione per un disegno su Twitter e una lettera di una bambina di dieci anni pubblicata: questo periodo è diventato l'occasione per mostrare che la resistenza che passa attraverso l'arte non si può ingabbiare. Sostenuta da artisti come Banksy e Ai Weiwei durante la detenzione, ha affrontato con cocciutaggine e inesauribile ottimismo insieme alle altre la prigionia. L'ha guidata la fede nella potenza liberatoria e nella possibilità di cambiamento positivo dell'arte. "Non devi voltare le spalle alle fonti che ti nutrono. Sono nata in Curdistan. Sono cresciuta e mi sono formata con i disegni del Curdistan, e queste ricchezze hanno dato senso alla realtà. Sì, le ingiustizie e i massacri in cui viviamo sono una terribile disgrazia, ma abbiamo anche meravigliose opportunità [...]. Può essere considerato quasi un lusso. Questo deve essere ben compreso e ben interpretato. Voltare le spalle a questa realtà sarebbe un grande errore". Fedele alla sua terra, è costretta oggi a un auto esilio che non ferma però il suo pennello.

Giulio Romano
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Giulio Romano : arte e desiderio / a cura di Barbara Furlotti, Guido Rebecchini, Linda Wolk-Simon

Electa, 2019

Abstract: Palazzo Te torna a celebrare, a distanza di trent’anni dalla grande monografica del 1989, il genio di Giulio Romano. L’esposizione, allestita nelle Sale Napoleoniche, indaga la relazione tra immagini erotiche del mondo classico e invenzioni figurative prodotte nella prima metà del Cinquecento in Italia, esponendo dipinti, disegni e oggetti preziosi provenienti da venti istituzioni, tra cui il Metropolitan Museum of Art di New York e l’Ermitage di San Pietroburgo. Il catalogo della mostra Giulio Romano. Arte e desiderio analizza attraverso i saggi dei curatori – Barbara Furlotti, Guido Rebecchini e Linda Wolk-Simon – il rapporto tra la produzione artistica di Giulio Romano, dai Modi alle grandi sale affrescate di Palazzo Te, e il mondo classico: dai riferimenti letterari a quelli iconografici che l’allievo prediletto di Raffaello ha utilizzato a Mantova per la costruzione del suo linguaggio pittorico. Affiancano i testi dei curatori i saggi di approfondimento di Sergej Androsov, Aleksej Nikol’skij e Andrej Cvetkov, sulle ultime novità documentali e sui risultati del recente restauro dell’opera Due Amanti; un testo di Maurizio Bettini che indaga il mondo della mitologia classica, fra sanzione, comicità ed erotismo e gli approfondimenti di Madeleine C. Viljoen, James Grantham Turner e Antonio Geremicca. Concludono il catalogo le schede storico-critiche delle opere in mostra.

Filippo de Pisis
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Filippo de Pisis / a cura di Pier Giovanni Castagnoli

Electa, 2019

Abstract: Il volume accompagna la grande mostra monografica che Milano dedica a Filippo De Pisis, a trent'anni di distanza dall'ultima esposizione. La mostra, e il catalogo che l'accompagna, presentano una selezione variegata e complementare di oltre cento opere, tra dipinti e disegni, distribuiti lungo un arco temporale che si estende dal 1916 al 1953. Il volume, oltre alle riproduzioni di tutte le opere esposte, integrate da un ulteriore corredo iconografico ad illustrazione dei testi, offre al lettore un saggio introduttivo redatto da Pier Giovanni Castagnoli e tre significativi contributi interpretativi, firmati da Maddalena Tibertelli de Pisis, Lorenza Roversi, Alessandra Capodiferro, dedicati rispettivamente: all'esperienza degli anni parigini del pittore, agli esordi ferraresi dell'artista, alla fascinazione esercitata sulla sua immaginazione dall'antico. Un'antologia di testi di de Pisis, che fu, oltre che straordinario pittore, prolifico e appassionato scrittore, completa la pubblicazione.

Nel cuore dei diritti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nel cuore dei diritti : i disegni e i sogni dei bambini, i doveri e le responsabilità degli adulti

Fondazione PInAC, 2019

Abstract: Catalogo della mostra tenuta a Rezzato dal 28 settembre 2019 al 28 giugno 2020 sui diritti dell'infanzia

Il Manierismo a Crema
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il Manierismo a Crema : un ciclo di affreschi di Aurelio Buso restituito alla città : Crema, Museo civico di Crema e del Cremasco, 20 ottobre 2019-6 gennaio 2020 / a cura di Gabriele Cavallini e Matteo Facchi

Scalpendi, 2019

Abstract: Catalogo della mostra "Il Manierismo a Crema" che presenta un ciclo di affreschi del pittore cremasco Aurelio Buso restituito alla città, realizzata dal Museo Civico di Crema e del Cremasco nelle sale della pinacoteca: si tratta di un ciclo di ventisette dipinti murali, rara testimonianza superstite dell’opera di Buso de Capradossi. Le opere, in cattivo stato di conservazione, sono state restaurate garantendone la conservazione ed una migliore leggibilità.

Alessandro Pianeti (1902-1938)
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Alessandro Pianeti (1902-1938) : una porta socchiusa sulla modernità / [a cura di] Marco Camisani, Fabiana Verrillo

Aref, 2019

Abstract: Alessandro Pianeti (1902-1938) è una figura artistica che è stata ora riscoperta e ricollocata correttamente nell’ambito della pittura bresciana della prima metà del ‘900. Giovane della cerchia di Virgilio Vecchia, nella sua breve esistenza, risulta essere forse l’unico pittore bresciano capace di assimilare le nuove proposte che la sperimentazione artistica italiana andava elaborando negli anni Trenta. Attraverso la sua presenza alle sindacali lombarde e la consultazione dell’archivio di Vecchia, Pianeti si rifà alla corrente del primitivismo pittorico, rielaborando in chiave assolutamente personale i dettami di questo filone artistico. I volti di giovani ragazze, tema ricorrente nei suoi quadri, sono delle icone metafisiche inserite in uno spazio tempo non caratterizzato; un altro elemento interessante del pittore è la sua tavolozza, composta da accostamenti cromatici inediti per la tradizione pittorica bresciana. In occasione della mostra è stato realizzato un catalogo che ricostruisce per la prima volta l’attività artistica e la biografia di Alessandro Pianeti.

Peggy Guggenheim
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Peggy Guggenheim : l'ultima dogaressa / a cura di Karole P. B. Vail ; con Viviven Greene

Peggy Guggenheim Collection : Marsilio, 2019

Abstract: Un volume nuovo che guarda alla carriera di Peggy Guggenheim, collezionista e mecenate delle arti, in ogni suo aspetto. Partendo dalle prime esperienze come gallerista a Londra, dove il suo intervento è fondamentale per introdurre l'arte moderna nella capitale britannica, si attraversa la Manica per arrivare a Parigi nei mesi che porteranno alla seconda guerra mondiale, quando Guggenheim è decisa a "comperare un quadro al giorno" e il suo collezionismo è all'apice. Arrivata poco tempo dopo a New York, inaugura una galleria-museo rivoluzionaria, Art of This Century, che pone le basi per i giovani artisti dell'Espressionismo astratto americano. "L'ultima dogaressa" dedica particolare attenzione ai trent'anni che Guggenheim trascorre poi a Venezia, dove acquista un palazzo sul Canal Grande che diventa la dimora definitiva della sua collezione e che apre al pubblico. Questo volume illustrato è un compendio visivo del collezionismo e del mecenatismo di Peggy Guggenheim, con immagini anche inedite e riproduzioni di opere meno conosciute, che offrono una visione d'insieme della collezione. Studiosi internazionali ne prendono scrupolosamente in esame le attività visionarie in dodici saggi frutto di nuove e approfondite ricerche e in tre interviste. "L'ultima dogaressa" è un libro sulle vicende coinvolgenti e poliedriche di Peggy Guggenheim, una fonte di informazioni sul formarsi di una collezione tra le più amate e significative d'arte moderna del XX secolo.

Incisioni di Agostino Arrivabene e Edoardo Fontana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Incisioni di Agostino Arrivabene e Edoardo Fontana / a cura di Silvia Scaravaggi

Museo civico Crema, 2019

Salomè, o La dimenticanza del male
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Salomè, o La dimenticanza del male / a cura di Edoardo Fontana

Museo civico Crema, 2019

Abstract: La mostra Salomè o la dimenticanza del male è protagonista nella pinacoteca del Museo civico di Crema, attraverso un percorso tra otto e novecento e a partire da fonti letterarie, con volumi e illustrazioni originali.

Oltre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Oltre : [mostra d'arte contemporanea, Palazzo Bertazzoli Bagnolo Mella (BS), 2019]

[S.n.], 2019

Cent'anni fa... la Grande guerra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cent'anni fa... la Grande guerra : 1914-1918

Associazione storica Cimetrincee, 2019

Abstract: Il libro raccoglie il lavoro del progetto omonimo iniziato dai soci lombardi nel 2013. Dedicato alle terribili vicende della Prima Guerra Mondiale, di cui ricorre proprio quest’anno il centenario dell’entrata in guerra dell’Italia. I colori vivi e intensi delle cartoline, messe a disposizione dai collezionisti di Cimeetrincee, insieme a fotografie inedite, hanno restituito il carattere originario dei tempi. Una mostra visiva, retta da immagini che hanno permesso d’immergersi in una storia fondamentale e ancora attuale del nostro recente passato. Ridotti all’essenziale i testi. Mostrando le fotografie, le cartoline, le uniformi e i ricordi della Prima Guerra Mondiale si è voluto ricordare cosa significasse all'epoca combattere e morire sulle pietraie del Carso, in una fangosa trincea del fronte occidentale o fra le rovine di una città bombardata.

Ugo Mulas
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ugo Mulas : intrecci creativi / a cura di Francesca Pola

Marsilio : Robilant + Voena, [2019]

Abstract: Ugo Mulas è stato uno dei protagonisti della cultura visiva internazionale della seconda metà del XX secolo: fotografo attivo in particolare dagli anni Cinquanta al 1973 (anno della sua precoce scomparsa), ha saputo interpretare magistralmente uno dei momenti più straordinari della scena artistica contemporanea. Questa monografia intende presentarne l'opera assumendo un punto di vista privilegiato, insieme originale ed emblematico: analizzare la sua riflessione fotografica in rapporto all'arte visiva, per mostrare il suo contributo individuale. Il taglio qui scelto è quello del rapporto con l'arte italiana a lui contemporanea, indagato attraverso gli intrecci creativi che hanno legato Mulas ad altri protagonisti, cruciali per comprendere l'unicità della sua visione, quali ad esempio Lucio Fontana, Pietro Consagra, Fausto Melotti, Michelangelo Pistoletto.