Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

R: La vita perfetta - Renée Knight

Un thriller come tanti altri (e certamente "meno" di tanti altri). La memoria ha forse reso letture del passato più memorabili di quanto non lo siano state ma di certo non consiglierò questo lettura agli amici. Scrittura povera e debole, una storia che forse potrebbe ben adattarsi ad una sceneggiatura ma oserei dire priva di colpi di scena.

La lingua geniale - Andrea Marcolongo

Un libro sul greco antico, scritto con passione, in un linguaggio fresco e giovane. Amanti della civiltá classica, o semplici curiosi, troveranno molti spunti d'interesse -per niente barbosi, davvero!-.

Vol. 1: L' ala del drago - traduzione di Pietro Ferrari

Un fantasy classico e più o meno autoconclusivo, piacevole ma nulla di eccezionale, anche se lascia intendere che la saga ha delle buone potenzialità.
L'ambientazione è originale, ma razze e mondi non sono spiegati molto secondo me, e questo mi ha disorientato impedendomi di calarmi bene in quel mondo, percependolo sempre come troppo alieno.
I personaggi invece sono ben costruiti, interessanti e introspettivi.
La storia si sviluppa lentamente, ma essendo ricca di misteri, stranezze delle razze e dell'ambiente, e non mancando colpi di scena, la cosa non pesa, tuttavia il coinvolgimento è sempre un po' limitato secondo me, non diventa mai davvero avvincente.

In buona fede - Adam Sternbergh

Narrato in prima persona, senza punteggiatura a distinguere i dialoghi dal resto, si legge velocemente grazie ad uno stile pulito e conciso. L'ambientazione, che emerge man mano è ben presentata, rende molto l'idea della città abbandonata e degradata che fa da riflesso alla cupa apatia in cui è caduto il protagonista, anch'egli interessante e piacevole grazie a un velo di ironia cinica e un buon background che lo definisce nella sua caduta verso il basso. Nonostante ciò non mi ha del tutto convinto, si mantiene sempre ad un livello superficiale, poco coinvolgente. Leggibile.

Bugatti Victoria - Edna Magenga

Piacevole la trama, ma resa male: confusa, e in linguaggio non eccelso nonostante il latino. Non all'altezza di quello che (almeno sulla carta) è il percorso dell'autrice

Divergent - Veronica Roth

Il libro è carino, lettura piacevole con voglia di leggerlo tutto di un fiato. Ci fa pensare a cosa siamo veramente ognuno di noi.
Il film è molto fedele al libro.

Perché no - Marco Travaglio, Silvia Truzzi

Basterebbe leggere solamente il capitolo "le bugie del sì" per non avere più dubbi. Andrebbe certo letto anche un equivalente "perchè si" tanto per riequilibrare le opinioni e i punti di vista, ma dopo le tante considerazioni adeguatamente documentate emerse da quest'indagine personalmente lo reputerei solo una gran perdita di tempo.

Impressioni Dior

Abiti meravigliosi, d'incredibile eleganza, accostati ai quadri impressionisti che furono una spiccata fonte d'ispirazione per Dior.
L'altro grande modello per lo stilista fu la Natura, in particolare i fiori che amava moltissimo e da cui trasse spunto per quanto riguarda forme, colori, impressioni tattili. E profumo, naturalmente!
Leggerezza, Bellezza, Grazia, Eleganza: ottenute grazie ad una cura suprema per il dettaglio, la scelta del taglio e del tessuto, i colori stupendi.
Ti farà venir voglia di precipitarti qui : http://www.musee-dior-granville.com/