Protocollo libro antico

Il presente protocollo serve ad evidenziare scelte catalografiche e opzioni del software specifiche per il libro antico, ma si intende da utilizzare in combinazione con il Protocollo di scelte catalografiche genereale di cui condivide la filosofica e le scelte applicative. In particolare, del Protocollo generale si seguono tutte le indicazioni del capitolo Voci di autorità, ad esclusione del paragrafo Record d'opera
 

Qualificazioni

Stato della notiza:

  • completa

Livello bibliografico:

  • monografie

  • titoli di contenuto

Oggetto bibliografico:

  • materiale a stampa

  • materiale manoscritto, dattiloscritto, stampa non editoriale

    • ulteriore tendina: materiale linguistico antico

Tipo della data:

  • monografia edita in un solo anno

  • data incerta

  • monografia edita in più anni

  • date di pubblicazione e copyright/privilegio

    • da usare solo se le due date sono molto diverse

      • data 1: data pubblicazione

      • data 2: data privilegio

Lingue:

  • lingua del testo, colonna sonora, ecc.

    • tutte le lingue presenti nel documento

  • lingua del documento intermedio

    • per segnalare la lingua su cui si è condotta la traduzione quando diversa dall'originale

  • lingua del frontespizio

    • quando diversa dalla lingua del testo

Paese

  • il paese di pubblicazione del documento

Destinatari:

  • adulti, generale

Descrizione

Uso dell'asterisco:

  • si inserisce davanti alla prima parola significativa del titolo quando prima ci sono articoli, frasi al genitivo, ...

    esempi:

    • Theophylaktou archiepiskopou Boulgarias *Hermeneia eis ta tessara Euaggelia

    • Di Polidoro Virgilio da Urbino *De gli inuentori delle cose Libri otto tradotti per Francesco Baldelli, con due Tauole, ...

Pubblicazione:

  • si riporta il luogo fittizio presente sulla pubblicazione seguito tra quadre da i.e. e il luogo reale
    esempio:
    •  Cosmopoli [i.e. Roma]

Desrizione fisica:

  • si riportano formato e cm (tra parentesi tonde)

    esempio:

    • 4° (24 cm)

Collezione:

  • si riporta solo qui (nessun legame)

Titoli varianti

Si inseriscono titoli che si ritiene utili segnalare usando l'etichetta appropriata, in particolare:

Intestazione convenzionale uniforme:

  • titolo reale dell'opera

  • noto come ...

Titolo originale non controllato

  • da usare solo se non presente il record d'opera (RO)

Titolo del frontespizio aggiunto

Titolo della prima pagina del testo (intitolazione)

Titolo nella forma ortografica moderna

  • per sciogliere titoli altrimenti non ricercabili (caualier vs cavalier)

Si inseriscono sempre i titoli varianti, anche in presenza di RO, ma si segnalano, per il recupero, tutti quei titoli (propri o varianti) che non risultano presenti nella scheda del RO. La segnalazione va fatta a smarchesi@provincia.brescia.it

 

Note

Non si fanno note per riportare elementi già presenti in altre parti della notizia a meno che non sia necessario dare informazioni aggiuntive.

Esempio: luogo fittizio in area 4 seguito dal luogo reale tra quadre: non faccio una nota Luogo reale di pubbblicazione è ...

 

Nota relativa ai dati codificati:

  • per specificare dati delle qualificazioni, ad esempio le lingue (nessuna nota se il testo è in tutte le lingue esplicitate in qualificazioni)

    • testo in greco, testo introduttivo in latino

    • ...

Note relative al titolo e alle indicazioni di responsabilità:

  • per fornire spiegazioni su quanto inserito in area 1

    • nome dell'autore in latino (il testo è in altra lingua)

    • titolo dell'intitolazione

    • titolo dall'incipit

    • ...

Note relative all'edizione e alla storia tipografica

  • emissioni

  • varianti

  • esplicitazione delle edizioni numerate con simboli (es. ** per seconda)

  • vicissitudini editoriali varie

  • ...

Note realtive alla legatura e disponibilità:

  • edizione di 89 esemplari numerati

  • si vende presso ...

  • ...

Note realative alla pubblicazione, distribuzione, etc.

  • forse stampato in Olanda

  • la data si ricava da ...

  • il luogo e l' anno di pubblicazione si ricavano dal colophon

  • il nome dell'editore si ricava dalla marca

  • data in forma di cronogramma

  • ...

Note relative alla descrizione fisica

  • il verso delle carte è bianco

  • iniziali incise

  • ...

Note sulla responsabilità intellettuale:

  • attribuito a ...

  • di Daniel Gerdes, il cui nome compare nella dedica (esempio Reicat 4.7.1.14 A)

  • nome dell'autore nella dedica (...)

  • ...

Note di contenuto:

  • contiene anche

  • ...

Numeri standard

Impronta 

  • note:
    • da utilizzare per la spiegazione degli asterischi usati nei gruppi
    • collegamento tra impronte e varianti della stessa edizione
  • segnatura:
    •  per indicare la segnatura usata per indicare l'impronta in presenza di più esemplari

Campi codificati

Si compilano sempre ed esclusivamente i seguenti campi codificati

Testi (105) (1)

  • saggi

  • fiction

 Libri antichi, caratteristiche generali (140)

  • illustrazioni

    • miniature

    • iniziali ornate

    • ...

  • illustrazioni a piena pagina (tavole)

  • tecnica delle illustrazioni

  • supporto del libro

  • supporto delle tavole

  • contenuto: si usa ogni volta che sia possibile assegnare con certezza una delle etichette proposte

  • genere letterario: si usa ogni volta che sia possibile assegnare con certezza una delle etichette proposte

  • filigrana

    • carta senza filigrana (solo per incunaboli e manoscritti)

  • marca tipografica

Legami

Si legano alla notizia:

  • record d'opera, se già presente in catalogo (cercare se il RO di riferimento esiste, se sì, legarlo, se non presente non si crea)

  • in assenza di RO, autore principale e eventuali alternativi

  • responsabilità secondarie obbligatorie da Reicat (controllare che non siano eventualmente già presenti al record d'opera)

  • editore/tipografo

  • marca tipografica: si crea un legame con l'authority della marca tipografica solo per gli editori locali

  • luogo di edizione locale (province di Brescia e Cremona)

  • altri luoghi di edizione (2)

Per la forma delle intestazioni si rimanda al protocollo generale (Voci di autorità: Creazione di nuove voci e Struttura/Relazioni gerarchiche) e alle Reicat, ma in particolare si ricorda che:

  • si assegna un relator code ad ogni persona/ente legato (autore, editore, tipografo, illustratore, ...)

  • si qualificano tutte le voci, in particolare si sceglie di qualificare gli editori antichi come <editore tipografo>

  • gli editori sono da qualificare come E (Enti) e Q (Agenti: Organizzazioni)

  • le marche tipografiche sono da qualificare come H (Marca tipografica) e B (Cose: Forme)

    • per le marche

      • si compila il campo Descrizione e il campo Motto;

      • si seleziona il repertorio (3) (4)

      • si crea un legame BT con la voce Marche tipografiche

  • si crea un legame RT (vedi anche) tra la authority Ente editore e l'authority Persona di riferimento

    esempio:

    • Albrizzi, Girolamo <editore tipografo> RT Albrizzi, Girolamo <1662?-1713>

Esemplare

Note all'esemplare:

  • note relative all'esemplare:

    • esemplare n. 27

  • note di possesso e di provenienza

    • per dare indicazioni generiche

      • ex-libris sul piatto (ma non so di chi sia)

      • indicazioni poco decifrabili

    • per dare informazioni sul possessore precedente

      • esemplare proveniente dalla Biblioteca ...

      • Timbro: Legato Dandolo

  • nota relativa alla vecchia segnatura

Legami all'esemplare

È possibile, oltre alla nota, creare un legame tra esemplare e authority per indicare il possessore precedente

  • seleziono l'authority di interesse, seleziono poi il relator code Possessore precedente e lego

    esempio:

    •   Legami degli esemplari: Dandolo <famiglia> (Possessore precedente)

 

1 Campo non compilato da SBU per scelta autonoma
2  Per la forma da utilizzare vedi T. Urso, Toponomastica bibliografica. Olschki, 1990)
3  Per la corrispondenza tra lettere in Clavis e repertorio vedi manualesapori.cilea.it/index.php?id=1691
4  Per le marche del sec. XVI usare Zappella, Giuseppina Le marche dei tipografi e degli editori italiani del Cinquecento : repertorio di figure simboli e soggetti e dei relativi motti. Milano, Editrice bibliografica, 1986. 2 volumi 29 cm (Grandi opere ; 1).