Dal 2005 il Sistema Bibliotecario ha avviato un progetto di acquisto di saggistica per le proprie biblioteche, distribuendo i volumi sulla base di una tabella di suddivisione delle specializzazioni. A partire dal 2013, accanto a questo progetto ne è nato uno parallelo che prevede l'acquisto e la distribuzione di libri di narrativa: non quella che normalmente le biblioteche già acquistano, ma titoli di editori minori, o meno capillarmente distributi, che difficilmente entrerebbero nel catalogo della Rete Bibliotecaria Bresciana. Scopo del progetto è quello di arricchire la proposta di romanzi, racconti e poesie per tutti gli utenti della Rete, che possono richiedere il prestito interbibliotecario dei libri nelle loro biblioteche.

Trovati 541 documenti.

Breathers
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Browne, S. G. <1965->

Breathers : l'anonima zombie / Scott G. Browne ; traduzione di Silvia Scognamiglio

Casini, 2010

Abstract: La vita di Andy è un casino! Diventato da poco uno zombie, è costretto a vivere nella cella frigorifera che i suoi genitori hanno nello scantinato; frequenta l'Anonima Zombie e come se non bastasse non può neanche lamentarsi, visto che la sua bocca è stata cucita al momento dell'imbalsamazione! Ma tutto sembra volgere al meglio quando Andy incontra Rita, una zombie molto carina che si è suicidata di recente, Tom, uno zombie vegetariano al quale dei teppisti hanno rubato le braccia, e Jerry, un playboy con la passione per la pornografia rinascimentale. Stanco delle discriminazioni che quotidianamente subisce, in ufficio come al supermercato, Andy decide di intraprendere una class-action in difesa dei diritti di tutti gli zombie. Ma la causa suscita subito un'enorme eco nei media, e Andy diventa presto una celebrità.

La torre proibita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gutierrez, Angel - Zurdo, David

La torre proibita / Angel Gutierrez, David Zurdo ; [traduzione di Fabio Bernabei]

Newton Compton, 2013

Abstract: Jack Winger è un giornalista di cronaca nera che, dopo aver perso la memoria a seguito di un grave incidente, viene ricoverato in una clinica di riabilitazione per riaversi delle gravi lesioni riportate. Una volta lì, apprende che anche tutti gli altri pazienti sono affetti da amnesia. Quello che nessuno gli dice è che tutti soffrono di incubi notturni e che, a turno, i pazienti vengono condotti in un bosco accanto alla clinica da cui non fanno più ritorno. Dopo qualche tempo, Jack, sempre più ossessionato dal suo incubo e dai ricordi che cominciano a riaffiorare a sprazzi, comincia a chiedersi perché non riceva mai alcuna visita e perché nessuno mai venga dimesso dalla clinica. Con l'aiuto di Julia, una giovane tormentata da un incubo forse più atroce del suo, inizia a indagare senza rendersi conto del pericolo che sta correndo. Non sa che alcuni segreti sarebbe meglio che rimanessero tali, per sempre.

In una notte fortunata
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Campagnoli, Matteo <1970->

In una notte fortunata : [poesie] / Matteo Campagnoli

Casagrande, 2010

Abstract: Milano paralizzata dal freddo di gennaio o dal sole d'agosto che "sotto l'epidermide d'intonaco scrostato,/brucia la carne viva del mattone". La Grecia vista dai tentacoli "di una medusa pietrificatasi in penisola". La Sicilia con la sua antica città di Ortigia, dove a mezzogiorno "i gatti neri rasentano le mura,/come ombre che hanno assunto, per paura/di svanire, vita propria". Basilea attraversata da un vento carico di note musicali, teoremi matematici, considerazioni filosofiche: forse solo un pretesto "per evitare di innalzare un monumento/a un'epoca finita", o forse no, perché "ogni luogo crea /il suo genio, o viceversa". New York che con i suoi ponti "simili allo slancio del cuore" concede le sue epifanie all'alba, "in un mattino/qualunque di un qualunque novembre". Sono questi alcuni dei luoghi e dei motivi di un libro fatto di immobilità panica e di vagabondaggi fisici e mentali, tanto oziosi quanto, alla fine, pieni di significato. La lingua chiara e robusta di Matteo Campagnoli riesce a mettere in tensione, nell'arco di un verso o di una strofa rimata, espressioni letterarie e colloquiali, sprezzature e metafore ricercate, battute di spirito e figure classiche che si presentano qui come assolutamente contemporanee. Aspetti questi che permettono di ricondurre l'autore a quella famiglia transnazionale e translinguistica di poeti i cui rappresentanti più influenti sono forse, negli ultimi decenni, Iosif Brodskij e Derek Walcott

14
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Clines, Peter <1969->

14 / Peter Clines

Multiplayer.it, 2014

Il trono ombra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Wexler, Django

Il trono ombra : romanzo / Django Wexler ; traduzione dall'inglese di Stefano Sereno

Fanucci, 2015

Abstract: Il re di Vordan giace sul letto di morte. Presto sua figlia Raesinia Orboan gli succederà al trono, ma il regno è minacciato da uomini ambiziosi, e povertà e speculazione stanno spingendo la popolazione allo stremo. È questo lo scenario che si presenta agli occhi di Janus, Winter e Marcus quando giungono nella capitale dopo essersi separati dal reggimento dei Coloniali. In un ultimo atto volto a proteggere il regno, il re nomina Janus ministro della Giustizia, nella speranza di contrastare l’influenza del duca Orlanko, un uomo pericoloso in grado di tenere sotto scacco la futura regina. Marcus viene nominato capo del corpo di pubblica sicurezza, mentre il compito di Winter sarà di infiltrarsi in un quartiere popolare in fermento, per disporre le proprie pedine nella partita contro Orlanko. La situazione in città è tesa, e dopo la morte del padre, il primo atto regio di Raesinia è l’istituzione di un comitato di rappresentanza popolare al quale cedere temporaneamente le prerogative politiche. Anche Janus, Marcus e Winter lottano insieme al popolo per quella terra che avevano creduto di non vedere più. Ad attenderli c’è la battaglia più difficile: il duca Orlanko sta marciando verso la capitale, alla guida di un reggimento incaricato di sedare la rivolta. Ma non sarà l’unica minaccia che dovranno affrontare, perché le grandi potenze del continente sono allarmate dal nuovo assetto politico-sociale di Vordan...

Tacchi e taccheggi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Icardi, Desy <1975->

Tacchi e taccheggi / Desy Icardi

Golem, 2014

Abstract: Due donne, una truffatrice professionista e una ladra dilettante, vengono scoperte a taccheggiare in un supermercato e si ritrovano, entrambe, trattenute nell'ufficio delle guardie giurate. L'attesa si prolunga finché, le protagoniste si rendono conto di esse state dimenticate e di dover passare l'intera notte nell'ipermercato ormai chiuso. Nel corso della nottata le due donne, sono costrette, loro malgrado, a un confronto tra chi ruba per "lavoro" e chi lo fa per "hobby". Tra gag surreali e dialoghi vivaci, le esperienze delle due protagoniste si sovrappongono e intrecciano rivelando che tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo rubato qualcosa a qualcuno, che si tratti di denaro, di tempo, di attenzione, di sesso o addirittura di amore.

Errori necessari
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Crain, Caleb <1967->

Errori necessari / Caleb Crain

66thand2nd, 2014

Abstract: Jacob Putnam, aspirante scrittore fresco di laurea a Harvard, arriva a Praga per cogliere lo spirito della Rivoluzione di Velluto, che un anno prima ha segnato la fine del regime comunista. Il giovane entra a far parte di un gruppo di expat e si lancia alla scoperta di una città inquieta ed elettrizzante che si allena alla democrazia e dove tutto sembra ancora possibile, finendo per scoprire che nessuno è davvero come sembra. Errori necessari è un delicato romanzo di formazione che si inserisce nel solco delle opere di James e Hemingway: anziché a Parigi o in Spagna, si snoda sulle rive della Moldava, tra i caffè pittoreschi e le architetture gotiche della capitale ceca, componendo un ritratto nostalgico della gioventù degli anni Novanta, destinata a scontrarsi non solo con le disillusioni della maturità, ma anche con le chimere del cambiamento storico.

L'area 18
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fontanarrosa, Roberto <1944-2007>

L'area 18 / Roberto Fontanarrosa

66thand2nd, 2014

Abstract: Il principato africano di Congodia si struttura intorno al più formidabile fenomeno sociale del nostro tempo: il calcio. È attraverso il fútbol "storia, orgoglio ed epica nazionale" - che il Congodia ha conquistato l'indipendenza. Ed è sempre sul campo da gioco che il governo locale orienta i destini geopolitici del paese. Quando la multinazionale americana Burnett decide di allargare la propria sfera di influenza nella zona è perciò costretta ad allestire un'eccentrica compagine di mercenari - i Procioni Ululanti dello Spartan Soccer - per sfidare l'armata congodiana. Il memorabile incontro, in attesa del quale gli uomini allenati dal tecnico Muller effettuano una preparazione dai tratti sadici e militareschi, avrà luogo nella rovente atmosfera del Bombasì Stadium, costruito sul cratere del vulcano Mombasa. Asserragliati nella propria area come gli spartani di Leonida alle Termopili, per gli uomini capitanati dal siriano Best Seller sarà l'ultima occasione per assaporare l'ebbrezza del trionfo.

Il clima ideale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vanni, Franco <1982->

Il clima ideale / Franco Vanni

Laurana, 2015

Abstract: Bosnia orientale, 1992. Sono tutti morti, tranne una ragazza di 16 anni. Ha visto uccidere i suoi genitori ed è prigioniera di Dragan, capo di una formazione paramilitare. Milano, vent’anni dopo. Michele fa il lobbista, o il “creatore del clima ideale per i clienti”, come dice. È abituato ad avere il controllo in ogni situazione. Ma tutto cambia quando nonno Folco lo incarica di scoprire chi sia davvero Nina, cameriera serba che lavora a Tirana. Qualcosa va storto. Troppa gente si fa male. Qualcuno segue Michele. Perché il nonno vuole informazioni su Nina? Perché tutti quelli che entrano in contatto con lei rischiano la vita? Le risposte si nascondono in un intreccio di indagini private, truppe mercenarie, ambizioni politiche e viaggi notturni fra Milano, l’Albania, la Serbia e la Bosnia. Il clima ideale è un thriller che accompagna il lettore lungo un percorso di sangue, che dalle SS di Adolf Hitler porta alle squadre della morte nell’ex Jugoslavia. Fino al cuore nero dell’Europa.

La moglie del sarto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Scaglione, Massimo <regista e scrittore>

La moglie del sarto : tratto dal film omonimo / Massimo Scaglione

Rubbettino, 2014

Abstract: Dal film omonimo un racconto denso e ricco di colpi scena che svela una Calabria sospesa tra orgoglio e pregiudizi, tra bellezze intatte e attentati al suo straordinario paesaggio. La storia si svolge – negli anni Sessanta del secolo appena passato – in una piccola località sospesa sul Tirreno calabrese. Potrebbe però essere qualsiasi altro luogo del meridione, perché centrata sulla figura di due donne, madre e figlia (nella pellicola interpetate da Mariagrazia Cucinotta e Marta Gastini) fiere di aver ereditato dal marito e padre, una sartoria che difendono da assalti di speculatori e faccendieri, interessati al fascino femminile tanto quanto al profitto di speculare su bellezze naturali e storiche del luogo.

Ti ho vista che ridevi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Palanca, Lou <pseudonimo collettivo>

Ti ho vista che ridevi / Lou Palanca ; prefazione di Carlo Petrini

2. ed.

Rubbettino, 2015

Abstract: Negli anni ‘60 un’emigrazione individuale femminile raggiunge dal Sud il territorio delle Langhe, che le contadine stanno abbandonando per trovare la propria emancipazione nelle città. È un’emigrazione matrimoniale, che porta le “calabrotte” all’impatto con una lingua e un sistema di relazioni sociali differenti da quelli dei paesi d’origine. Ti ho vista che ridevi racconta una di queste storie. Dora è costretta ad emigrare da Riace per sposare un contadino delle Langhe e lascia alle cure della sorella il figlio che non doveva nascere. Quando scoprirà la verità, Luigi si metterà alla ricerca delle origini, della propria madre, dell’autenticità della propria biografia. Sarà un bacialé, un ruffiano che combinava questi matrimoni, il mediatore narrativo tra le pagine calabresi e i capitoli ambientati in Piemonte, dove Luigi cerca la propria madre naturale e incrocia una catena di figure femminili che da Dora conduce alla figlia, alla nipote militante No Tav e quindi ad una profuga siriana. Un romanzo corale, nel quale ciascun personaggio attraversa la propria solitudine scoprendo il senso della sua vicenda nella relazione con l’altro. Come scrive Carlo Petrini nella Prefazione: sono sempre gli altri che ci salvano.

La stanza enorme
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cummings, Edward Estlin <1894-1962>

La stanza enorme / E. E. Cummings ; a cura di Patrizia Collesi

Baldini & Castoldi, 2014

Abstract: "La stanza enorme" è stato pubblicato per la prima volta nel 1922. Libro insieme polemico e divertente, vede la guerra imporsi come la "grande assente": C, il protagonista, viene riconosciuto colpevole di tradimento davanti a un tribunale farsa e imprigionato ben prima di aver sperimentato direttamente la guerra, anzi dopo un mese di bella vita parigina. Il viaggio verso la prigione si trasforma in un itinerario di conoscenza, e il protagonista finirà per spogliarsi di qualsiasi orpello civile facendo il suo ingresso in una nuova vita, consapevole della propria superiore diversità.

Teste mozze
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Maldonato, Franco <avvocato>

Teste mozze : romanzo storico / Franco Maldonato

Iride, 2015

Abstract: Nel luglio del 1851, un uomo politico inglese decide di interrogare il Ministro degli Esteri della Regina Vittoria sulla scomparsa di un deputato del Regno delle Due Sicilie. I sospetti si concentrano su un prete di Sapri, che aveva già servito gli interessi di Casa Borbone. L’ambasciatore del governo napoletano a Londra, messo a parte della iniziativa del parlamentare inglese, cerca di bloccare la discussione dell’interpellanza, mettendo in moto la “macchina del fango” e, quando questa si inceppa, eccitando la complicità di autorevolissimi uomini politici, come Disraeli, e di giornalisti già da tempo a libro-paga di Ferdinando II di Borbone. L’affaire rivela così un “giallo”, che si dipana in una sequenza di fatti e di antefatti, che incrociano gli accadimenti del Risorgimento Europeo ed i suoi principali protagonisti: Metternich, Palmerston, Mazzini, Garibaldi e Cavour, fino al sorprendente colpo di scena finale.

L'ultima colonia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Scalzi, John<1969->

L'ultima colonia / John Scalzi ; traduzione di Benedetta Tavani

Gargoyle Books, 2014

Abstract: Dopo anni passati a combattere per le Forze di Difesa Coloniale come soldato artificialmente potenziato, John Perry ha infine trovato un'oasi di pace in un universo violento. Un piccolo pianeta periferico dove vive con moglie e figlia servendo l'Unione Coloniale come semplice difensore civico. Un giorno però il passato bussa alla porta della sua fattoria: John e Jane, anche lei ex soldato delle FDC, sono stati scelti per guidare la colonizzazione di un nuovo pianeta in un'operazione che si prospetta da subito di grande importanza strategica per il futuro dell'Unione. I due non ci impiegheranno molto a capire che nulla è come sembra e che la nuova colonia è solo una pedina in un gioco di potere interstellare fra la razza umana e gli alieni, in bilico fra diplomazia e azioni di rappresaglia militare. John Perry dovrà districare una fitta rete di menzogne per salvare se stesso e la gente di cui è responsabile, impedendo che la loro finisca per essere l'ultima colonia del genere umano.

Sono finite le stelle cadenti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Nisticò, Massimo Felice <1965->

Sono finite le stelle cadenti / Massimo Felice Nisticò

Rubbettino, 2014

Abstract: Libertà e Felicità: si può spendere l'intera esistenza rincorrendo il sogno di essere felici?... e magari anche liberi? A cos'altro, quindi, siamo spinti nella vita se non a questo? Alla morte di suo padre, Giancarlo Martelli si vede costretto a fare ritorno alla casa di famiglia. È un viaggio verso le sue origini; ma per lui che da anni vive lontano da lì ed è un professionista affermato nel mondo delle biotecnologie, tutto ciò rappresenta un nuovo, e forse definitivo, banco di prova. Tutte le questioni fondamentali della sua crescita sono ancora "in quella casa dove eravamo stati una famiglia..."; e restano in attesa di una soluzione. Oltre agli affetti, di ogni tipo, riaffiorano ruggini e tensioni che Giancarlo credeva eludibili: ma comprende bene, come tutti del resto, che è la vita stessa a metterci davanti alle proprie personali questioni esistenziali. E comprende così che, in fondo, la vita è come un lungo viaggio che si affronta nella speranza di trovare la propria terra promessa: talvolta, alla fine, si scopre che è proprio quel paradiso perduto dove è rimasta cristallizzata la nostra fanciullezza. Ma bisogna diventare grandi, e in fondo ciò corrisponde a inseguire i propri sogni rimanendo svegli: sognare con gli occhi aperti e i piedi ben piantati a terra. È questo, dunque, tutto ciò che chiamiamo felicità?

Come al cinema
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cayre, Hannelore <1963->

Come al cinema / Hannelore Cayre ; traduzione di Maruzza Loria

Rubbettino, 2015

Abstract: Lo sfavillante Étienne Marsant prima del suo infarto è stato una grande star del cinema. Oggi, non beve più, non fuma più, non gira più film, sta a dieta e si annoia sotto lo sguardo severo della moglie e agente. Per sfuggirla, accetta di presiedere "Résistances", un festival cinematografico di seconda categoria che si tiene a Colombey-les-Deux-Èglises. A pochi chilometri di distanza, a Chaumont, si apre il processo ad Abdelkader Fournier, un piccolo malvivente franco-algerino che ha rapinato una dozzina di succursali di banche, armato di un falso revolver e di molto fair-play. Il terribile Presidente della corte d'assise soprannominato "il macellaio della Haute-Marne" è ben deciso a farlo rinchiudere a vita nelle carceri della Repubblica. Il suo avvocato, un principe del foro che l'età ha reso depresso, sogna di appendere la toga e aprire una crêperie nella sua amata Bretagna, a scapito della moglie e socia che non si vede affatto nel ruolo di compagna di un "crêpier". I due avvenimenti entreranno in collisione quando, davanti all'evidente mancanza di giustizia del Presidente e alla sua abilità nel manipolare testimoni e giurati, l'avvocato deciderà di ritirarsi. Tutto allora prenderà una piega assurda e diventerà spettacolo. Fedele al suo stile accattivante e caustico, Hannalore Cayre ha, in questa favola giudiziaria, stabilito un trait-d'union tra due mondi alla fine molto simili.

Il ragazzo a quattro zampe
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bisantino, Simone <1978->

Il ragazzo a quattro zampe / Simone Bisantino

Caratterimobili, 2012

Abstract: Ragazzi che vagano nella notte senza una meta precisa, se non quella della dissoluzione interiore, donne che si vendicano di uomini rozzi e violenti, giovani che si ritrovano papà all'improvviso e scoprono di odiare il proprio figlio, e ancora: la scelta di un regalo fa capire a una donna che non ama più il suo uomo, ragazzi che trovano nella violenza qualcosa che forse può avvicinarsi all'amore, genitori che abusano dei loro bambini e altre storie, separate e allo stesso tempo parte di un racconto unico. Il ragazzo a quattro zampe esplora un universo di esistenze ai limiti, coraggiose eppure nella loro disperata ricerca di assoluto così fragili, sospese tra il desiderio impossibile di riscatto e palpabili pulsioni di morte.

La stagione degli scapoli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Monfrecola, Vincenzo <1959->

La stagione degli scapoli / Vincenzo Monfrecola

Gargoyle Books, 2014

Abstract: È il 1910, all'Eghoist Club di Londra il critico letterario Cyril Billing-west sta festeggiando l'addio al celibato, quando il suo ispirato discorso viene bruscamente interrotto da una telefonata che lo informa che la sua futura moglie è scappata con i regali di nozze. Scioccato dalla notizia, Cyril decide non solo di rimanere per sempre lontano dalla perfidia delle donne, ma addirittura di salvare gli scapoli londinesi dalle insidie del matrimonio. Così, dopo aver scritto di suo pugno un "manuale dello scapolo" insieme allo scaltro cugino George fonderà un sindacato maschile: lo Scapolificio Billingwest. Ma gli uomini possono davvero fare a meno delle donne? A quanto pare, aiutare gli scapoli a rimanere tali non è semplice come Cyril e George pensavano e la sopravvivenza dello Scapolificio di famiglia è sin da subito minacciata da fidanzate abbandonate, mogli furiose e segretarie dal sorriso irresistibile. Ecco allora che prende vita una divertente commedia "d'altri tempi" in cui bugie, arguti sotterfugi e strampalati colpi bassi vi faranno correre da una sponda all'altra del Tamigi verso la resa dei conti.

Viaggi con un somaro nelle Cevenne
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stevenson, Robert Louis <1850-1894>

Viaggi con un somaro nelle Cevenne / Robert Louis Stevenson

Mursia, 2011

Abstract: Amante dell'avventura e della natura nelle sue opere, Stevenson fu un grande viaggiatore nella vita. Negli anni Settanta dell'Ottocento percorse la regione montuosa delle Cevenne, nel Sud della Francia, a dorso di un'asina, con un bagaglio leggero e un rudimentale sacco a pelo di sua ideazione, di cui era molto fiero. Questo racconto, scritto nel 1879, è il resoconto del viaggio in cui, sullo sfondo di villaggi animati da personaggi pittoreschi e di sentieri che serpeggiano fra boschi e montagne, l'autore si abbandona a riflessioni storiche sulle sanguinose lotte di religione che hanno interessato la regione e che gli ricordano quelle del suo Paese di origine. Ma la vera protagonista è l'asina Modestine, con la sua andatura lenta ma costante e il suo carattere mite, che stabilisce un affettuoso rapporto di vicinanza con il suo compagno di viaggio, dai primi e faticosi passi al triste momento del distacco. Un'affascinante avventura nella Francia di fine Ottocento e un'appassionante storia di amicizia tra un uomo e un'asina.

Nero TAV
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ballario, Giorgio <1964->

Nero TAV : morte ad alta velocità / Giorgio Ballario

Cordero, 2014

Abstract: Due giovani scomparsi. L'ombra della criminalità dietro a un grande appalto pubblico. La battaglia di una popolazione per impedire la distruzione del proprio territorio. Non sarà un'indagine facile per lo sconclusionato detective italo-argentino Hector Perazzo, alle prese con una storia che ben presto si rivela difficile da gestire, forse al di sopra delle sue possibilità. Districandosi fra militanti No Tav, mafiosi, giornalisti ficcanaso, politici collusi e l'amore di due donne, Hector s'imbatte persino in chi vorrebbe fargli la pelle. Un romanzo ad alta tensione ambientato nella Valle di Susa in lotta contro il treno ad alta velocità.