Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Morte a Pemberley - P. D. James

Pomposo senza necessità, qualche congiuntivo sbagliato nella traduzione, frasi contorte per esprimere pensieri ancora più contorti, polpettone di buone maniere stile vittoriano. Del resto quando in copertina il nome dell'autore giganteggia a scapito del titolo, sarebbe meglio diffidare!

Le porte regali - Pavel Florenskij

ALLA RICERCA DEL SACRO.

Questo saggio ci permette di fare un po’ di luce nel mondo delle icone e nella liturgia della chiesa cristiana orientale. Ci consente inoltre di capire il perché i due filoni pittorici (quello orientale e quello occidentale ) ebbero uno sviluppo qualitativo così diverso. Il primo esente da prospettiva e chiaro-scuri ma sfavillante di ori, il secondo attento agli aspetti caratteriali di santi e madonne e immerso in un gioco di luci, ambienti e situazioni che costituirono poi la grandezza del nostro rinascimento.
L’autore del testo, Pavel Florenskij, fu un poliedrico personaggio. Esso fu filosofo, teologo, fervido cristiano e matematico. Il che costituisce già un’anomalia.
Venerato in Russia e pressoché sconosciuto da noi, meriterebbe invece una giusta rivalutazione.
La prima parte del testo riguarda i sogni, ed il tempo che nel loro ambito procederebbe “capovolto”. Solo per questo, il saggio di Florenskij meriterebbe di essere letto. Amen.

Il poeta è un fingitore - Fernando Pessoa

Fa piacere ogni tanto tornare a rileggere Fernando Pessoa. Per tentare di entrare tra le pieghe della sua anima.
Consiglio, a proposito, la lezione del prof. Roberto Vecchioni proprio su questo argomento e l'ascolto della canzone dedicata alle lettere d'amore...
/www.bibliolab.it/letteramore/vecchioni.htm

Studiare è un gioco da ragazzi! - Matteo Salvo

Ho trovato questo testo molto chiaro ed interessante.
Magari avessi potuto leggerlo quando frequentavo le scuole medie o superiori ! (all'epoca si chiamavano così...).
Altamente consigliato a studenti e genitori che vogliono condividere, con i propri figli, metodi per migliorare l'apprendimento......
Per me da cinque stelle !

La verità dell'alligatore - Massimo Carlotto

Il cliché del duro col cuore spezzato che vive di notte in fumosi locali, bevendo troppo e ascoltando blues, è vecchio come il cucco, ma ci sta sempre bene. Soprattutto se la storia tiene, il ritmo è fluido e la scrittura scorre, come in questo bel noir ambientato nella Padova bene.
Da leggere con un Tom Waits d'annata in sottofondo...

5 è il numero perfetto - Igort

Scordati pizza, sole e mandolino: in questa storia di camorra ambientata a Napoli e scritta in napoletano, non c'è posto per gli stereotipi classici sulla città.
In una lirica tricromia di bianco, nero e blu, Igort racconta invece in modo personalissimo una Napoli livida, cupa, piovosa: perfetto sfondo a sparatorie e vendette d'onore; a metà fra pulp e neorealismo. Molto bello!

Romanzi - Fedor Dostoevskij

COMMENTO A "LE NOTTI BIANCHE"

Gli amori migliori? Quelli sognati.
Storia d’amore di altri tempi, dove un ragazzo introverso e sognatore, incontra Nastenka, giovane ragazza che sta aspettando il ritorno del suo innamorato partito un anno prima. Il nostro sognatore, pur essendo lui stesso cotto per Nastenka si adoprerà per far ricongiungere la coppietta che convolerà a nozze. Il nostro, pur soffrendo profonde pene d’amore, non serberà rancore nei confronti della ragazza, anzi il suo commiato sarà. “Sia sempre luminoso il tuo cielo, sia sempre sereno e calmo il tuo dolce sorriso, e tu sia sempre benedetta per il minuto di felicità e beatitudine che hai dato a un cuore ignoto, solitario e grato!”
Commento finale. Ciò significa che l’amore non va confuso col possesso, ma si dovrebbe sempre puntare alla felicità di chi ci sta a cuore. Costi quel che costi.