Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Il dramma del bambino dotato e la ricerca del vero sè - Alice Miller

Questo libro non concentra l’attenzione sui nostri figli.
Piuttosto, sul nostro essere stati figli.
La liberazione inizia dissotterando le emozioni struggenti, inibite nelle nostra infanzia e completamente rimosse dai ricordi, ma incancellabili dal nostro inconscio.

Titolo e sintesi in retro di copertina sono leggermente fuorvianti.
Il tema centrale non è il bambino dotato, ma l’esperienza che tutti abbiamo fatto di genitori (bene o male) poco consapevoli del proprio vissuto; genitori che magari ci hanno pure voluto bene, ma che hanno finito con l’inibire in vario grado il naturale divenire della nostra personalità profonda (il nostro Sè).
Col rischio da adulti di sprofondare nello stesso pantano con i nostri figli.

Testo relativamente impegnativo, ma illuminante sul ruolo educativo del genitore: liberare i figli dalle zavorre della storia familiare e sostenerli nella ricerca del vero Sè.

Tentativi di botanica degli affetti - Beatrice Masini

Ho incontrato questo libro nella sala di un reparto d'ospedale. Mi è piaciuta subito la copertina bianca (un presagio?) e le prime battute, intense, vivaci. Scritto bene, ambientazioni perfette, trama misurata, grande coinvolgimento emotivo. Un romanzo da leggere. Solo poi ho saputo che l'autrice scrive libri per bambini e traduce Harry Potter. Credevo di avere scoperto io una nuova bravissima scrittrice!

R: La lingua geniale - Andrea Marcolongo

La lingua che ci abita parla greco

Ho tenuto questo libro sul leggio della scrivania per mesi, gustandolo un po’ alla volta: non volevo che finisse. Non è un romanzo eppure ha il respiro della narrazione, quella che ti fa ondeggiare come su una barca: sai che stai scoprendo una nuova rotta, anche se in realtà quella rotta era da sempre dentro di te...

http://andrealesci.it/2017/06/19/andrea-marcolongo-la-lingua-geniale/

R: Eroi dell'Olimpo. L'eroe perduto - Rick Riordan

Dopo quasi un anno dalla fine della saga di Percy Jackson ho preso in mano la saga seguente. Sapevo che Percy non ci sarebbe stato e che mi sarebbe mancato, ma i nuovi protagonisti sono degli ottimi sostituti: Jason, Piper e Leo sono un terzetto formidabile! Effettivamente sono un po' troppo insicuri in alcuni momenti, però chi non lo sarebbe se scoprissi di essere figlio di un dio da un giorno all'altro? Mi è piaciuto molto Leo: è simpatico e lo trovo piuttosto complesso. Cerca sempre di apparire scherzoso e felice di fronte agli altri, quando dentro in realtà soffre per la perdita della madre. Come negli altri libri, ci sono sempre un sacco di domande e solo un paio di risposte, per cui io sono sempre divorata dalla curiosità! Nel seguito tornerà Percy, quindi non vedo l'ora di iniziarlo.

Odissea - raccontata da Nicola Cinquetti

Veramente ottima questa versione dell'Odissea! E' pensata per bambini e ragazzi, ma può piacere a tutti per le moderne illustrazioni e per il linguaggio ricco e quasi poetico! Consigliatissimo!